Papà ha aspettato il giorno per andarsene

Dopo le grida della notte, si è addormentato e si è preparato, elegante e beffardo, per affrontare il giorno

«Non andartene docile in quella buona notte, i vecchi dovrebbero bruciare e delirare al finire del giorno; infuria, infuria, contro il morire della luce. Benché i saggi sappiano alla fine che la tenebra è inevitabile, perché dalle loro parole non uscirono fulmini, non se ne vanno docili in quella buona notte. I probi, con l'ultima onda, urlando quanto splendide le loro deboli gesta si agiterebbero in una verde baia, s'infuriano, s'infuriano contro il morire della luce.

Gli impulsivi che presero il sole al volo e cantarono, imparando troppo tardi di averne rallentato il cammino, non se ne vanno docili in quella buona notte. Gli austeri, prossimi alla morte, accorgendosi con cieca vista che gli occhi spenti potevano brillare come meteore e gioire, s'infuriano, s'infuriano contro il morire della luce. E tu, padre mio, là sulla triste altura, ti prego, condannami o benedicimi, ora, con le tue lacrime furiose, non andartene docile in questa buona notte. Infuriati, infuriati contro il morire della luce».

Sono queste, esattamente queste, le parole che ho pensato quando ho visto mio padre morire nella notte di ieri, e che già da molti anni sentivo come le più vere al momento estremo della morte di un padre. E così è stato. Mio padre ha atteso il giorno per morire. Dopo le grida della notte, si è addormentato e si è preparato, elegante e beffardo, per affrontare il giorno. È morto nella luce, dopo essersi rivelato a me soltanto negli ultimi cinque anni, scrivendo alcuni libri bellissimi in cui ha parlato della sua vita, del fiume, di nostra madre, dei suoi figli. Conosceva molte cose, la poesia era nel suo cuore. Rimpiango che non ci abbia detto tutto, e abbia portato con sé una parte del mondo che ha visto e che non è riuscito a raccontarci.

Michele Ainis me lo ha scritto: «Caro Vittorio, ora sei più solo. Lui era un grande scrittore».

Commenti

dagoleo

Mer, 24/01/2018 - 10:20

Sentite condoglianze a Vittorio Sgarbi per la scomparsa del padre Giuseppe. Persona saggia e proba.

FrancoCOSTANTINI

Mer, 24/01/2018 - 16:25

Soltanto un'intelligenza superiore come quella di Vittorio Sgarbi poteva utilizzare le parole dell'immenso Dylan Thomas. Grande anche in questa triste occasione.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 24/01/2018 - 17:25

Purtroppo a causa della separazioni dei miei genitori non ho avuto occasione di stare insieme con mio padre, solo quando fu colpito da una grave malattia che lo porto via nel giro di un paio di mesi, ci siamo un po avvicinati negli ultimi giorni, ma come sempre, era troppo tardi sempre tardi per riprendere un vecchio discorso. Io ringrazio mio padr per avermi insegnato ad essere libero anche se puttaniere, condoglianze a te Sgarbi e alla tua famiglia

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 24/01/2018 - 17:53

Mi unisco sinceramente alle condoglianze a Vittorio Sgarbi

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 24/01/2018 - 18:48

Dico sempre che l'unica risposta al dolore ed alla morte è il silenzio. E non amo le espressioni di dolore, cordoglio, vicinanza, le sento sempre come atti dovuti, di circostanza, scontati; quindi, con un sottile velo di ipocrisia (specie quelle delle cariche istituzionali). Una volta tanto faccio eccezione. Condoglianze Sgarbi.

Anonimo (non verificato)

edo1969

Mer, 24/01/2018 - 19:06

Condoglianze a Vittorio Sgarbi

Agev

Mer, 24/01/2018 - 19:17

Condoglianze a Lei Vittorio Sgarbi e famiglia . Sono certo che nel suo divenire lo rincontrerà . Gaetano

gluca72

Mer, 24/01/2018 - 20:55

Disse Gesù "Dove nessuno può più accompagnarti e dove tu non puoi portare niente,là io ti aspetto per trasformare la tenebra in luce"(papa Benedetto XVI). Sentite condoglianze a Vittorio Sgarbi.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 24/01/2018 - 21:27

E’ morto nella luce. Nella luce che ogni vero uomo emana e che ha donato senza riserve. Che il Pensiero che ha generato l’Universo, sia la risposta a tutte le domande che nella sua vita sono rimaste sospese. Buon viaggio Dottor Giuseppe.

MOSTARDELLIS

Mer, 24/01/2018 - 21:35

Grande padre, grande figlio. Condoglianze.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 24/01/2018 - 21:50

La vita offre occasioni uniche e irripetibili e sta a ognuno carpire l'occasione che la fa meritevole di vivere. Con il senno di poi non si riparano i "danni" salvo acquisire una esperienza da "offrire" alle generazioni che ci seguiranno. La fortuna di Vittorio e stata quella di sapere di avere un padre che lo pensa e lo segue con lo spirito vigilante e negli ultimi scampoli di vita gli si era avvicinato consapevole. Condoglianze.

Rinascimento33

Mer, 24/01/2018 - 22:25

Porgo, ad un grande uomo, le mie condoglianze sincere per la perdita di un uomo grande: suo Padre.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Mer, 24/01/2018 - 22:31

... le più sentite Condoglianze a Vittorio Sbarbi e alla sua famiglia per la dipartita del padre. R.I.P.

elpovic

Gio, 25/01/2018 - 00:08

Sentite condoglianze caro Vittorio

nunavut

Gio, 25/01/2018 - 00:47

Sentite condoglianze Sig. Sgarbi e un RIP per il suo babbo.

tosco1

Gio, 25/01/2018 - 14:40

Condoglianze a Sgarbi e agli altri parenti. Conosco,haime', lo strazio di questo momento,quindi , con tanto affetto.

tuttoilmondo

Gio, 25/01/2018 - 14:41

Grande Vittorio. Tuo padre era sicuramente fiero di te. Condoglianze.

michettone

Gio, 25/01/2018 - 15:17

Dolce Vittorio, con poche, pochissime parole, oltre la vita, hai significato l'emozione, partecipandoci la tua pena. Recitiamo insieme: L'Eterno Riposo doni a Lui, o Signore, splenda per Lui, la Luce Eterna, riposi in Pace, Amen. Continua, come Lui ti ha insegnato!

Ritratto di CharlieBravo

CharlieBravo

Sab, 27/01/2018 - 19:06

Un fraterno abbraccio di solidarietà da chi ha avuto un padre che non si è concesso nemmeno negli ultimi momenti della sua vita ed ha portato con sé tutto del mondo che aveva visto.

AlessandroZanetti

Sab, 27/01/2018 - 22:11

Profesor Sgarbi ,con la sua professione ci ha aiutato a saper ascoltare la voce dei dipinti , delle sculture e di tante opere d'arte che ci aiutano a sentire le parole che i nostri cari passati ad Altra vita ci avrebbero voluto dire e altre nuove che ci vogliono far conoscere , condoglianze , pregherò per suo padre per lei e i suoi cari.