Pallanuoto, Italia decimata dal morbillo: out 3 giocatori

Il Settebello in ansia per un'epidemia di morbillo. Gallo è stato ricoverato in ospedale, mentre Del Lungo e Velotto sono stati sostituiti per precauzione

Non per scelta tecnica, ma per un'epidemia di morbillo. In vista dei Mondiali di pallanuoto, che iniziano oggi a Budapest, il Settebello deve rinunciare a tre giocatori a causa di "malattie virali", per la precisione morbillo. Il primo ad andarsene è stato l'attaccante Valentino Gallo, fermato nei giorni scorsi per la malattia infettiva e sostituito. Ma a seguito di nuovi controlli, sono risultati "positivi" altri due giocatori: Marco Del Lungo e Alessandro Velotto. Il loro posto sarà preso rispettivamente da Stefano Tempesti (storico portiere della Nazionale) e Cristiano Mirarchi.

La notizia dei tre pallanuotisti italiani contagiati dal morbillo ha scioccato tutta la squadra, in partenza per i Mondiali di nuoto di Budapest in programma dal 14 al 30 luglio.

La Federnuoto ha spiegato che "a seguito del ricovero dell'atleta Valentino Gallo all'ospedale di Siracusa, per il monitoraggio del quadro clinico e ulteriori valutazioni diagnostiche, l'intera squadra della nazionale di pallanuoto è stata sottoposta ad accertamenti sierologici per l'esclusione di malattie virali".

A differenza di Valentino Gallo, la sostituzione di Marco Del Lungo e Alessandro Velotto è avvenuta in via precauzionale. Per ora, solo Del Lungo è accertato che abbia contratto il virus. Mentre a Velotto sarebbe stato diagnosticato il morbillo nonostante l'atleta si fosse vaccinato contro questa malattia durante l'infanzia. Segno che non aveva fatto il richiamo.

Gallo si trova attualmente ricoverato presso l'ospedale di Siracusa nel reparto di immunologia. Tutta la squadra azzurra è stata sottoposta a controlli precauzionali prima della partenza per l'Ungheria. L'obiettivo del controllo era verificare che all'interno del gruppo non ci fossero portatori della malattia.

Commenti

claudio faleri

Sab, 15/07/2017 - 16:08

quei buffoni del governo nascondono certamente qualcosa di grave, magari, perchè il morbillo è una infezione dei primi anni di vita, il fatto che ne siano contagiate adulte, fa pensare....magari è un ceppo trasferito in italia come regalino, da chi entra, quindi diverso dal morbillo che viene ai bambini italiani....dicono quello che gli fa comodo e fanno veramente schifo

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 15/07/2017 - 16:27

Tutta la gente con queste vecchie malattie, da anni debellate e contagiose, devono mischiarsi con le alte cariche della politica e del clero, sperando che questi, vengano impestati tutti e che crepino nelle pene più dolorose. """È BRUTTO AUGURARE COSE SIMILI, MA POLICI COMUNISTI E PRELATI SONO COLORO CHE CI IMPONGONO QUESTA MIGRAZIONE. AMEN"""!!!