Operai fantasma in un'azienda di Castrovillari

Erano beneficiari di indennità, ma in realtà non esistevano.

Trecentoquarantatré operai fantasma. No, non è un film dell'orrore. Ma è la truffa ai danni dell'Inps da parte di un'azienda agricola di Castrovillari, un piccolo Comune in provincia di Cosenza.

Si tratta di una frode non da poco. Ben 900mila euro. A scoprirla le fiamme gialle di Sibari (sempre in provincia di Cosenza) coordinate dalla procura di Castrovillari.

I dipendenti, in realtà inesistenti, risultavano assunti dal titolare dell'azienda con un contratto a tempo determinato per un totale di poco più di 26mila giornate lavorative, come si legge da fonti di stampa locali. Un fabbisogno che risulta essere di gran lunga superiore rispetto a quello effettivo. Secondo le indagini, sarebbe dovuto essere di 1.600 giornate.

Inoltre è emerso che il titolare inizialmente denunciava all'Inps un fabbisogno di 1.900 giornate di lavoro, successivamente aumentate. Una richiesta respinta da parte dell'istituto nazionale di previdenza sociale.

Nonostante questo, però, l'uomo ogni tre mesi ha denunciato l'utilizzo di manodopera. 343 dipendenti, appunto. Di questi, però, solo quindici hanno effettivamente lavorato.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 02/08/2016 - 17:22

Che volete farci...i posti come forestali erano finiti e loro...tengono famigghia!!Tanto paga quel fesso di Pantalone!

il sorpasso

Mar, 02/08/2016 - 17:36

Strano in una regione dove viene gestita dalla sx accadono cose veramente strane..............

canaletto

Mar, 02/08/2016 - 17:48

DOVE C'è SINISTRA C'è SEMPRE TRUFFA, IMBROGLIO, RUBERIE ECC ECC

manolito

Mar, 02/08/2016 - 18:50

sono gli allievi del bidone vendola e della peggior specie di incapace parassita mai votata boldrini -- il suo motto?? voi mi pagate ed io vi frego

Procivile

Mar, 02/08/2016 - 19:32

Sono decenni che va avanti questa truffa da parte della maggior parte delle aziende del meridione. Ogni tanto cascano in qualche controllo. Lo scandalo è che NON CI SONO CONTROLLI LA'. Come a Roma, finalmente oggi hanno detto che solo il 15% paga la tassa rifiuti, succede perchè i controlli sono inesistenti e lo stesso i mezzi pubblici, a Roma pagano solo i turisti. E tutti noi poi ripianiamo il debito, è una schifezza.

Ritratto di Zio_Fester

Zio_Fester

Mar, 02/08/2016 - 22:08

Indagate ancora che ce ne sono tantiiii !