Orrore a Torre del Greco: nigeriano violenta 18enne in stazione

Arrestato dai carabinieri a Torre del Greco un 28enne accusato di aver picchiato e violentato una sua giovane connazionale di appena 18 anni

Terrore nella stazione a Torre del Greco nel napoletano, nigeriano violenta una giovanissima connazionale in un sottoscala. Una chiamata anonima giunta ai carabinieri ha consentito alla ragazza di fuggire dalle sevizie cui l’uomo la sta sottoponendo.

L’episodio s’è verificato alla stazione de “Le Ginistre”, servita dalla linea della Circumvesuviana. L’uomo, 28 anni, proveniente dalla Nigeria, ha atteso in una zona isolata nel vano d’accesso ai binari che gli capitasse a tiro la ragazza, 18 anni, anche lei nigeriana. Prima l'ha fatta avvicinare a lui, fingendo di volerle chiedere qualcosa. Poi l’ha affrontata e l’ha aggredita, picchiandola brutalmente. Infine ha abusato di lei, costringendola a consumare con lui un rapporto sessuale.

La violenza, tanto brutale quanto insensata, è stata interrotta dall'arrivo dei carabinieri. È stato grazie a una telefonata, molto probabilmente giunta da qualcuno dei pendolari che s’è imbattuto in quel terrificante quadro di orrore, che i militari sono riusciti a intervenire tempestivamente e a bloccare l’aggressore. La giovane immigrata, in evidente stato di choc, è stata trasferita in ospedale dove è stata affidata alle cure dei medici della struttura sanitaria di Boscotrecase.

Quasi negli stessi istanti, i carabinieri sono riusciti a individuare e bloccare l’uomo che aveva abusato di lei. Dopo le formalità di rito, per il 28enne si sono spalancate le porte della casa circondariale napoletana di Poggioreale dove resta a disposizione dell’autorità giudiziaria. Gravissime le accuse mosse a suo carico, il nigeriano deve rispondere del reato di violenza sessuale.

Commenti

blackindustry

Dom, 23/04/2017 - 14:57

Adesso per lui un bel foglietto con sopra scritto"Via!" e subito libero, non fosse mai che lui stesso denunciasse qualcuno per danni...