Ora Marino mette al bando ​le sigarette dai parchi romani

Giro di vite contro i fumatori: non potranno più godersi una sugaretta nelle ville e nei parchi

Arriva nella Capitale l’ordinanza anti-incendi, che sarà valida dal 15 giugno al 30 settembre. Il provvedimento, firmato dal sindaco Ignazio Marino, prevede anche il divieto di fumo "nelle zone boscate e cespugliate ed in tutti i terreni condotti a coltura agraria, pascoli e incolti". Dunque, sigarette vietate nelle parti delle ville e dei parchi dove sono presenti sterpaglie o altro materiale combustile. E tra le attività proibite spuntano anche "tutte le azioni determinanti, anche solo potenzialmente, l’innesco di incendio nelle aree e nei periodi a rischio". Un appello, insomma, a fare attenzione a come e dove si spengono le sigarette ed evitare il rischio di innescare incendi.

"Nel periodo a massimo rischio incendi - si legge nell’ordinanza - è vietato far brillare mine o usare esplosivi, usare apparecchi a fiamma o elettrici per bruciare metalli, usare motori e fornelli o inceneritori che producano faville o braci, fumare o compiere altra operazione che possa arrecare pericolo di incendio". "L’uso del fuoco - continua il documento - è consentito a coloro che per motivi di lavoro siano costretti a soggiornare nei boschi, solo se strettamente necessario per il riscaldamento o per la cottura delle vivande, adottando tutte le necessarie cautele del caso; per l’accensione di fuochi in appositi bracieri o focolai o altre strutture appositamente realizzate, nelle aie, nei giardini privati e condominali, cortili di pertinenza di fabbricati; in occasione di eventi di interesse sociale, previa autorizzazione dell’autorità competente".

La Protezione Civile di Roma Capitale fa sapere che "si tratta di un obbligo di legge cui gli enti locali devono ottemperare in questa stagione, in seguito alla dichiarazione dei periodi a massimo rischio di incendi boschivi emanati dalle regioni. Si precisa, inoltre, che l’ordinanza è conforme a quanto previsto dalle normative nazionali e regionali ed è identica a quelle degli anni precedenti". Tra le altre misure anti-incendi stop a fuochi nelle aree a 100 metri dalle autostrade (divieto valido anche nei fine settimana), fuochi di artificio da "realizzare a distanze non inferiori a 1 km dalle aree boscate o cespugliate", mentre c’è l’obbligo da parte dei gestori di cabine elettriche di ripulire "dalle specie erbacee ed arbustive le fasce di pertinenza delle cabine per un raggio non inferiore a 10 metri".

L’ordinanza prescrive inoltre tutti gli enti e privati possessori di boschi, terreni agrari, prati e pascoli ed incolti ad eseguire interventi preventivi: "Perimetrazione con solchi di aratro per una fascia di almeno 5 metri (oppure 10 metri se adiacenti a linee ferroviarie) e sgombero da covoni di grano e altro materiale combustibile; le operazioni di interramento delle stoppie di cereali debbono avviarsi immediatamente subito dopo il raccolto e comunque concludersi non oltre il giorno 30 luglio; ripulitura dalla vegetazione erbacea e arbustiva delle aree boscate confinanti con strade e altre vie di transito (per una profondita almeno di 5 metri)» ma anche lungo le scarpate stradali, autostrali e ferroviarie".

Commenti

Paul Bearer

Mer, 20/05/2015 - 10:02

Ma saranno soggetti all'ordinanza anche i rom e i vari accattoni extracomunitari che nei parchi ci vivono? Lo voglio proprio vedere un vigile che c'ha il coraggio di fargli una multa.

macchiapam

Mer, 20/05/2015 - 10:16

Siamo sempre lì: invece di migliorare un'amministrazione comunale fallimentare, si emettono decreti che non costano nulla e consentono, alle guardie comunali, di elevare contravvenzioni per comportamenti, obbiettivamente, irrilevanti.

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 20/05/2015 - 10:19

Metti i posacenere invece, rimbabito.

Tuthankamon

Mer, 20/05/2015 - 10:34

Questo dimostra il "peso" di questo personaggio. Basta conoscere la zona per capire che il problema sono ANCHE le sigarette, ma ci sono ben altre questioni prima. Ci sono zone ed angoli dove il minimo sono gli escrementi ... per non dire altro ...

Rossana Rossi

Mer, 20/05/2015 - 10:34

Ha paura che i rom si intossichino?.........

SanSilvioDaArcore

Mer, 20/05/2015 - 11:28

A me danno fastidio quindi non posso che sperare che il divieto venga esteso in tutta Italia

NON RASSEGNATO

Mer, 20/05/2015 - 11:37

Avrebbe più consensi se vietasse i giardini a zingari e risorse traghettate

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 20/05/2015 - 12:21

Questo incapace fatto sindaco della capitale è più inamovibile di un obelisco, nonostante ne combini una via l'altra. Bravi romani!

corto lirazza

Mer, 20/05/2015 - 12:58

Paul Bearer: zingari, arabi possono invece fumare: è la loro kultura

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 20/05/2015 - 13:07

Non so come funzioni a Roma, ma qui da noi i parchi sono pieni di ragazzotti, in maggior parte africani, che si scambiano e fumano sigarette che tutto contengono fuorché tabacco. Io sono contento se la fanno anche qui un'ordinanza simile, perché nel parco ci vado per portarci i miei cagnetti, ma sono proprio curioso di vedere come la faranno rispettare. Abbiamo chiamato vigili, polizia, carabinieri non centinaia ma migliaia di volte, ma pare che per quella gente ci sia una sorta di immunità e "loro" possano fare e fumarsi quel che vogliono, mentre noi rischiamo la galera per un mezzo Toscano.

FRAGO

Mer, 20/05/2015 - 13:11

Come al solito l'incapacità di Marino, e in genere di tutti i governanti, di fare il loro dovere, nel caso di tenere puliti i giardini, si vieta, si vieta e si vieta|! L'incapacità altrui,da noi pagata,viene pagata due volte : con i soldi e i divieti.

rino biricchino

Mer, 20/05/2015 - 13:18

Ordinanza di senso civico. Finalmente! (la sigaretta te la "godi" a casa tua)

istituto

Mer, 20/05/2015 - 13:26

Vedrete che l'intelliggentone del sindaco poi le vietera' anche a casa le sigarette con l'ordinanza che impone ai vigili di andare a vedere se viene rispettata, casa per casa......In fondo l'intelligenza di Marino rispecchia quella dei su0i elettori, di cosa ci meravigliamo ?

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 20/05/2015 - 13:44

...e sui tanti parchi occupati dai ROM chi ci mandiamo a controllare? I rappresentanti delle istituzioni non li fanno nemmeno entrare! Eppoi lì troveremo ogni genere di inquinamento, altroché le sigarette!!!

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 20/05/2015 - 14:04

So-Marino, questo "bardotto" (incrocio fra un cavallo e un'asina) non ha per caso dei problemi molto più importanti ed urgenti da risolvere? Io non sono un fumatore, ma mi sembra che questo ibrido si preoccupi del sesso degli angeli.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 20/05/2015 - 14:09

@SanSilvioDaArcore: il solito commento di parte che dimostra una mentalità alla So-Marino. Sappi che anche l'alcol ti fa male.

LiberoDiPensare

Mer, 20/05/2015 - 14:18

Più che giusto. Città e amministrazioni molto più avanti di noi lo hanno già applicato, vedi New York con Central Park e Time Square. Il problema è che l'ha detto Marino, l'avesse detto qualcuno di dx allora sarebbe stato da lodare.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 20/05/2015 - 14:24

I cretini sono imprevedibili

Maver

Mer, 20/05/2015 - 15:12

Le solite misure restrittive ipocrite della sinistra. Il fumo libero rimane esclusivo diritto dei centri sociali (unitamente alla licenza di distruggere tutto) mentre ai comuni mortali si riservano le prediche in salsa policaly -correct. Manco i preti sono in grado di competere con i censori laici di sinistra nel montare sermoni di tal fatta.

Cesare46

Mer, 20/05/2015 - 16:43

Come godo. Tra poco metterà al bando pure i romani che lo hanno messo sul trespolo. Cari romani ricordatevi alla prossima crocetta.