Ora il corpo forestale dei carabinieri potrà sparare ai lupi con i proiettili di gomma

La possibile decisione del governo è stata anticipata dal sottosegretario all’Ambiente Vannia Gava (Lega)

Da adesso i carabinieri del corpo forestale italiano hanno l’autorizzazione a sparare proiettili di gomma contro i lupi per allontanarli da alpeggi, allevamenti e centri abitati.

La novità, riservata solo ed esclusivamente ai forestali, è stata anticipata dal sottosegretario all’Ambiente Vannia Gava – della Lega – in occasione di un evento presso il municipio di Gallio, in provincia di Vicenza, dove l’esponente del Carroccio è in villeggiatura.

Il sindaco della cittadina veneta ha organizzato un incontro per richiamare l’attenzione sulla sgradita presenza dei predatori e sugli effetti più che negativi sull’attività quotidiana dei tanti allevatori della zona.

Così il sottosegretario all’Ambiente ha annunciato una rimessa in discussione della strategia nazionale per la gestione del lupo, a partire dalla rivisitazione della direttiva europea denominata "Habitat". Secondo Gava, infatti, essendo la popolazione dei lupi sopra le 1.500 unità, la stessa specie non è più considerabile a rischio: perciò, ecco che si può dare il via libera all’uso delle cartucce gommate nei confronti dell'animale per motivi di pubblica sicurezza.