Orrore in Inghilterra: genitori incestuosi uccidono i due figli

Hanno ucciso i loro due figli di 13 e 14 anni, la polizia li ha trovati riversi nel loro letto a maggio di quest'anno. Una madre e il suo fratellastro sono stati arrestati dopo aver tentato di uccidere anche gli altri 4 figli

L'orrore a Sheffield, una cittadina di mezzo milione di abitanti nel South Yorkshire in Inghilterra dove una coppia di genitori incestuosi ha ucciso strangolando i loro due figli di 13 e 14 anni e ha tentato di uccidere anche i restanti quattro.

La polizia li ha trovati a maggio, quando Sarah Barrass la madre e suo marito, nonché fratellastro della donna, Brandon Machin li hanno uccisi. La coppia aveva in totale sei figli e qualche giorno prima aveva ricevuto una lettera nella quale gli assistenti sociali avevano deciso di affidare i loro bambini al sistema di cura nazionale. I genitori, pur di non consegnarli, hanno quindi deciso di ucciderli tutti. Hanno iniziato strangolando i più grandi: Tristan di 13 e Blake di 14. Successivamente si sono avventati sui più piccoli, gli altri quattro.

I due assassini sono stati ascoltati dalla corte, entrambi hanno avuto problemi da piccoli. Machin, ad esempio, è stato dato in adozione all'età di 14 anni perché i suoi genitori non potevano più provvedere alle sue cure. Uno dei bambini che è sopravvissuto ha detto: "Dopo aver visto ciò che i miei genitori avevano fatto ho iniziato a pensare che forse anche io sarei stato un assassino". Brandon e Sarah hanno iniziato la loro relazione dopo essersi incontrati, una volta che lui era uscito dall'istituto in cui era stato rinchiuso. Già negli anni '90 i servizi sociali avevano stilato un rapporto in cui si esprimeva tutta la loro preoccupazione sulla situazione incestuosa che si stava sviluppando tra Brandon e Sarah. Ora, a distanza di anni l'orrore.

Secondo l'accusa: "Sarah viveva con i sei bambini da sola, senza il suo fratellastro. Quindi non era una vera e propria relazione quanto incontri sessuali occasionali tra fratellastri. I sei bambini, si evince da un rapporto dei servizi sociali, avrebbero dichiarato che il loro papà era morto durante la Seconda Guerra Mondiale. Una storia completamente fuori dal mondo, un po' come la vita che conduceva la madre Sarah Barrass".

Nonostante questa situazione però sembra che la stessa Sarah fosse una madre amorevole. Gli investigatori si sono dunque chiesti il perché di questo gesto. Secondo quanto riportato dal Daily Mail sarebbe stato causato da un'accusa di molestie sessuali. Infatti la paura della coppia era che venissero tolti tutti e sei i bambini a causa dell'attenzione per l'indagine condotta nei confronti di Tristan. È stata la stessa Sarah durante la notte degli omicidi a chiamare la polizia tentando di accusare il fratellastro. Poi, quando gli investigatori sono arrivati tutta la verità è venuta a galla. Inoltre la stessa Barrass aveva citato un passo di Stephen King sul suo profilo Facebook scrivendo: "La morte è come le patatine. Non puoi fermarti ad una".

Entrambi sono stati condannati al carcere a vita e dovranno passare almeno 35 anni dietro le sbarre.