Otto arresti per la strage di Capaci

Decisive le dichiarazioni dei pentiti Gaspare Spatuzza e Fabio Tranchina. Tra gli arrestati il boss Salvo Madonia, già in carcere al 41 bis, e un pescatore accusato di aver trasportato l'esplosivo

L'attentato di Capaci (Wikipedia)

Ventuno anni dopo la terribile strage di Capaci, che costò la vita a Giovanni Falcone, a sua moglie Francesca Morvillo e a tre agenti di scorta, scattano otto arresti. Le persone finite in manette sono: Cosimo D’Amato, pescatore di Santa Flavia già arrestato alcuni mesi fa, che avrebbe fornito il tritolo utilizzato nelle stragi; Giuseppe Barranca, Cristofaro Cannella, Cosimo Lo Nigro, Giorgio Pizzo, Vittorio Tutino, Lorenzo Tinnirello e il capomafia Salvo Madonia. Quest’ultimo è già detenuto in regime di carcere duro. Il blitz della Direzione investigativa antimafia, arriva a seguito delle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Gaspare Spatuzza e Fabio Tranchina.

Gli uomini della Dia, coordinati dal procuratore di Caltanissetta Sergio Lari, sono riusciti a ricostruire le fasi preparatorie dell'attentato del 23 maggio 1992. L’ex reggente del mandamento di Brancaccio e fedelissimo dei fratelli Graviano (era definito il loro "angelo custode"), oltre ad ammettere spontaneamente il personale ruolo nella fase esecutiva dell’attentato, ha fornito elementi di "assoluta novità", spiegano gli investigatori, in ordine al coinvolgimento degli altri otto boss e gregari della cosca ritenuti corresponsabili dell’eccidio e mai prima d’ora sfiorati dalle inchieste. Un protagonismo, quello del mandamento di Brancaccio, che dimostra, secondo gli esiti giudiziari, "tutta l’importanza acquisita nel tempo e sul campo da quel mandamento mafioso".

Commenti

Patrick

Mar, 16/04/2013 - 09:24

Dopo 21 anni sono stati arrestati grazie a dichiaraione di pentiti............non siamo lenti, siamo tristemente inefficaci.

vince50

Mar, 16/04/2013 - 09:41

21 anni dopo,evviva la solerzia e le capacità investigative.Però c'è da dire che così facendo,ci si assicura il lavoro(si fa per dire)per anni e anni.

angelomaria

Mar, 16/04/2013 - 09:47

cosi vorrebbero chiudere un triste momento della nostra storia nonpiu'politici colpevoli solo una storia di mafia>una palla cosi avrebbero potut dire subito non farci aspettare finora con tutte le ipotesi ch probabilmente nascondono la verita'ora zittiscono tutti con la mafia ma'chi sono i veri maiali no lo sapremo mia troppo in alto bisignerebbe cercare e nessuno vuole i soliti VERMI

blues188

Mar, 16/04/2013 - 10:04

Complimenti ai giudici. Sono scesi dall'amaca dopo solo ventuno anni. Forse temevano di dover andare ad Aosta anche loro?

nebokid

Mar, 16/04/2013 - 10:16

Se li avessero arrestati venti anni fà i cittadini li avrebbero mangiati vivi,oggi passa tutto in secondo piano siamo un popolo onnivoro mangiamo tutto e lo digeriamo meglio di tutti.

Ritratto di Blent

Blent

Mar, 16/04/2013 - 10:32

mia figlio di 10 anni con il kit del piccolo detective ci sarebbe arrivato prima. bisognerebbe pagare gli stipendi degli inquirenti con la stessa velocita' con cui risolvono i casi.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 16/04/2013 - 10:37

Beh,il tempo passa poiche coloro che dovrebbero investigare e/o sovrintendere alle indagini sono impegnati in politica,convegni,consulenze,salotti televisivi,percui ogni decennio si sveglia un pentito e parla.Guarda caso dopo ventuno anni e in concomitanza dll'elezione del Presidente della Repubblica e la formazione del nuovo governo. Chi vuole intendere intenda,a pensar male si fa peccato,diceva il gobbo per antonomasia,qui gatta ci cova.Attnto Cavaliere,partirà il teorema:non poteva non sapere......

gi.lit

Mar, 16/04/2013 - 13:38

Blues188. Cerca di informarti sulla durata e soprattutto sugli esiti dei processi riguardanti per esempio l'attentato alla Banca dell'Agricoltura a Milano e quello per la strage alla stazione di Bologna (88 morti e 200 feriti). In quanto alla notizia in questione, siccome si tratta di un tribunale del Sud, tiri fuori la battutina idiota dell'amaca. Come sempre due pesi e due misure, a ulteriore dimostrazione che sei un povero mentecatto. Lascia perdere le battutine. Sei di spirito troppo grossolano per potertelo permettere. In quanto a quella parolina scema "Sudde" ficcatela dove sai.

eovero

Mar, 16/04/2013 - 13:41

Blues 188 il tuo post è passato, i miei me lì censurano,forse perchè ho detto che la magistratura e arrivata dopo 21 anni,ma non per meriti suoi, ma perchè la mafia a accettato di sacrificare qualche picciotto,mantenendo le famiglie sia ben chiaro...cosi risulterà che le toghe fanno i suo dovere anche dopo 100anni

precisino54

Mar, 16/04/2013 - 14:08

Chissà se mai, e quando, avremo finalmente il quadro esatto di quanto avvenne in quei giorni. Indubbiamente, se ragioniamo su altre vicende che hanno sconvolto la nostra storia, le premesse non sono confortanti, ma meglio non disperare!

eovero

Mar, 16/04/2013 - 14:36

te pareva che non ci fosse il contro commento di GI.LIT..se non lo sa (ma non credo) la prima cosa che ha voluto la mafia sin dalla fine della guerra, che le toghe e i commissari di polizia in Italia fossero della loro terra(sicilia) cosi potevano andare in lungo e largo per il continente liberalmente...e le magistrature di Bologna,Milano,Torino,etc etc sono per la grande maggioranza gente del sud...se cosi non fosse la mafia non esisterebbe!!!

gamma

Mar, 16/04/2013 - 15:04

Ma la strage di Capaci non è avvenuta 21 anni fa ? Ed ora dei pentiti si fanno avanti per dire la "loro" verità? Boohhh !!!!!

gi.lit

Mar, 16/04/2013 - 15:06

Eovero. Non hai capito un cazzo, come sempre. La lentezza della Giustizia è un problema politico che riguarda tutto il Paese. E ho portato, a questo proposito, due fra i tanti esempi che potrei fare. Dire poi che tutta la magistratura italiana è condizionata dalla mafia siciliana è un'affermazione manicomiale. Il problema, ripeto, è politico ovvero dalla fine della guerra sono le sinistre comuniste che condizionano la vita del Paese. Quelle sinistre che abbondano dalle tue parti. Le medesime che si oppongono ad ogni riforma anche minima della Giustizia. Ti risulta poi che al Nord i magistrati i quali conducono inchieste a carattere politico sono del Sud? Lo puoi dimostrare facendone i nomi? E tu sei forse ricoverato nella stessa clinica per malati di mente dove si trova Blues188?

Ritratto di IoNonSonoDiSinistra

IoNonSonoDiSinistra

Mar, 16/04/2013 - 15:17

Capaci? Falcone? E chi sono...? Questa è una notizia di second'ordine. Le vere notizie oggi sono chi tromba Ruby, gli scherzi a Onida, Renzi vs Bersani, cosa sta pensando Saviano, l'impellenza di dare la cittadinanza agli extracomunitari e togliere la vita agli italiani, se un trans sia meglio al Quirinale o al Parlamento.., etc

Massimo Bocci

Mar, 16/04/2013 - 17:03

Uno parafrasando Capaci??? Potrebbe definire la giustizia Italica un CRICCA di IN CAPACI a tutto, fuorché trovare una verità comprovata da prove certe!!! E meno male che hanno il pressappochismo del "concorso esterno" che come da tradizione Italica (di REGIME) non si nega mai a nessuno un........concorso, speriamo che prima o poi in un altro regime (caso mai democratico, sarebbe gradito), si possa fare anche un concorso per la giustizia VERA,CON PENE VERE e tutelare una volta tanto non solo mafiosi (carnefici!!!) più o meno pentiti, ma le vittime oggi di entrambi,carnefici e pseudo giustizia di REGIME!!!!

linoalo1

Mar, 16/04/2013 - 17:15

Della serie'Meglio tardi che mai!'Lino.

blues188

Mar, 16/04/2013 - 19:02

gi.lit, ti dimentichi, eccelso pensatore, che anche al Nord i giudici sono TUTTI terroni ma lavorano come se avessero testa e culo al Sudde. Quindi si riposano su amache pensando al mare, la pizza e al sole. Con sottofondo di mandolini, va da sé.

blues188

Mar, 16/04/2013 - 19:15

gi.lit, ti dimentichi, eccelso pensatore, che anche al Nord i giudici sono TUTTI terroni ma lavorano come se avessero testa e culo al Sudde. Quindi si riposano su amache pensando al mare, la pizza e al sole. Con sottofondo di mandolini, va da sé mentre cantano 'Ossole miooooo'.

eovero

Mar, 16/04/2013 - 20:16

Blues 188 la prossima volta che passo per Conegliano ti offro un caffè,ma vedo che i commenti di questo blog sono finiti!!dobbiamo togliere la gente del SUD,non possono amministrare la giustizia...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 17/04/2013 - 00:35

Il problema non sono le rivelazioni giunte tardivamente da parte di mafiosi che le conoscevano ed hanno taciuto per tutti questi anni. Il problema di una certa magistratura rossa è COME FARANNO AD INFILARCI DENTRO DI NUOVO BERLUSCONI. SONO APERTE LE SCOMMESSE.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mer, 17/04/2013 - 07:12

Blues 188 ha ragione. Questi magistrati marci stanno sulle amache invece di andare a cercare riscontri. Le prove te le devi andare a cercare e prendere. Questi non si muovono, stanno col sedere incollato alle sedie e nonostante questo le carte, nemmeno quelle, avanzano. La magistratura tutta è semplicemente da ANNULLARE e RIFONDARE.

blues188

Mer, 17/04/2013 - 07:28

Ciao eovero. Grazie per il caffè, lo prenderò volentieri con un amico. Non solo per la giustizia ci sono troppi meridionali, ci sono anche tutte le altre attività che hanno impestato con la loro mentalità dell'aumma aumma.

paolonardi

Mer, 17/04/2013 - 07:39

E' stata la riforma della giustizia, voluta dai comunisti, che avrebbe trasformato i PM da meri accusatori ad indagatori. Questi hanno trasformato l'obbligatorietà dell'azione penale in qualcosa di volatile molto discrezionale. Vedasi ad esempio la velocità supersonica di alcuni processi e la lentezza da lumaca di quasi tutti gli altri. Anche l'uso dei pentiti va bene per alcuni e senza significato per altri. Ciancimino non e' credibile se collabora in processi contro delinquenti comuni e lo diventa nei processi spettacolo.