Narcotizza il figlioletto "Ammazzerò lui e me"

Si trovava in auto con il bambino di 5 anni quando è stata bloccata dai carabinieri. Una donna di Padova aveva imbottito il figlio di un potente narcotico con l'intenzione di ucciderlo e successivamente voleva suicidarsi

È stata arrestata in flagranza di reato una giovane madre di Padova che aveva imbottito il proprio bimbo di appena 5 anni con un potente narcotico, il benzodiazepine, con l'intento di ucciderlo. Successivamente avrebbe voluto togliersi la vita lei stessa.

La tragedia è stata sventata dai carabinieri nella notte tra il 29 e il 30. La madre padovana aveva inviato alcuni messaggi vocali ai famigliari in cui annunciava che voleva farla finita. Gli stessi hanno immediatamente avvertito i carabinieri che si sono messi sulle sue tracce e l'hanno intercettata alle prime luci dell'alba del 30 aprile vicino la stazione di Padova. Lì i carabinieri delle compagnie di Legnaro e di Piove di Sacco si sono avvicinati all'auto, parcheggiata tra via Trieste e via Gozzi e hanno ritrovato mamma e bambino. Il piccolo di 5 anni era stato pesantemente narcotizzato privo di sensi e avvolto in una coperta sul sedile posteriore mentre la madre era in stato alterato e confusionale.

La madre, riferisce Repubblica, è stata trasportata in una struttura psichiatrica dove riceverà le cure del caso. Il bambino è finito invece nel reparto pediatrico dell'ospedale dopo essere stato soccorso dal personale del Suem. La diagnosi è un'intossicazione da benzodiazepine e non starebbe tuttavia in pericolo di vita. Le accuse per la mamma sono di tentato omicidio aggravato.

Commenti

Gabriele184

Gio, 02/05/2019 - 16:10

"Carabinieri" si scrive con l'iniziale MAIUSCOLA!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 02/05/2019 - 17:51

Vigevano: uccide la compagna e si suicida, in casa c'era la figlia dodicenne

buonaparte

Gio, 02/05/2019 - 18:32

in questo periodo le depressioni e disturbi comportamentali aumentano e gesti cosi ce ne saranno tanti. le asl devono seguire maggiormente in questo periodo le persone malate. qui non ce scritto se la donna era in cura o meno.