Operazione De Benedetti. Fusione Espresso e Itedi

Il gruppo Espresso, Fiat Chrysler e la Itedi della famiglia Perrone hanno firmato un memorandum d'intesa "finalizzato alla creazione del gruppo leader editoriale italiano nonché uno dei principali gruppi europei nel settore dell'informazione quotidiana e digitale" attraverso la fusione per incorporazione di Itedi nel gruppo Espresso

Il gruppo Espresso, Fiat Chrysler e la Itedi della famiglia Perrone hanno firmato un memorandum d'intesa "finalizzato alla creazione del gruppo leader editoriale italiano nonché uno dei principali gruppi europei nel settore dell'informazione quotidiana e digitale" attraverso la fusione per incorporazione di Itedi nel gruppo Espresso. Lo si legge in una nota.

Il perfezionamento dell'operazione "è previsto per il primo trimestre del 2017". Cir manterrà il controllo del gruppo editoriale che nascerà dalla fusione per incorporazione di Itedi, la società editoriale cui fanno capo La Stampa e Il Secolo XIX, nel gruppo Espresso, proprietario di Repubblica. La holding dei De Benedetti - si legge in una nota - avrà "una quota superiore al 40%" della società che resterà quotata alla Borsa italiana. La fusione "avverrà sulla base di un concambio che sarà stabilito puntualmente negli accordi definitivi, subordinatamente alla due diligence e ad altre condizioni". Le testate che saranno riunite nel gruppo Espresso dopo la fusione per incorporazione di Itedi "manterranno piena indipendenza editoriale". Al nuovo gruppo faranno capo i tre quotidiani nazionali Repubblica, La Stampa e Il Secolo XIX.

Commenti

nonna.mi

Mer, 02/03/2016 - 19:07

In bocca al lupo! Marchionne, La Stampa e C.hanno un coraggio che definirei "suicida"...Le aggregazioni possono avere un pericoloso epilogo,quando c'è un personaggio alquanto capace di distruzione per gli altri e guadagnacci per se stessi. Occhio,per l'Informazione! Myriam

milope.47

Mer, 02/03/2016 - 19:17

A noi non resta che trasferirci su un altro pianeta per ESPRESSO

entropy

Mer, 02/03/2016 - 21:06

A me sembra una concentrazione bella e buona. Possibile che l'AGCM abbia dato il placet ?

forbot

Mer, 02/03/2016 - 22:22

Addio ! Altre aziende che partono ! Impiegati, operai, fattorini, uscieri state all'erta. Non fatevi trovare impreparati. Ne và del vostro posto di lavoro.

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Mer, 02/03/2016 - 22:28

Fogna editoriale che si ingrandisce, aiutata dalla Magistratura italiana, dopo che nei vent'anni precedenti ha osteggiato il gruppo editoriale berlusconiano che non ha mai negato pluralità di informazione e di opinione sulle proprie testate giornalistiche e televisive.

roberto bruni

Mer, 02/03/2016 - 23:42

Ma...ma...ma, e l'antitrust?? Qui non c'è niende da dire??? E dove sono gli intellettuali, sempre pronti a farsi sentire, laddove ci sia una concentrazione di "cultura" nelle mani di uno solo???? Dove sono i girotondini, gli arcobaleno, i podemos, i se non ora quando???? Tutti questi perdi giorno, ora dove sono??? Se questa operazione fosse stata soltanto pensata da, faccio un nome a caso, il Dr. Sallusti, allora si che ci sarebbe stato il risveglio degli zombi, degli intellettuali radical-chic in cachemere