Pa, per gli statali licenziamento se bocciati per tre anni di fila

Stretta sui licenziamenti dei furbetti nel Testo unico del pubblica impiego approvato dal Cdm: cosa cambia per gli statali

Stretta sui licenziamenti dei furbetti nel Testo unico del pubblica impiego approvato dal Cdm. Con le nuove regole sarà licenziato anche il dipendente statale con tre anni di fila di valutazione negativa. Accanto ai furbetti del cartellino e alle assenze ingiustificate, cartellino rosso anche per chi viola in modo grave e reiterato i codici di comportamento oppure per chi rende troppo poco e riceve costanti valutazioni negative. Le novità annuncite dal ministro Marianna Madia però non finsicono qui. Dal primo settembre partirà il polo unico per le visite fiscali. "Adesso anche per i dipendenti pubblici le visite fiscali saranno gestite dall’ Inps, che già le gestiva per i privati", ha dichiarato. Rispondendo a una domanda, Madia ha precisato che i medici fiscali dovranno rivedere la loro convenzione in essere con l’Inps. "Abbiamo voluto valorizzare - ha spiegato il ministro in conferenza stampa - i pareri parlamentari, l’intesa in Conferenza Unificatà e anche "la sentenza della Consulta che non ha bocciato nulla della riforma della Pa", ha precisato il ministro. Inoltre, Madia ha rilevato che "questi decreti ci consentiranno in un tempo breve di dare la direttiva all’Aran e quindi di riaprire formalmente la stagione contrattuale per i pubblici dipendenti".

Commenti

Tarantasio

Ven, 19/05/2017 - 17:01

parte un'altra fase del processo di normalizzazione per italiani refrattari, licenziarne uno per educarne cento, i posti vanno alle nuove risorse !!

Mr Blonde

Ven, 19/05/2017 - 17:09

finalmente un governo liberale che vara una stretta contro gli incapaci e inadatti nella p.a., dopo quella contro i furbetti del cartellino. Ma voi avevate brunetta che metteva le faccine sui siti degli enti pubblici

giovinap

Ven, 19/05/2017 - 17:41

ministro...o forse ministra...o minestra :blablablablablablablablabla ! stanno in una botte di ferro , non fanno nulla dalla mattina alla sera , anzi no fanno solo danni e erano intoccabili e restano intoccabili!

dare 54

Ven, 19/05/2017 - 23:04

Per favore, diteci come funzionava prima: ho paura che il licenziamento per scarso rendimento fosse in qualche modo già previsto. Quello che manca in Italia non sono le leggi, ma la volontà di applicarle!

paolonardi

Ven, 19/05/2017 - 23:23

Manca un capitolo di importanza fondamentale: la profonda riforma dell'inutile , costoso e dannoso apparato burocratico che e' stato il mostro che ha partorito una massa di lavoratori che lavorano sul nulla.

umbe65it

Sab, 20/05/2017 - 01:12

Peccato che le valutazioni sull'operato se le diano da soli, autopromuovendosi ogni volta a pieni voti. Ne sono testimonianza i premi per il raggiungimento degli obbiettivi prefissati, sempre raggiunti in scioltezza dai nostri campioni, indipendedntemente dalla raltà oggettiva.

Ritratto di luigin54

luigin54

Sab, 20/05/2017 - 05:55

E x voi PARASSITI che state in parlamento x assenteismo c'è il licenziamento ???????????

Popi46

Sab, 20/05/2017 - 06:15

Mi viene da ridere pensando alle "valutazioni negative"! Ma quando mai! Ho lavorato per 40 anni come dipendente pubblico, ero docente alla Sapienza di Roma, e negli ultimi anni di lavoro erano spuntate queste famose valutazioni: beh,tutti col massimo dei voti,anche i peggiori lavativi conosciuti, che sempre riuscivano a far lavorare i meno furbi nelle feste comandate,nei fine settimana, ecc e non brillavano certo per qualità delle loro cosiddette pubblicazioni scientifiche

Ritratto di Situation

Situation

Sab, 20/05/2017 - 06:15

altra BALLA colossale: il solito blablablablabla tipico dei valvassini della Cimice del Granducato (Renzi)

Massimo Bocci

Sab, 20/05/2017 - 06:20

Tre anni per certificare l'inettitudine,(di chi a assunto l'inettitudine per poi far che???)poi ci sanno una decina d'anni d'aspettativa al nulla però puntualmente pagata,poi una miriate di scivoli, sotto scivoli (sempre retribuiti mentre si fa il sacro doppio lavoro) e così via, questo vuol dire che non c'è più nessuna tutela sul sacro voto di scambio (i sacro patti sociale??) e sulle tessere coop,di patronato,del PD, che aveva certificato l'idoneità??? Della nullità di fatto,cioè altro che art.18, qui si mina il diritto di regime,che si assume solo per Il voto di scambio, e ora intralciano anche questo che è da sempre il caposaldo del regime (catto-comunista dal 47) voglio vedere quanti (del regime statuale ) andranno ai gazebo a sperperare due euro, quando non c'è più la reciprocità della corruzione!!!!

Iacobellig

Sab, 20/05/2017 - 06:38

...QUINDI ANCHE I GIUDICI SE VENGONO LORO RIFORMATE TRE SENTENZE DEVONO ESSERE CACCIATI A CALCI! E SE APPLICATO ANCHE AI DIRIGENTI DI AZIENDA PRIVATA QUOTATA IN BORSA NON SAREBBE MALE.

Duka

Sab, 20/05/2017 - 07:07

Oh perbacco però noi a scuola se siamo bocciati dobbiamo ripetere l'anno senza alternative. Gli "statali" notoriamente pasticcioni e fannulloni hanno la franchigia? Perchè ?

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Sab, 20/05/2017 - 07:18

E' uno scherzo? La più grande buffonata di renzi e kompagni. Un'inutile (in ogni altro paese civile) legge sull'ovvio contro l'ovvio: se uno non lavora va licenziato SUBITO. Vi rendete conto di cosa vuol dire dimostrare ai giudici del lavoro italiani che pr TRE ANNI (!!!!) un dipendente non ha funzionato, con le toghe che troveranno sicuramente un picco di massima efficienza nei 1000 giorni in questione? Siamo disposti ad accettare che uno faccia i fatti suoi per 2 anni e mezzo? Ma la costituzione non direbbe che tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge??

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 20/05/2017 - 08:08

@Mr Blonde - un governo liberale???? Vedremo quanti ne licenzierà: nessuno. I candidati sarebbero un milione, perchè di lavativi ce ne sono parecchi, a partire dai furbi del cartellino. Vuole scommettere che non arriveranno nemmeno a mille in un anno. Di cosa parla di stretta? Quale stretta? Contano i fatti, non le cose farlocche di voi sinistrati, che campate di aria e di balle.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 20/05/2017 - 08:30

Sostanzialmente si autovalutano e verrà licenziato solo ho soffre le pressioni dei colleghi più arroganti

ilbelga

Sab, 20/05/2017 - 08:51

tre anni di valutazione negativa e poi il licenziamento? che coraggio che ha questo governo. ma mi chiedo sempre: perché nel privato dopo una settimana negativa ti mandano a casa. boh, saranno razzisti sicuramente per usare un metodo diverso del pubblico impiego. questi sono cittadini di seria A noi del privato serie b..

petrillicus

Lun, 22/05/2017 - 16:37

Ho visto commneti che denotano l'ignoranza totale delle persone. Vi dico solo 1 cosa, attualmente nel pubblico impiego non esistono criteri oggettivi per dare le valutazioni ma solo soggettivi, perciò se sei capo settore sei sempre bravo perché scelto dal dirigente, se sei antipatico al dirigente sei quello cattivo. Quindi il simpatico o il capo settore prenderà sempre il massimo dei voti anche se va a fare la spesa o dal parrucchiere o se naviga su facebook 4 ore al giorno, quello antipatico sarà quello bocciato. Questa riforma può aiutare a licenziare per far spazio ad amici e parenti. Perchè capi e dirigente non hanno colpe? Perché non c'è nessuna norma che punisce la classe dirigenziale? COME AL SOLITO QUESTA RIFORMA HA SOLO IMPATTO MEDIATICO PER QUEI BALUBA CHE NON SANNO COME FUNZIONA IL CARROZZONE PUBBLICO... C'E' SOLO DA VERGOGNARSI!!!!