Panico a convegno sulle zecche: perso in sala esemplare infetto

Attimi di panico al convegno organizzato in Giappone per informare sui rischi delle zecche. Il relatore si fa sfuggire l'insetto che si perde nella stanza piena

La zecca scappa e scatta il panico. Gli esperti radunati ad una importante conferenza stampa si sono spaventati non poco quando, discettando dei rischi mortali del morso di una zecca, sono stati avvertiti che in sala era appena stata persa un esemplare molto pericolo di zecca.

A riportare la notizia è il Daily Mail, che racconta come l'evento fosse stato pensato per un motivo molto utilie: sensibilizzare i giapponesi sui rischi di venire morsi da questo fastidioso insetto. In particolare gli esperti volevano spiegrare i rischi e le cure per la patologia della sindrome di Thrombocytopenia. Il fatto è che qualcuno deve essersi fatto sfuggire un esemplare che così si è liberato nella sala piena di persone. Immaginate il panico. L'esemplare vivo era stato mostrato insieme ad un esemplare morto. Il secondo ovviamente non si è mosso, ma il primo ha ben pensato di farsi una passeggiata nella grande sala.

Tutta colpa di un relatore. Il quale pensando di fare cosa gradita agli spettatori, stava prendendo l'insetto con le pinzette per mostrarlo meglio, ma gli è sfuggito. Rapido l'animale si è andato a nascondere. Difficilissimo notarne la presenza, vista la ridotta grandezza. E così dopo un primo momento di panico tutti si sono messi a cercarla. Inutilmente. Alla fine gli organizzatori sono stati costretti ad igienizzare la stanza, per evitare che futuri ospiti potessero rimanere morsi dalla zecca.

"Avremmo dovuto essere più precisi nella gestione della sicurezza", si è scusato governatore della prefettura di Miyazaki, Shunji Kono, ammettendo l'errore.

Commenti

vince50

Lun, 11/09/2017 - 20:55

Le zecche in particolare se appartengono alla razza rossa,sono molto sfuggenti e altamente pericolose.

Raoul Pontalti

Lun, 11/09/2017 - 22:15

Roba da giapponesi...Alla Rachele vorrei raccomandare di leggere bene e capire dunque le notizie riferite dalle agenzia di stampa straniere: la "sindrome di Thrombocytopenia" di cui si tratta, dato il contesto, altro non è che la nuova zoonosi emergente asiatica (origine: Cina) definita come Severe fever with thrombocytopenia syndrome (SFTS)causata da un Phlebovirus (Bunyaviridae) veicolato da zecche (che tra l'altro non sono insetti ma aracnidi: conta bene il numero delle zampe o Rachele!) prevalentemente del genere Haemaphysalis (mentre l'esemplare della foto è un ixodide nostrano). Questa zoonosi che interessa accidentalmente l'uomo è già emigrata dalla Cina ad altri paesi asiatici tra cui appunto il Giappone grazie anche al traffico di animai (infetti). Sono queste le migrazioni emergenti che realmente preoccupano le autorità sanitarie, non quelle dei negretti.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 11/09/2017 - 22:19

Pericolose le zecche,molto pericolose. Quelle mortali sono tutte della varietà delle zecche rosse!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 11/09/2017 - 22:24

@vince50 - peccato che l'Italia sia invasa da milioni di questi insetti.

ziobeppe1951

Lun, 11/09/2017 - 23:05

Vi consiglio le scarpe con la punta per uccidere le zecche rosse negli angoli

clapas

Mar, 12/09/2017 - 00:48

Noi ne siamo infestati, vista e accertata la pericolosità sarà il caso di procedere alla disinfestazione, dato che al momento siamo privi di idoneo prodotto, si dovrà provvedere subito dopo le elezioni..