Ortona, duplice omicidio: due donne uccise a coltellate

A Ortona, in provincia di Chieti, sono state uccise due donne con un coltello da cucina: una delle due vittime era l'ex moglie dell'assassino

Ennesimo femminicidio, questa volta a Ortona (Chieti) dove due donne sono state trovate morte accoltellate.

Le due sono state uccise nel primissimo pomeriggio di oggi, una sul portone di casa in via Zara e l'altra in contrada Tamareto. L'autore del duplice omicidio è un uomo di 60 anni, Francesco Marfisi,dipendente di un'azienda che eroga gas, fermato dai carabinieri dopo una breve fuga su una Opel Mokka di colore marrone.

Una delle due donne uccise è la moglie dell'assassino mentre l'altra vittima un'amica di 33 anni. Tra marito e moglie sarebbero state in corso le procedure di separazione. Inoltre testimoni raccontano di esecuzioni feroci con un coltello da cucina.

L'arma del duplice delitto è stata ritrovata dagli agenti nell'auto dell'uomo che adesso si trova in caserma dove è giunto anche il colonello Luciano Calabrò. Marfisi ha confessato qui l'omicidio delle due donne. L'uomo ha anche ferito la figlia incinta al quinto mese.

Commenti

karpi

Gio, 13/04/2017 - 17:57

C'è qualcosa di profondamente sbagliato nella psiche di noi maschi. Sarebbe il caso di farsi qualche domanda. Nei giorni scorsi ha fatto il giro del web un filmato su una zuffa tra ragazze che si tiravano i capelli. Ecco, perchè non impariamo anche noi a tirare i capelli invece di uccidere.

angelorosa

Gio, 13/04/2017 - 18:15

Ergastolo è poco fate voi.

T-800

Gio, 13/04/2017 - 19:09

Karpi parli per lei, io non ho mai pensato di uccidere una donna. La stragrande maggioranza degli uomini non ammazza le donne, se ci sono degli psicopatici liberi la colpa è di basaglia che ha chiuso i manicomi.