Padre tira schiaffo al figlio perché fuma una canna: denunciato dai carabinieri

Il 15enne era stato sorpreso al parco e condotto in caserma a Cattolica. L'uomo è indagato per abuso dei mezzi di correzione

Un padre ha tirato una sberla al figlio dopo che il giovane era stato sorpreso dai carabinieri mente fumava una canna, ma lo schiaffo – dato al 15enne in caserma – gli è costata una denuncia.

La storia arriva da Cattolica e viene raccontata dall’edizione locale de Il Resto del Carlino. E adesso il genitore, che per quel ceffone è indagato per abuso dei mezzi di correzione, si difende così: "Non sono mai stato un padre violento e mai lo sarò; il mio era uno schiaffo educativo. Io voglio che mio figlio stia lontano dalle schifezze di questa nostra vita. Ho già avuto i miei guai con suo fratello, il mio primogenito, e tutto per delle compagnie sbagliate. Il mio è stato un gesto di delusione, era solo per fargli capire che aveva commesso un errore. Non aveva nessun segno, i miei figli sono la mia vita".

Lo spinello al parco

Il minorenne era stato pizzicato dai militari a fumare uno spinello in un parco: qui gli uomini dell’Arma lo hanno fermato e condotto in caserma, per l’identificazione e tutto. È a questo punto il ragazzo chiamò il padre, per chiedergli di venirlo a prendere. Il papà racconta così: "Mi è preso un colpo quando mi ha chiamato dicendomi che era in caserma dai carabinieri Avevo il cuore a mille. Quando i carabinieri mi hanno raccontato quello che era accaduto, mi sono rivolto verso mio figlio e gli ho dato uno schiaffo. Niente di violento, era un gesto che voleva avere un significato educativo, quello che manca oggigiorno. Io ne ho prese così tante da mia madre. Io l’ho fatto per correggere mio figlio, per fargli capire che era sbagliato quello che aveva fatto. Certe bambinate si pagano poi tutta la vita".

E, infine,"se ho sbagliato, è giusto che io paghi, ma, per il bene di mio figlio, lo rifarei. A me interessa che non finisca nei guai, che abbia il meglio della vita e che non se la rovini a causa di amici sbagliati" si difende il ristoratore romangnolo.

Commenti

vince50

Mar, 26/06/2018 - 11:07

Nessuno può stabilire se gli schiaffi possano servire a qualcosa,in quel caso era ben meritato e forse u

routier

Mar, 26/06/2018 - 11:27

Vecchio e saggio proverbio: "Il padre che risparmia la verga, non ama i suoi figli"!

cgf

Mar, 26/06/2018 - 11:34

quelli che prenderà a casa...

Capellonero

Mar, 26/06/2018 - 11:49

Io gli avrei detto:" faremo i conti a casa" e tutto finiva li!!!!!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 26/06/2018 - 12:10

Cribbio!!! Ma siamo matti? Manco nel, si presume, defunto Califfato i rei venivano toccati per le loro colpe ... venivano semplicemente decapitati o buttati nel vuoto. La zizzania non si semina ... si estirpa. In questo caso dove sta la "pater potestas"?

aredo

Mar, 26/06/2018 - 12:17

Queste sono le forze dell'ordine e "la legge" la magistratura della sinistra '68ina. Aiutano i criminali. Favoriscono la criminalità. Condannano chi è sano di mente, premiano i pazzi sanguinari. Amano gli assassini, stupratori, terroristi, cannibali.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mar, 26/06/2018 - 12:32

Accidenti che abuso di correzione! Gli avesse rotto un bastone sulla schiena avrei capito, ma per un solo ceffone... Conosco un mucchio di persone recuperate alla ragione e al senso della realtà da un buon ceffone... uno secco secco... non due, sarebbero già troppi! E poi... cari carabinieri... girarsi per un attimo dall'altra parte no? Specie con un padre di famiglia? Ma dove è finito il buon senso dei carabinieri di una volta?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 26/06/2018 - 12:34

Onora il padre...

Happy1937

Mar, 26/06/2018 - 13:24

Avrebbero fatto meglio ad affibbiargli 4 ceffoni anche i Carabinieri. Questo è il giudizio di uno che è normalmente contro le punizioni corporali. Ma in quella situazione......

Massimom

Mar, 26/06/2018 - 13:27

Santo subito.

frank173

Mar, 26/06/2018 - 13:30

Se ha dato una sberla al figlio per una canna, spero che non lo becchi mai a votare PD.

aredo

Mar, 26/06/2018 - 13:45

@Professor...Malafede: oramai forze dell'ordine, magistratura e finanzieri sono i primi criminali. Cosa che era un tempo esclusiva dei peggiori paesi del mondo, l' Italia è oramai ai massimi in criminalità al potere. Un 70% della popolazione fa palese uso di droghe. Fra le forze dell'ordine tantissimi spacciano, si accordano con gli spacciatori, rivendono la droga sequestrata. I finanzieri da tanto tempo sono dediti a minacciare e chiedere mazzette e rovinare la vita a chi non ubbidisce ai loro ordini mafiosi. La magistratura dagli anni '70 è stata infestata dai brigatisti che la sinistra ha infiltrato al suo interno per prenderne il controllo.

cabass

Mar, 26/06/2018 - 14:21

Da mio padre ne avrei presi anche due, se non tre...

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 26/06/2018 - 15:17

Ma allora i Carabinieri sono atei, non seguono il Vangelo....(dal Vangelo di Luca 6,27-38): A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra! Dovrebbe intervenire Franceschello!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 26/06/2018 - 15:33

Benvenuti al "Manicomio Italia".

Ritratto di Laura51

Laura51

Mar, 26/06/2018 - 15:59

Doveva dargliene 2, di schiaffi (in privato naturalmente, per non offendere i "buoni)