Palermo, conducente autobus aggredito dal branco

Otto giovani lo hanno malmenato, il sindaco Orlando: “Barbarie”

Un atto di violenza che ha sconvolto l'intera comunità. Un autista dell'Amat, il servizio di autobus in città, è stato aggredito e ora è ricoverato in ospedale in gravissime condizioni. È accaduto a Palermo.

"Un atto di violenza barbara" come lo ha definito il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. A ferire l'uomo un gruppo di otto ragazzi che avevano tamponato con l'auto il mezzo di trasporto per poi tentare di aprire il vano motore. È accaduto in pieno pomeriggio, sulla linea 628. A chiamare subito i soccorsi i passeggeri del bus. L'uomo è stato trasportato in codice rosso all'ospedale "Villa Sofia". Sul posto sono giunti anche i carabinieri. I medici hanno da subito riferito che pur essendo molto grave, l'uomo non era in pericolo di vita. Anzi oggi, ad un giorno dall'accaduto, pare da alcune indiscrezioni, che le sue condizioni stiano migliorando.

Proseguono, intanto, a ritmo serrato le indagini dei carabinieri della compagnia di San Lorenzo, a Palermo, per identificare gli autori del violento pestaggio di ieri. L'aggressione è avvenuta alla fermata di Villa Adriana. Secondo una prima dinamica dei fatti, l'autista sarebbe sceso dal mezzo per rimproverare i ragazzi e intimare loro di andare via, mentre cercavano di aprire il vano moto del mezzo di trasporto urbano. È stato a quel punto che la furia del branco si è scatenata: l'autista è stato colpito con calci e pugni.

"Massacrato di botte", hanno raccontato i testimoni ai carabinieri subito intervenuti sul posto. La Tac, a cui è stato sottoposto ha dato fortunatamente esito negativo, escludendo lesioni interne. "Sta meglio e oggi stesso dovrebbe essere trasferito nel reparto di Medicina - dice all'Adnkronos l'amministratore unico di Amat, Michele Cimino, che questa mattina si è nuovamente recato in ospedale per accertarsi delle condizioni del dipendente -. È ancora sotto choc e molto provato per quanto è successo, ma anche molto commosso per la vicinanza dell'Amat. Stamani in ospedale c'erano già diversi colleghi arrivati di buon mattino per avere aggiornamenti sul suo stato di salute".

Commenti

maricap

Lun, 31/12/2018 - 16:33

Se mi fossi trovato sul posto disarmato, avrei dovuto assistere impotente al pestaggio; ma se armato. mi sarei allontanato di qualche metro, poi avrei esploso un paio di colpi di avvertimento in aria, posizionando subito dopo l'arma nella direzione degli energumeni. La mia Beretta 98 FS può contenere 15 cartucce nel caricatore, più quella in canna, e il dito sul grilletto, deve percorrere una distanza di molto inferiore a quella delle loro gambe, se volendosi suicidare, avessero deciso di aggredirmi. Ma i comunisti merdaioli, dicono che poi sarebbe il far west, quindi nessuno tocchi Caino, nemmeno quando sta fracassando le ossa ad Abele. La feccia rossa deve finirla di impedire agli onesti di difendersi. Chi riconosciuto idoneo a girare armato, deve poterlo fare, per la sua, e l'altrui incolumità.

cgf

Lun, 31/12/2018 - 16:44

aprire il vano motore per cosa? mica si vendono facilmente i pezzi di ricambio di bus

Gianx

Lun, 31/12/2018 - 17:53

@maricap ti stimo!

routier

Lun, 31/12/2018 - 18:10

Una volta individuati...occhio per occhio. E' l'unico linguaggio che capiscono.

ilbelga

Lun, 31/12/2018 - 18:18

@maricap. ti stimo anch'io...

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 31/12/2018 - 18:19

In effetti l'articolo e un po "spiegato male" 8 ragazzi che viaggiavano come in che auto!!! Poi se hanno TAMPONATO il BUS a cosa serviva tentare di aprirgli il vano motore! Purtroppo chissa come mai quando avvengono fatti come questo, non si vede neanche l'ombra delle forze dell'ordine, ed in virtu delle stupide leggi ANTI FAR WEST esistenti in Italia, il paese e diventato un FAR WEST a senso unico per i DELINQUENTI. 10 anni fa in Costa Rica (dove vivevo) due DELINQUENTI, bloccarono con la loro auto, il PIK UP di un benzinaio, che stava andando in banca a depositare l'incasso notturno, per derubarlo. Peccato che dietro al PIK UP del benzinaio, viaggiasse un signore con la sua auto, che al capacitarsi del fatto, scese pistola in pugno e fece SECCO il delinquente. Non solo non fece un giorno di galera e non dovette farsi difendere dall'avvocato, ma fu addirittura premiato con un ENCOMIO. Ecco perche mi piace vivere in questi paesi.

albyblack

Lun, 31/12/2018 - 21:09

@maricap : sante parole. chi vota sinistra è la rovina di questo Paese

cgf

Lun, 31/12/2018 - 21:52

@maricap ottimo 'attrezzo', solo che non capisco perché negli USA costi quasi la metà che in Italia, e parlo a parità di modello, sempre prodotto in Italia.

elpaso21

Mar, 01/01/2019 - 09:04

Ma perchè tentare di aprire il vano motore?