Pantaloncini corti vietati in una scuola a Treviso

La circolare è arrivata in classe proprio l’ultimo giorno di scuola e comprende sia gli alunni che i docenti di una scuola elementare e media

Treviso si scaglia contro i pantaloncini corti indossati all’interno della struttura scolastica. O meglio, è stato il preside dell’istituto comprensivo di Resana a diramare una circolare proprio l’ultimo giorno di lezione. E il divieto riguarda tutti, sia gli insegnanti che dovrebbero in questo modo dare il buon esempio, sia gli studenti. Niente pantaloncini corti, neanche se arrivano al ginocchio. Non importa se la temperatura sfiora il 35 gradi all’ombra, il decoro prima di tutto. Malumore tra gli alunni di elementari e medie per la decisione presa dal preside. Soddisfatto invece qualche genitore che si trova perfettamente concorde con la scelta scolastica.

Come riportato nero su bianco sulla comunicazione “Si esortano alunni e docenti,che sono invitati a dare il buon esempio a indossare un abbigliamento consono e rispettoso del comune decoro, niente pantaloncini corti durante tutto il periodo delle attività, didattiche e non, previste nei locali scolastici”. Le reazioni non si sono fatte attendere. Da una parte chi è perfettamente d’accordo, come una mamma che ha sottolineato la motivazione di tale provvedimento “Si tratta semplicemente di una questione di rispetto, la scuola è sempre un'istituzione”.

Dall’altra un ex sindaco che parla invece di ritorno alla preistoria. Idea per altro condivisa da un genitore che ha rincarato la dose affermando “E’ una vergogna. Posso capire alle superiori dove si mettono i pantaloncini tipo perizoma, ma alle elementari con 35 gradi, vietare anche gli short fino al ginocchio è da dittatura. Dittatura magari no, ma in effetti la classe e la scuola non possono certo arrivare ad assomigliare alle spiagge italiane. Sarebbe magari bastato un po’ di buon senso da entrambe le parti. Pantaloncini corti sì, ma senza esagerare. Magari evitando canottiere e infradito.

Commenti

Divoll

Sab, 08/06/2019 - 20:45

Bisogna reintrodurre l'uniforme scolastica, come quasi dappertutto nel mondo. La liberalizzazione del vestire in classe ha portato pessimi frutti.

carlottacharlie

Dom, 09/06/2019 - 01:05

Hanno fatto bene, un po' di decoro personale non guasta e se le mamme non sono capaci d'insegnare come ci si deve vestire a scuola, in Chiesa ecc... ben venga l'insegnamento d'autorità.