Brescia, fuggono in auto, ferita figlia di 2 anni dei ladri rom

Gli stranieri erano soliti portare in auto anche la figlia di soli 2 anni durante le loro scorribande. Durante l’ultimo episodio, nel corso di un inseguimento da parte dei carabinieri, la vettura si è ribaltata e la piccola è rimasta fertita

I carabinieri di Orzinuovi (Brescia) hanno posto fine alle scorribande di una coppia di rom dedita a furti che avevano come obiettivo le vetture lasciate in sosta dai proprietari nei parcheggi di alcuni centri commerciali della zona.

Gli stranieri, ospiti di un campo nomadi della provincia di Cremona, erano soliti girare in auto alla ricerca del mezzo da ripulire, e quando si trovavano fuori per rubare portavano sempre con loro anche la figlia, una bimba di soli 2 anni. Stesso copione anche nell’episodio più recente, quando la coppia ha preso di mira il parcheggio del centro commerciale “Le Piazze”.

I due, dopo aver sfondato il finestrino di un’autovettura per sottrarre dal suo interno una borsetta, sono saliti a bordo di una Fiat Croma, dove si trovava la piccola, per poi darsi alla fuga.

Al loro inseguimento si è lanciata una pattuglia di carabinieri di Orzinuovi, che ha assistito alle fasi conclusive della scena. A lungo tallonata a tutta velocità dalla “gazzella”, la vettura sulla quale viaggiavano i rom ha sbandato, finendo per ribaltarsi in un campo ai margini della carreggiata. I due genitori, entrambi poco più che ventenni, sono stati tratti in arresto dagli uomini dell’Arma, che si sono subito attivati per soccorrere la loro figlioletta. Estratta dalle lamiere, quest’ultima è stata trasportata d’urgenza all’ospedale di Crema. Per fortuna la preoccupazione iniziale per le condizioni della bambina, apparse inizialmente gravi, si è in breve dissolta. Solo un grande spavento e numerose contusioni, ritenute dai medici guaribili in pochi giorni.

La coppia di rom, invece, attende ora il giudizio direttissimo dietro le sbarre del carcere.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 02/03/2019 - 16:13

Questi se cascano dal 10 piano di un palazzo ne escono vivi. Pure un Santo che li aiuta. 20 anni con una bimba, fra 20 anni ne avranno sfornati altri 20.

Una-mattina-mi-...

Sab, 02/03/2019 - 16:13

ADESSO AI CARABINIERI TOCCHERA': 1-MULTA PER ECCESSO DI VELOCITA', 2-RISARCIMENTO DANNI PER L'INCIDENTE CAUSATO DALLO "STATO D'ANIMO DI GRAVE TURBAMENTO", 3-RIFONDIMENTO DI TUTTI I DANNI PATITI E PATIENDI DEL SODALIZIO, 4-SPESE DI INVALIDITA' PERMANENTE PER LA BAMBINA TRAUMATIZZATA, 5-SPESE PER LO PSICOLOGO DI SOSTEGNO, 6-SPESE PER UN NUOVO ALLOGGIO, IN QUANTO IL VECCHIO, CUI RITORNAVANO DOPO LA LEGITTIMA SCORRIBANDA, RIACCENDEREBBE IN FUTURO IL BRUTTO RICORDO DELL'ESPERIENZA SUBITA.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 02/03/2019 - 16:14

Ora i carabinieri saranno indagati per aver provocato l'incidente. Dovevano seguirli senza farsi accorgersene che gli stavano alle calcagna.

VittorioMar

Sab, 02/03/2019 - 16:33

..ovviamente l'auto era ASSICURATA...BOLLATA e RUBATA !!..come si distrugge la LIBERA INIZIATIVA !!

Ritratto di Lissa

Lissa

Sab, 02/03/2019 - 16:39

Le risorse boldriniane lavorano 24 ore al giorno. Il loro stile di vita presto sarà il nostro.