Il Papa bacchetta le cooperative: "Il capitale non comandi l'uomo"

Duro attacco del Santo Padre: "Oggi l'aria della corruzione arriva dappertutto". Poi l'appello: "Fra crescere l'economia dell'onestà"

"Al centro sempre la persona, non il Dio denaro". Incontrando al mondo delle cooperative durante l’udienza in Sala Nervi alla Banca di Credito Cooperativo di Roma, papa Francesco ha ribadito la necessità di "un uso solidale e sociale del denaro, nello stile della vera cooperativa, dove non comanda il capitale sugli uomini, ma gli uomini sul capitale". "Dovete continuare - ha chiesto il Santo Padre ai bancari - a essere un motore che sviluppa la parte più debole delle comunità locali e della società civile, pensando soprattutto ai giovani senza lavoro e puntando alla nascita di nuove imprese cooperative".

"In questo tempo dove l’aria della corruzione viene dapertutto, far crescere l’economia dell’onestà". Ai 7 mila presenti all'incontro, papa Francesco ha chiesto non solo di essere onesti ("Questo è normale!"), ma di "diffondere e radicare l’onestà in tutto l’ambiente". Quello della banca è per il Santo Padre "un mestiere delicato" che "richiede grande rigore". In particolar modo se si tratta di una banca cooperativa. A questa è chiesto qualcosa in più, ovvero di "cercare di umanizzare l’economia" e di "unire l'efficienza con la solidarietà". Così, ai dirigenti e ai dipendenti della più grande cooperativa bancaria d’Italia, Bergoglio ha ricordato anche un’altra parola importante nella dottrina sociale: la sussidiarietà. "Come banche di credito cooperativo avete messo in pratica - ha osservato - la sussidiarietà quando avete affrontato le difficoltà della crisi con i vostri mezzi, riunendo le forze, e non a spese degli altri". E ha fatto notare che la sussidiarietà porta a "non pesare sulle istituzioni e quindi sul Paese quando si possono affrontare i problemi con le proprie forze, con responsabilità".

Durante l'incontro in Sala Nervi, papa Francesco ha chiesto ai presenti di andare avanti "nel cammino di integrazione delle banche di credito cooperativo in Italia". "Non solo perché, come si dice, l’unione fa la forza, ma perchè bisogna pensare più in grande, allargare l’orizzonte".

Commenti

Nonmimandanessuno

Sab, 12/09/2015 - 13:50

Che percentuale degli introiti usa la Caritas per il proprio sostentamento?

@ollel63

Sab, 12/09/2015 - 13:56

rimandatelo in argentina.

vince50_19

Sab, 12/09/2015 - 14:02

.. 'nzomma.. "Santità" perdoni: la chiesa ha un capitale sparso in tutto il mondo di 2000miliardi di euro, ergo..

Max Devilman

Sab, 12/09/2015 - 14:20

Insomma, il Papa usa la sua visibilità per attaccare il suo competitor nel mercato che conta in questo momento: la gestione migranti. Onlus/cooperiative di sinistra contro caritas/parrocchie, la guerra per i 35 euro al giorno è nel suo pieno svolgimento, insomma, si parla di miliardi di euro non di bruscolini. Un consiglio che vi darei è di fare cartello....sempre se non lo avete già fatto, visto che nell'azione politica e di marketing state già ampiamente collaborando.

isolafelice

Sab, 12/09/2015 - 16:20

Mi chiedo sempre più spesso da dove gli vengano le idee che esterna così retoricamente. Il Sartori del Corriere non mi è mai piaciuto ma l'ultima sua esortazione in merito (Bergoglio lasci stare la politica e faccia il suo mestiere) è pienamente condivisibile.

Palladino

Sab, 12/09/2015 - 16:31

lo conoscete il giochino:uno a te,uno a me. Orsu' senza litigare,ce n'è per tutti.

clamor

Sab, 12/09/2015 - 17:19

Discorso giusto che troverebbe appoggio unanime se almeno una volta nel suo pontificato si rivogesse in modo duro e convinto contro quei farabutti patentadi di Bilderberg, e non così, con una pacca sulle spalle ed in vie traverse !

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 12/09/2015 - 17:34

Perché MARCELLO VENEZIANI non torna a casa? La sa raccontare meglio. -riproduzione riservata- 17,34 - 12.9.2015

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 12/09/2015 - 17:48

Questo papa voleva una chiesa "povera" con 2000 miliardi di euro di capitale???? Ho forse capito male???

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 12/09/2015 - 18:17

mandatelo in africa! quello è il suo posto

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 12/09/2015 - 18:47

Il "capitale" non comandi l'uomo!... ma se avesse aggiunto "quello di Karl Marx" - ormai fuori tempo - sarebbe stato più credibile.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 12/09/2015 - 18:49

Mancava solo questo: adesso che il Papa ha detto "meno corruzione e più onestà" , da domani la società cambierà!

brunog

Dom, 13/09/2015 - 00:01

Si racconta che una volta un Papa prima di affacciarsi sulla piazza della Basilica di San Pietro per l'Angelus domenicale avesse chiesto al suo segretario: ma quella gente come vive, al che il segretario rispose: Santita' si fregano uno con l'altro. Dopo alcuni secondi chiese di nuovo allo stesso segretario: ma non come viviamo? Santita' noi freghiamo loro. In altre parole, la predica viene dal pulpito sbagliato.

zingozongo

Dom, 13/09/2015 - 08:31

papa bergoglio cerca di svegliare le coscienze oramai addormentate dei cosidetti "cattolici da pasticceria ", cristiani da salotto impegno difficile ma molto meritevole

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Dom, 27/09/2015 - 17:28

quando parlerà della corruzione e della falsità dell'orribile baraccone che è lo "stato vaticano" ? Ma il Cristo non diceva che il suo regno era nell'alto dei Cieli? Che tristezza 'sta chiesa che predica bene ma razzola MOLTO male......