Papa Francesco come Wojtyla: "Giovani, andate controcorrente”

Oltre 100mila giovani in San Pietro. L'augurio di Bergoglio ai cresimandi: "Scommettete su grandi ideali, andate oltre le piccole cose"

Papa Francesco saluta i fedeli

"Cari amici, spalanchiamo la porta della nostra vita alla novità di Dio che ci dona lo Spirito Santo, perchè ci trasformi, ci renda forti nelle tribolazioni, rafforzi la nostra unione con il Signore, il nostro rimanere saldi in Lui: questa sarà una vera gioia". Con queste parole il papa Francesco ha concluso l’omelia nella Santa Messa per cresimandi e cresimati. Invitando a "spalancare la porta" a Dio il Pontefice ha usato la stessa espressione che papa Giovanni Paolo II aveva scelto all’inizio del suo pontificato nel 1978.

Centomila ragazzi si sono radunati in piazza San Pietro per la celebrazione presieduta dal Santo Padre: erano i cresimandi e i cresimati di tutto il mondo, giunti pellegrini a Roma in occasione dell’Anno della Fede. Nel corso della Santa Messa di questa mattina, il Pontefice ha amministrato il sacramento della Confermazione a 44 di loro. "Dio ci dà il coraggio di andare controcorrente, sentite bene giovani. Non ci sono difficoltà tribolazioni, incomprensioni che ci devono far paura", ha detto Bergoglio invitando i ragazzi presenti in San Pietro di scommettetr su grandi ideali: "Non siamo stati scelti dal Signore per 'cosine' piccole ma per cose grandi". Finita la Messa, papa Francesco si è quindi avvicinato al gruppo dei 44 ragazzi che ha cresimato. A ciascuno ha chiesto il nome e la città di provenienza. Accanto a lui monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la Nuova evangelizzazione, che ha preparato l’evento ed era a conoscenza delle storie di tutti i ragazzi. Una ragazza ha detto: "Santo Padre, è il giorno più importante della mia vita".

Commenti

nalegior63

Dom, 28/04/2013 - 19:37

osate fate quello che il cuore vi dice non quello che la ragione plagiata da idealismi pecorai tipo il komunismo o il bilancio economico statale o l EURO o deutcshland uber alles o i am american o inglese o ecc....

vince50

Dom, 28/04/2013 - 21:01

Se avessimo dei politici minimamente paragonabili a papa Francesco,potremmo tornare a sorridere.Purtroppo probabilmente non li meritiamo,oppure siamo condannati dall'ingrato destino che ci perseguita.

Luca63

Lun, 29/04/2013 - 08:13

Dovete sottolineare che è un appello pericoloso: qualcuno potrebbe prenderlo alla lettera e compiere qualche stupidaggine.

gicchio38

Lun, 29/04/2013 - 08:14

SANTO PAPA FRANCESCO. CI VOLEVA UNA PERSONA ONESTA EPURA COME LEI PER RIDARE UN PO' DI OSSIGENO A QUESTO POPOLO SULL'ORLO DELL'ASFISSIA TOTALE. CHE IL SIGNORE TI LASCI CON NOI PER SEMPRE. LA FEDE RIPRENDE A RESPIRARE. LUIGI TAURO

mbotawy'

Lun, 29/04/2013 - 16:42

Apprezzo la umilta' e la semplicita' di Papa Francesco,ma non deve esagerare in questo.Lui e' il Papa, il capo supremo della Chiesa Cattolica e non il parroco di una parrocchietta.