Omicidio di Yara Gambirasio, revocato l'isolamento per Bossetti

Il sospettato per l'uccisione della ragazza si trovava in isolamento da quattro mesi. La polizia carceraria continuerà a mantenerlo sotto sorveglianza

Dopo 134 giorni in regime di isolamento Massimo Giuseppe Bossetti potrà essere detenuto insieme agli altri carcerati. La decisione è arrivata oggi, in concomitanza con il suo 44esimo compleanno. Il pubblico ministero Letizia Ruggeri ha stabilito che il carcere e la polizia penitenziaria dovranno approntare le misure necessarie per interrompere l'isolamento del presunto assassino di Yara Gambirasio.

La decisione sarà effettiva dal prossimo martedì. È stata presa dal magistrato inquirente e non necessita dell'approvazione del tribunale. La condizione carceraria di Bossetti è molto delicata. Il sospetto di aver ucciso una ragazzina di 13 anni gli ha procurato l'ostilità di molti detenuti. Non sono pochi i casi di urla e minaccie rivolti verso la cella dove era detenuto l'uomo. Un astio che ha costretto la polizia penitenziaria a disporre la presenza di una guardia fissa alla sua cella e un'altra che lo sorvegliasse durante l'ora d'aria. Una sorveglianza speciale che si pensa di prorogare anche allo scadere dell'isolamento.

Bossetti è detenuto dal 16 giugno scorso. Proprio nella giornata di oggi i legali dell'uomo hanno depositato il ricorso in Cassazione contro la decisione del Tribunale della Libertà, che ha tenuto in carcere il loro assistito, bocciando l’istanza degli avvocati come già aveva fatto il gip. Nella giornata di ieri il criminologo Ezio Denti, consulente della difesa, ha rilanciato la tesi per cui "Yara Gambirasio non sarebbe stata uccisa a Chignolo ma in un altro luogo, e poi trasportata da più persone fino al campo dove il suo corpo è stato trovato il 26 febbraio del 2011". Ricostruzione ampiamente smentita dall'autopsia dell’anatomopatologa Cristina Cattaneo. Il corpo della ragazzina non è stato spostato.

Commenti

linoalo1

Gio, 30/10/2014 - 11:53

Mi raccomando,trattatelo bene il Capro Espiatorio,perchè,per il momento,non ne avete altri!Il Rododentro!

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 30/10/2014 - 12:35

Prima non lo volevano liberare, nonostante che non avessero una prova che fosse una prova, dopo ben 4 mesi e mezzo di carcere preventivo, adesso hanno deciso di farlo accoppare dagli altri detenuti, perchè è così che accade, quando costoro, cioè gli altri detenuti, credono che l'accusato sia un pedofilo.

francesconeglia

Gio, 30/10/2014 - 12:37

Quando arriva al "braccio" tra gli altri detenuti, probabilmente lo eliminano. E il caso è chiuso. Ma niente niente era già stato preventivato??

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 30/10/2014 - 12:49

Quanto sono costate le innumnerevoli analisi del DNA? Data l'ingente spesa, attribuita senza appalto agli amici degli amici, c'è fumus persecutionis.

mar75

Gio, 30/10/2014 - 13:03

@Gianfranco Robe...: è quanto è costata alla famiglia la perdita di una figlia appena adolescente?

Ritratto di cable

cable

Gio, 30/10/2014 - 13:11

mar75, È questo il tuo concetto di Giustizia... Vedo che difendi anche i lavativi, ma solo se appartengono al Sudde. Altrimenti vai in tilt.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 30/10/2014 - 13:15

Caro mar75, per le emergenze siamo alle solite: al terremoto dell'Aquila le contestate case costruite almeno si vedono, ma le analisi del DNA non le ha viste nessuno, fuorché i soliti quatto gatti della trippa.

agosvac

Gio, 30/10/2014 - 13:16

Egregio stock47, stavo per dire le stesse cose che ha detto lei quando ho letto il suo commento! E' chiaro che quel maschiaccio del magistrato che ama le motociclette spera che qualche detenuto le levi le castagne dal fuoco in modo che lei stessa non si scotti!!! Spero che questo non succeda perché il maschiaccio dovrà sostenere in tribunale le sue corbellerie e dovrà accettare l'onta di vedere assolto questo povero disgraziato che come unica colpa ha quella di una magistratura che non è capace di svolgere indagini accurate e veritiere.

agosvac

Gio, 30/10/2014 - 13:19

Egregio mar75, ma lei è proprio sicuro che la famiglia non c'entri niente in questa tristissima situazione??? Oppure che non sappia cosa sia realmente successo?????

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 30/10/2014 - 13:27

Caro mar75, quando si tratta di milioni di euro il pericolo di una falsa accusa "ndo cojo cojo" per esserci, c'è. Dati i magistrati che ci ritroviamo, che quando si tratta di soldi hanno la mano lunga, la domanda permane: quanto sono costate quese analisi? E chi è in grado di controllarle? Nessuno. Ergo...

precisino54

Gio, 30/10/2014 - 14:33

Proprio per evitare rischi a Massimo Bossetti, questi andava detenuto agli arresti domiciliari tutt'al più; anche se fosse colpevole, escludo possano sussistere le esigenze cautelari della detenzione in carcere.

husqvy510

Gio, 30/10/2014 - 15:44

mar75 potrebbe per un giorno solo risparmiarci le sue minchiate da perenne bastian contrario? Ne gioverebbe il mondo. Faremo festa quando smettera' di difendere l'indifendibile. Credo che lei sia solo un povero provocatore sinistronzo e meridionale. I colpevoli eventualmente li condanna un tribunale, per fortuna non lei

Libertà75

Gio, 30/10/2014 - 15:47

E che sentenza di morte sia eseguita! Del resto uno che ama le donne, soffre per i tradimenti subiti dalla moglie, gli piace ballare latino americano, ama i ristoranti, guida un furgone simile ad uno ripreso dalle telecamere, guarda video hard con la moglie, fa ricerche su internet di cosa sia la pedofilia (non immagini, ma documentazione che è diverso), usa la calce (anche se non in quel giorno, ma questo non è importante), è colpevole a prescindere... Gente così ne conosco a centinaia, domani vado e li denuncio tutti per essere probabili assassini seriali.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 31/10/2014 - 06:22

Il maschiaccio centauro senza tinta forse pensa che qualche altro detenuto secchi il girolimoni della bassa?