Il Papa contro il gossip: "Quando sparliamo siamo come assassini"

Francesco sulla scia della prima Lettera a Giovanni: "Parliamo di pace, pensiamo alle nostre armi quotidiane"

"In questi giorni stiamo parlando tanto della pace, vediamo le vittime delle armi, ma bisogna pensare anche alle nostre armi quotidiane: la lingua, le chiacchiere, lo spettegolare". Un invito chiaro, che papa Francesco rivolge ai fedeli nella prima messa celebrata dopo la pausa estiva, questa mattina a Santa Marta.

Parole che riprendono quelle dell'apostolo Giovanni, contenute nella prima lettera ai fedeli.  "Quello che nel suo cuore odia suo fratello - ricorda il Pontefice - è un omicida". E spesso "le nostre comunità, anche la nostra famiglia, sono un inferno dove si gestisce questa criminalità di uccidere il fratello e la sorella con la lingua!".  

L'invito rivolto dal Santo Padre è piuttosto quello a "vivere invece con il Signore ed essere 'come il Cielo'".

Commenti

Nadia Vouch

Lun, 02/09/2013 - 12:16

Purtroppo è che spesso, dietro a un certo modo di esprimersi, tanti hanno la presunzione di aver ragione, di essere nel giusto, se non persino di avere l'obbligo di giustiziare altri a parole. Chiedono ad altri se sono d'accordo con loro e, se questi altri dicono di sì, allora i giustizieri parolai credono di avere dei meriti. Comunque, queste parole di Papa Francesco riscaldano il cuore e speriamo che in tanti ci riflettano.

Roberto Casnati

Lun, 02/09/2013 - 12:22

Le parole sono pietre.

cgf

Lun, 02/09/2013 - 12:26

Sparlare con malignità è certamente colpa grave, godere delle disgrazie altrui rende complici, quanti biglietti mancati per il Paradiso!!

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Lun, 02/09/2013 - 14:04

Parlare continuamente male di una persona la si "demonizza" e nella parola stessa è presente il demone

bruna.amorosi

Lun, 02/09/2013 - 14:55

COME HA RAGIONE SANTO PADRE .. ma purtroppo quì in ITALIA ci campano testate giornalistiche che chiamarle FOGNE è un eufemismo perciò se lei può chiami i pettegoli di REPUBBLICA DEL FATTO QUOTIDIANO .DELL'UNITA' DELL'ESPRESSO . e veda se può di farle capire che sono fuori dalla grazia di DIO .perchè di odio verso un uomo ne hanno da vendere .

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 02/09/2013 - 15:01

Quante verità dimenticate nel corso dell'attuale decadenza

egi

Lun, 02/09/2013 - 15:29

Si riferiva a Don GALLO??? lo spero

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Lun, 02/09/2013 - 15:57

Santità allora sarebbe opportuno richiedere l'arresto immediato dei giornalisti di Repubblica e del Fatto Quotidiano per omicidio volontario e continuato. Non si potrebbe applicare anche la pena accessoria di scomunica con conseguente sepoltura in suolo sconsacrato delle loro anime nere?

Tarantasio.1111

Lun, 02/09/2013 - 16:18

Nadia Vouch: Non bisogna mai sperare che in tanti ci riflettano. L'uomo è biblicamente feroce verso i suoi simili, per questo abbiamo le religioni che cercano di ammansirlo ma, per riuscire in questo, bisogna che le parole dette da Papa Francesco, vengano ripetute dal pulpito anche dai preti, spiegando il male che si reca al prossimo e a se stessi quando si uccide con la lingua... invece la maggior parte dei preti questo discorso non lo sanno fare, anzi assecondano per restare a conoscenza dei pettegolezzi cittadini. Purtroppo.

82masso

Lun, 02/09/2013 - 16:19

bruna.amorosi...invece Il Giornale che ha dedicato giorni e giorni sul colore dei calzetti di una persona? Per non parlare "Chi" braccio armato della propaganda berlusconiana.

yulbrynner

Lun, 02/09/2013 - 16:28

x tarantasio non servono le religioni basta il comune BUON SENSO.

chiara 2

Lun, 02/09/2013 - 16:30

In questo mi trova praticamente d'accordo. Il brutto vizio di "sparlare" toglie dignità a chi lo pratica ma soprattutto lede chi lo subisce. Non si tratta di gossip ma di maldicenza.

bruna.amorosi

Lun, 02/09/2013 - 16:31

82MASSO un conto sono i calzini e un conto è la difesa della categoria perchè per i kompagni chi scrive su questo giornale (ma voi potete postare )sono dei leccaculi (parole vostre ) invece gli altri tutti santi in terra . ma cosa strana io non ho mai postato perchè non me lo hanno permesso se non dici male di uno solo SILVIO BERLUSCONI. ti è chiaro il discorso ? .

Nadia Vouch

Lun, 02/09/2013 - 16:43

@Tarantasio.1111. Buonasera. Non so se sia così, ma credo che i sacerdoti siano uomini con pregi e difetti. Va bene che qualcuno di autorevole mi indichi se sbaglio, ma poi, se in me stessa non ho il terreno fertile, sarà come niente. Oggigiorno, persino chi è chiamato a esprimersi dal pulpito, deve tenere conto della suscettibilità di chi ascolta. Non è facile.@bruna.amorosi. Buonasera anche a Lei, che trovo "grande" per la capacità di prendere a schiaffi indolore altri, come nei film con Bud Spencer e Terence Hill. Le Sue sono parole vispe, pepate, ma mai cattive. Cari saluti.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 02/09/2013 - 16:48

Che grande uomo questo PAPA ha il coraggio di dire ciò che tutti gli altri non vedono e non hanno il coraggio di ammetterlo.

82masso

Lun, 02/09/2013 - 17:04

bruna.amorosi...Qua stiamo parlando di gossip e non mi interessa dei post su altri forum di altri giornali perchè non è affar mio... anche perchè stai parlando con un non elettore ciò del popolo della scheda bianca quindi sono inattaccabile. Tu proprio non ti rendi conto che certi articoli, qui, sono creati ad arte per far abbaiare certi lettori, su certi articoli non si leggono disamine ma solamente colori di calzini, multe non pagate dieci anni fà, per non parlare dei baci della Boccassini trentanni fà, ricordi?... devo andare avanti? questo è Gossip.

Tarantasio.1111

Lun, 02/09/2013 - 17:21

Nadia Vouch. Anche Papa Francesco è un uomo con pregi e difetti ma, ha dimostrato, anzi, sta dimostrando di avere.... come si dice: " le palle" come a dire che: se queste non le hai, cambia mestiere... purtroppo bisogna insegnare alla gente a riflettere sulla propria coscienza, al male che si può fare con certe azioni, invece, fin da piccoli non ci hanno insegnato questa riflessione, per i preti è più facile intimorirci stoppandoci con l'inferno che troveremo ma, l'inferno nel frattempo lo creiamo qui sulla terra rovinandoci quel bene unico e irripetibile che è la nostra vita. Rispettarci a vicenda vuol dire amare Dio. Ciao

Tarantasio.1111

Lun, 02/09/2013 - 17:23

82 maso. visto che sei una scheda bianca... dovresti stare zitto. Su tutto.

Paolo Perticaroli

Lun, 02/09/2013 - 17:24

@Nadia Vouch: confermo la veridicità di quanto asserito da Tarantasio.1111 ricordando quanto accadutomi qualche tempo fa. Una Domenica a Messa il Vangelo delle Beatitudini, il celebrante francescano da cui ti aspetti una predica il linea con lo spirito del Santo Fondatore ed una alquanto strana dimenticanza (omissione volontaria,dico io. Mea culpa): snocciolate tutte le Beatitudini con dovizia di particolari, chiude la predica senza il benchè minimo accenno al "Beati voi quando vi calunnieranno e mentendo..." lasciando a bocca asciutta me che lo attendevo al varco. Sa come si dice: homo homini lupus, ma fra cani non si mozzicano. Cave Ecclesiam.

gneo58

Lun, 02/09/2013 - 17:32

per Tarantasio 1111 - con il suo commento delle ore 17.23 si e' dato la zappa sui piedi

Nadia Vouch

Lun, 02/09/2013 - 17:34

@Tarantasio.1111 e @Paolo Perticaroli. Vi dico solo una cosa che mi è accaduta e lascio a ciascuno la riflessione privata. Al funerale di mia madre, sapete cosa fece il celebrante? Disse che di sicuro anche mia madre doveva aver combinato qualche birichinata nella sua vita, ma che comunque accederà non ricordo se al purgatorio o al paradiso. Poi, parlò di se stesso e di quanto si sentiva un miracolato e di cosa era il senso della vita. Nel dolore, non avevo la forza di dirgli di tacere. E nemmeno potevo andarmene. Poi, seppi che anche con altri aveva tenuto lo stesso comportamento. Comprendo il calo delle vocazioni, ma tutto dovrebbe avere un limite. Cordialità

gneo58

Lun, 02/09/2013 - 17:36

per Tarantasio 1111 - se non avesse capito il mio commento di poco fa ....... chi non va piu' a votare (sottoscritto incluso) e' automaticamente "SUPER PARTES" e credo che i commenti di chi non sta' né da una parte né dall'altra siano da considerare "buoni" come i suoi se non migliori.

yulbrynner

Lun, 02/09/2013 - 18:20

ma loonoscete il buon senso ve l hanno insegnato i vostri genitori? ioho molti dubbi in merito. .. perche va tutto a catafascio.. ma x carenza del medesimo... comunque continuate cosi' sara il testino e il tempo poi a dire chi ha ragione.

Oraculus

Lun, 02/09/2013 - 19:12

Fossi io Papa terrei chiusa la mia bocca , i media stanno come insidie per magnificarne i contenuti in ogni momento che lui la apre...troppi messaggi quotidiani tolgono stime a lui come a chi le dice e alla fine annoiano chi le ascolta. La sacralita' della figura dovrebbe essere mostrata solo in rare occasioni , altrettanto dicasi quella delle parole che con la voce che le accompagna dovrebbero suscitare attenzione e commozione al solo udirle. Invece come la stessa minestra di tutti i giorni...alla fine puo' anche disturbare non solo lo stomaco.... Lasciamolo un po' in pace Papa Francesco...chi lo vuole vedere o ascoltare dovrebbe avere una sola possibilita' , quella di andare a Citta' del Vaticano...

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Lun, 02/09/2013 - 19:45

Ragazzi, questo è l'unico papa che anzichè elogiare le vecchie perchè vanno a messa le redarguisce per la lingua appuzzita. Finalmente!