Orrore in Scozia: diciottenne violenta una donna di 91 anni

Nel North Lanarkshire un ragazzo preso da un raptus ha fatto irruzione in casa di un'anziana pensionata e l'ha stuprata dopo averla riempita di botte

Un raptus incontrollabile è all'origine della violenza che ha portato un ragazzo inglese diciottenne a stuprare un'anziana pensionata di novantuno anni.

Kriss Strachan, della contea scozzese del North Lanarkshire, nello scorso luglio si è introdotto nella casa di una pensionata per aggredirla a calci e pugni e quindi violentarla in un atto di indicibile crudeltà. Quindi, sotto choc, si è recato alla più vicina stazione di polizia per costituirsi, mormorando come in tranche: "Sono stato io. Non posso credere di averlo fatto. Sono uno schifo."

Da quanto emerso nel processo, pare che avesse trascorso le ore precedenti il delitto bevendo con alcuni amici ad una festa.

La vittima, che ha riportato gravi lesioni, è riuscita a trascinarsi sino alla casa dei vicini per chiedere aiuto. Ora, racconta The Mirror, quella che era descritta come una donna "attiva ed indipendente" pare che ripeta spesso di desiderare solo la propria morte.

A novembre la prima sentenza dei giudici ha inflitto a Strachan ben dodici anni di carcere e sette di sorveglianza speciale. Il giudice Lord Boyd ha spiegato che Strachan rappresenta ancora una "minaccia per la pubblica sicurezza".

Commenti

Ettore41

Mer, 13/05/2015 - 18:01

Carissimo Ivan Francese guarda che se dai dell'Inglese ad uno Scozzese quello si incavola di brutto. Specie in questi giorni. Il Cognome STRACHAN appartiene ad un antichissimo Clan Scozzese.