Pantano e nuove alleanze

Brutto momento per il premier, maltrattato all'estero e isolato in patria

Italia-Germania è iniziata ieri a Bruxelles, e non è stato un bel prologo. Tra Merkel e Renzi è finita malissimo. La Cancelliera ha bocciato senza appello la richiesta dell'Italia di provare a salvare le proprie banche in balia del dopo Brexit - con misure straordinarie; il premier ha ricordato ai tedeschi che quando in difficoltà erano le loro banche, l'Italia (berlusconiana) e l'Europa intera si dimostrarono molto generose. Siamo coerenti e abbiamo tifato Italia anche in politica. Renzi non ha ragione, ha straragione, ma la sua è la forza di un peso piuma. Partita persa, dunque, perché la Germania difende a oltranza i trattati anche se vetusti e ormai suicidi.

Brutto momento per il premier, maltrattato all'estero e isolato in patria. Con il «suo» referendum, quello sulla riforma del Senato, che incombe minaccioso. Una riforma pasticciata che più la conosci più la eviti, come dimostrano i sondaggi. Un esempio, tra i tanti: Giulio Tremonti ha scoperto che - se passasse - la competenza sui trattati internazionali e sulla loro eventuale rinegoziazione verrebbe affidata in modo esclusivo proprio ai nuovi senatori, cioè a 21 sindaci e 70 consiglieri regionali scelti praticamente a caso. Una vera follia.

Preso dal panico, ora Renzi cerca sponde per rimescolare le carte. Potrebbe, in prima battuta, provare a convincere Forza Italia a passare nel fronte referendario del «sì» in cambio di modifiche alla legge elettorale appena approvata, sostituendo il premio di lista con il premio di coalizione. Capirebbero gli elettori, soprattutto quelli del centrodestra, questa giravolta tattica?

Non penso, e comunque nessun leader di partito, come dimostrano le ultime elezioni amministrative, può garantire sugli umori e sull'obbedienza delle sue teoriche truppe. E allora? Se Renzi non volesse più andare alla conta nelle urne non gli resterebbe che rinviare il referendum, mossa che comunque lo indebolirebbe ulteriormente.

Per uscire dal pantano servirebbero non accordi sottobanco, ma nuove alleanze proiettate sul lungo periodo. Forza Italia si prepara. Le dimissioni, giunte ieri, di Mariarosaria Rossi da tesoriera del partito è una svolta che va oltre la persona e che in molti aspettavano. Finisce l'era del cosiddetto «cerchio magico», inizia quella dei tecnici che dovranno riorganizzare tutto.

In attesa che Silvio Berlusconi indichi la nuova rotta. E non sono escluse sorprese.

Commenti

CALISESI MAURO

Gio, 30/06/2016 - 15:27

no per carita' di danni ne sono stati fatti troppi, facciamo si che la baracca affondi e poi ripulisti totale! Nazareno 2 NOOOOOOOOO!!!!!!

moichiodi

Gio, 30/06/2016 - 15:57

21 sindaci e 37 consiglieri regionali scelti a caso. Perché? Non sono votati dai cittadini? Mi pare più a caso, i senatori scelti dalle segreterie e non dai cittadini. E il direttore la dà come "scoperta" di Tremonti.

PEPPINO255

Gio, 30/06/2016 - 16:11

Sappiamo che dal 2013, quando Berlusconi è stato cacciato dal Senato, non essendo Letta pienamente consenziente è stato "CREATO" Renzi che fa le veci di Silvio. Il programma? Fare la riforma prostituzionale che a Silvio è stata negata due volte e, giacché ci siamo, distruggere il PD, quello di sinistra, non quello renziano. Così stando le cose, il centro destra è il SOLO veramente interessato a far passare la riforma. Ed ecco subito le dichiarazioni di Confalonieri (più Fedele di così..) che esorta Berlusconi a sostenere Renzi...! Per buggerare gli italiani "attenti" bisogna esserne all'altezza...!

Aegnor

Gio, 30/06/2016 - 16:21

NO a prescindere,FUORI dall'ue e FUORI dall'euro

Aegnor

Gio, 30/06/2016 - 16:21

Pagherete caro,pagherete tutto.

robytopy

Gio, 30/06/2016 - 16:35

Sarà sicuramente Nazareno 2 poi 3 etc. etc. Gonfalonieri docet.

Rossana Rossi

Gio, 30/06/2016 - 17:20

Non rifacciamo altri pastrocchi che poi vengono regolarmente disattesi. Il pifferaio abusivo deve andare a casa.

unosolo

Gio, 30/06/2016 - 17:26

allora le leccate alla Francese non sono servite a nulla ? ma come durante il pranzo è andato a sollazzare tutti cercando adesioni e poi lo hanno lasciato solo a prendere calci dalla Anghela come la chiama lui ,che figura ,,,,,,,,,, sembrava il padrone di casa che andava a sentire se erano soddisfatti del prando e delle portate , ma dei gadget ?

Ritratto di combirio

combirio

Gio, 30/06/2016 - 23:49

Ma Prodi quando volle farci entrare a tutti i costi in Europa ci chiese 60 Miliardi di lire, inoltre sottostimò il valore della Lira, a cosa servì tutto ciò? Il Nostro Euro non doveva valere come gli altri? Finchè non avremo una Banca comune e una moneta uguale ci compreremo solo la schiavitù verso la Germania! La Germania non ci verrà mai incontro. Piuttosto meglio staccarsi e unirsi a chi la pensa come noi anche con gli Inglesi. facendo un Europa 2. Devono unire nella nuova Europa Politica, lavoro, e benessere verso i cittadini se no non ha senso. Ovviamente per guidare il passaggio ci vuole uno statista e non politici del fai da te.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 01/07/2016 - 10:24

Direttore, ma...stiamo parlando dello stesso Renzi? E' sempre, lui quello che "non andava più in Europa per farsi dare le lezioni per casa"? Il fanfarone, non solo va in Europa a farsi dare le lezioni per casa, ma poi le fa anche e sulle nostre spalle. E si dimostra anche molto diligente (vedi bail-in). Detto questo, sento parlare ultimamente di "dialogo" e di "disgelo" tra governo ed opposizione. Lei sa come la penso. Non è l'inizio della fine, è la fine.

Sabino GALLO

Sab, 02/07/2016 - 00:26

Il "nazareno1" ha avuto effetti devastanti. Il solo nome irrita la maggioranza degli elettori di F.I.! E non solo quelli di F.I., ma anche i suoi vecchi e nuovi interlocutori. Sembra impossibile e del tutto inutile ripetere l'esperimento. Il quadro politico italiano è cambiato ed è molto più complicato di quello di allora. Bisogna cercare soluzioni nuove e compatibili con la situazione attuale. Il Paese lo chiede!

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Sab, 02/07/2016 - 14:08

Sarò breve. quando un'azienda è prossima al fallimento, la colpa non è mai di "ALTRI" ma di chi sceglie squadra e obbiettivi. Se persevera è solo noia.

edo1969

Sab, 02/07/2016 - 17:36

Notizie dal nulla. Tra l'inaugurazione del Colosseo restaurato, la nuova gallinella e il pranzetto ad Arcore tutto va bene, basta, tra un rutto e l'altro, scrivere due coglionate da dare in pasto come biada agli asini che ancora lo leggono. Tutti i nodi verranno al pettine.