Papa Francesco contro l'usura: "È inumana e non cristiana"

Il Pontefice ha tenuto la consueta udienza generale del mercoledì, scagliandosi contro quella che ha definito "una piaga sociale per le famiglie"

Papa Francesco contro l'usura: nella cornice della consueta udienza generale del mercoledì in Piazza San Pietro, il Pontefice si è scagliato contro la piaga dell'usura, definita non cristiana e inumana. Rivolgendosi alle fondazioni della Consulta Nazionale Antiusura guidate dall'arcivescovo di Bari, monsignor Francesco Cacucci, il Santo Padre ha ricordato che "quando una famiglia non ha da mangiare perché deve pagare il mutuo agli usurai, no, quello non è cristiano, non è umano. L'usura è una piaga sociale che ferisce la dignità della persona umana."


Come riporta Avvenire, papa Francesco ha esortato i genitori presenti in piazza a proseguire l'educazione cristiana dei propri figli facendoli accostare al sacramento della cresima, che spesso non riceve la stessa attenzione conferita al battesimo. Francesco ha poi elencato i sette doni dello Spirito Santo, introducendo la prossima catechesi, che seguirà proprio quella sui sacramenti. A margine il Pontefice ha anche rivolto un saluto agli operai della Shellbox di Castelfiorentino, in pellegrinaggio a Roma insieme all'arcivescovo cardinal Betori. "Si faccia ogni sforzo possibile da parte delle competenti istanze - ha detto - perché il lavoro, che è sorgente di dignità, sia preoccupazione centrale di tutti."
Mentre il papa avanzava sulla vettura bianca verso la basilica di San Pietro, dalla folla gli è stato consegnato tra le mani un pappagallo verde; dopo pochi secondi, però, il volatile è tornato ai suoi proprietari, i rappresentanti dello spettacolo viaggiante di Bregantino. Il Pontefice ha ricevuto in dono, tra l'altro, un ritratto che lo raffigura e una maglia del San Lorenzo