Paolo Ziliani si gode la sua pensione al lordo... In Portogallo

Il giornalista ha preso la residenza in Portogallo per intascare la pensione senza trattenute. E la sua vita, tra sole e mare, è cambiata in meglio

Per sfuggire al costo della vita in Italia potrebbe bastare andare all'estero. Ma se si è in pensione e la si vuole percepire al lordo e quindi senza trattenute, bisogna andare in Portogallo. Lo racconta in un'intervista al Fatto Quotidiano il giornalista Paolo Ziliani, ex commentatore sportivo di Mediaset e attuale collaboratore sportivo per il quotidiano di Marco Travaglio.

Perché proprio in Portogallo? Semplice. Grazie a un accordo bilaterale con l'Italia del 1980, dopo sei mesi e un giorno in residenza è possibile percepire per 10 anni la pensione al lordo, quindi senza il 37 per cento di trattenute previsto dal fisco italiano. Una buona notizia a cui se ne aggiunge un'altra: in Portogallo il costo della vita è molto basso.

La scelta di Ziliani è caduta su di un luogo legato alla storia italiana: Cascais, cittadina non distante dalla capitale Lisbona dove andò in esilio Re Umberto II dopo la sconfitta al referendum istituzionale del 2 giugno 1946.

A Cascais Ziliani ha espletato tutte le procedure previste dall'accordo bilaterale Italia-Portogallo: ha preso una casa in affitto e aperto un conto corrente.

Il tutto restando iscritto all'Aire, cioè il registro degli italiani all'estero. D'altronde Cascais è uno dei posti più belli di tutto il Portogallo, baciato da un clima mite e affacciato sul freddo ma bellissimo oceano Atlantico. E poi il già citato fattore economico: un passaggio in taxi costa 5 euro contro i 12-13 dell'Italia, mentre l'ombrellone 150 euro la settimana.

Per non parlare del mangiare, gradevole e sempre a buon prezzo, a patto di evitare i ristoranti turistici. La cucina portoghese non è varia come quella italiana, ma ogni sera è possibile gustare un piatto unico a base di carne o pesce, accompagnato da un abbondante contorno di riso bianco, insalata e pomodori. Prezzo di una cena per tre persone: 25 euro, un terzo che in Italia.

Ziliani ha trovato così il suo paradiso in Portogallo, da dove continua a raccontare ciò che succede in Italia nel mondo dello sport e in particolare nel calcio. Accusato dai tifosi juventini di partigianeria contro la società bianconera, Ziliani non ci fa neppure caso, accarezzato com'è dalla dolce brezza che spira nella baia di Cascais.