Il Papa tra i terremotati a Camerino: "Mai perdere la speranza"

A tre anni dal sisma che ha colpito la diocesi di Camerino, il Papa fa visita alle famiglie dei terremotati, che vivono ancora tra le macerie e nelle casette

"Grazie Francesco", ripetono in coro le famiglie a Camerino. Qualcuno ha preparato una torta per lui e tutti vogliono offrirgli qualcosa. Oggi il Papa visita le zone terremotate della diocesi di Camerino-San Severino Marche, colpite dal sisma del 2016 e in una situazione ancora precaria.

Francesco, questa mattina, ha incontrato le famiglie, ancora sistemate nelle strutture abitative di emergenza, abbracciando le persone incontrate, tra cui molti anziani, e rivolgendo loro parole di speranza e incoraggiamento: "Guardare sempre avanti, mai perdere la speranza", dice a quanti gli porgono una mano in segno di gratitudine e per ottenere un po' di conforto. Le famiglie, in cambio, raccontano al Santo Padre la loro esperienza e la situazione post terremoto, ancora precaria. "Grazie dell'accoglienza- ha detto Papa Francesco- avrei voluto visitare ogni casa ma non è possibile e per questo vi saluto da qua e do la benedizione a tutti. Sono vicino a ognuno di voi e prego per voi perché questa situazione si risolva il più presto possibile. Grazie per la pazienza e per il coraggio. Pregate per me".

Poi, Bergoglio è stato scortato nella zona rossa dai vigili del fuoco ed è entrato nella cattedrale di Camerino, rimasta fortemente danneggiata dal sisma del 2016 e ha deposto i fiori ai piedi di una statua della Madonna "ferita" dalle scosse. A Camerino, su 526 chiese, 350 sono inagibili e le messe, dal giorno del terremoto ad ora, sono state celebrate negli alloggi provvisori.

Oggi il Papa ha incontrato i sindaci dei 32 comuni della diocesi e celebrato la messa con l'Angelus in piazza Cavur e, dopo il pranzo, tornerà a Roma. Durante l'omelia ha rassicurato i fedeli: "Mentre quaggiù troppe cose si dimenticano in fretta, Dio non ci lascia nel dimenticatoio". Poi ha aggiunto: "Nessuno è disprezzabile ai suoi occhi, ciascuno ha per Lui un valore infinito: siamo piccoli sotto al cielo e impotenti quando la terra trema, ma per Dio siamo più preziosi di qualsiasi cosa". Ma che cos'è l'uomo, di fronte alla potenza del mondo, che può crollare in un attimo? E la risposta del Pontefice arriva chiara: "Di noi, così come siamo, con le nostre fragilità, Dio si ricorda. Nell'incertezza che avvertiamo fuori e dentro, il Signore ci dà una certezza: Egli si ricorda di noi. Si ri-corda, cioè ritorna col cuore a noi, perchè Gli stiamo a cuore".

Poi, Bergoglio lancia un appello, affinché Camerino non finisca nel dimenticatoio: "Sono passati quasi tre anni e il rischio è che, dopo il primo coinvolgimento emotivo e mediatico, l'attenzione cali e le promesse vadano a finire nel dimenticatoio, aumentando la frustrazione di chi vede il territorio spopolarsi sempre di più. Il Signore invece spinge a ricordare, riparare, ricostruire, e a farlo insieme, senza mai dimenticare chi soffre".

Commenti

agosvac

Dom, 16/06/2019 - 13:39

Egregio Papa Francesco, con la sua speranza i terremotati vivono ancora in baracche. Con il tanto vituperato Berlusconi almeno vivevano in casette di legno con tutti i confort!

ziobeppe1951

Dom, 16/06/2019 - 14:00

Se la cava con poco...mai perdere la speranza...l'avrei saputo dire anch’io

mimmo1960

Dom, 16/06/2019 - 14:16

Abbiamo speso miliardi per accogliere i migranti negli ultimi anni pero' gli italiani sofferenti la speranza non devono perderla, ma!!!

Aegnor

Dom, 16/06/2019 - 14:17

Buffone

il_Caravaggio63

Dom, 16/06/2019 - 14:37

si fa presto, 3 parole e tutto finito, notare comunque come sono masochisti gli taliani, regione terremotate : marche , emilia romagna, umbria, lazio, tutte regioni a guida pd da sempre, che li lascia tra macerie e condizioni disagitae, e questi continuano a votarli, forse di star così se lo meritano anche un pò.

fenix1655

Dom, 16/06/2019 - 14:57

Con i soldi dell'ICI arretrata che il Vaticano deve al paese, si ricostruirebbe tutta l'area terremotata. Fatti, non semplici chiacchiere e morale per gli altri!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 16/06/2019 - 15:28

MA GUARDA CHE MIRACOLO HA FATTO IL BERGOGLIO!DOPO 3 ANNI LUI SI É RICORDATO DEI TERREMOTATI!SE ERANO PROFUGHI LUI ERA STATO GIA LI DURANTE IL TERREMOTO!.

justic2015

Dom, 16/06/2019 - 21:24

Al paese che non è mio che ho lasciato tanto tempo fa si diceva che chi di speranza vive disperato muore perciò finiscela di dire cassate pagliaccio vestito da prete fasullo.