Ora l'Austria ci minaccia: "Dal Brennero non si passa"

Il governatore del Tirolo austriaco avverte Roma: "Se l'Italia non sigilla i confini meridionali è molto difficile che si possa passare dal Brennero"

L'Italia deve sigillare i propri confini meridionali, se vuole che il valico del Brennero possa restare aperto. A dirlo è il governatore del Tirolo Austriaco, Gunther Platter, in un'intervista comparsa oggi sul quotidiano di Innsbruck Tiroler Tageszeitung.

"Nel nord Africa ci sono 200.000 migranti pronti alla pericolosa attraversata per venire in Europa - ha spiegato Platter - Con l'entrata in vigore dei controlli vogliamo dare un chiaro e preventivo segnale che dal Brennero non si passerà. Voglio essere chiaro, più l'Italia chiuderà i suoi confini a sud e più il Brennero potrà restare aperto. L'Italia deve fermare i migranti al proprio confine meridionale e che strutture di controllo dovranno essere create lì".

Intanto, al confine del Brennero le forze di polizia austriaca stanno approntando i preparativi per reintrodurre controlli serrati sui passaggi dall'Italia. A partire dalla settimana dopo Pasqua entreranno in vigore controlli con container mobili per identificare le persone e barriere di confine sul modello di quelle già installate a Spielfeld, alla frontiera con la Slovenia.

Parlando con Tiroler Tageszeitung, il governatore Platter mha detto di aspettarsi "massicci effetti" sui flussi al Brennero dopo la chiusura della rotta balcanica.

Commenti

franco-a-trier-D

Mer, 16/03/2016 - 17:59

dovete ubbidire maledetti italiani comunisti che non siete altro , ci manca una altra guerra contro l'Austria non vi basta la disfatta di Caporetto?..

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 17/03/2016 - 12:21

L'Austria ha ragione. In centro a Insbruck c'è un bel balcone con il tetto d'oro. Ed è lì da secoli. In Italia, da quando sono arrivati i beduini e Rom, scompaiono i cavi di rame degli impianti ferroviari. Allora, non è che sia intelligente solo la Boldrini coi suoi PDoti... e tutti gli altri sono scemi.