Papa ai fidanzati: "Leggete di Renzo e Lucia. Capolavoro sul matrimonio"

Dal Vaticano l'invito a una maggiore sobrietà e a riscoprire il senso cristiano della vita di coppia

I Promessi sposi sono un ottimo modo per spiegare il percorso di due fidanzati, dalla conoscenza al matrimonio. Un'opera grande che "è necessario i ragazzi conoscano". A rivolgere agli italiani questo inviti è stato papa Francesco, che in udienza generale ha ricordato come la storia di due persone "che hanno subito anche difficoltà" sia importante, "un capolavoro sul fidanzamento".

Le parole del Papa non sono estemporanee, ma piuttosto inserite in un discorso complessivo sul senso cristiano del matrimonio. Un'unione che non può essere "il matrimonio express", ma che invece deve arrivare da un lavoro "sull'amore, bisogna camminare, e l'alleanza dell'amore dell'uomo e della donna si impara, si affina".

In vista del sinodo sulla famiglia, Francesco ribadisce come si debba pensare al matrimonio come al "fare di due vite una vita sola", considerarlo "forse un miracolo, un miracolo della libertà e del cuore affidato alla fede". Il Papa mette in guardia: "Le nostre coordinate sentimentali sono andate un po' in confusione: chi pretende di volere tutto e subito, anche cede tutto e subito, alla prima difficoltà o alla prima occasione".

L'invito del Pontefice riguarda anche la celebrazione delle nozza, che dovrebbe essere "diversa, non mondana", ma piuttosto "celebrata in modo cristiano".

Commenti

ammazzalupi

Mer, 27/05/2015 - 12:48

Caro papa, potevi risparmiarti anche questa uscita. Il matrimonio, ormai, è diventato il MIGLIOR INVESTIMENTO. Ma SOLO per le donne. Gli uomini sono ridotti al pari della CASSAFORTE che, nella migliore delle ipotesi, verrà saccheggiata al primo stormir di fronde. Il matrimonio? UNA BOIATA PAZZESCA!!!!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 27/05/2015 - 13:32

Se il papa legge il capolavoro di Manzoni, il diavolo e l'acqua santa, è strano che legga anche la Repubblica del De Benedetti. Infatti gli spacciatori di droga sono meno colpevoli di chi asfissia la gente perché se uno la droga non la vuole non se la fuma, invece falsificando gli strumenti per non mettere i depuratori il De Benedetti, costringe la gente ad intossicarsi. Infatti, secondo gli organi competenti, l'avido ingegnere ha causato la morte di mezzo migliaio di persone. Ora, così come normalmente non si leggono i giornale degli spacciatori di droga, è bene che il papa non legga nemmeno il giornale del De Benedetti. Meglio il Manzoni. Oppure, nel nostro piccolo, molto meglio il Giornale di Sallusti.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 27/05/2015 - 15:23

BERGOGLIO; VAI A LEGGERTI LA REPUBBLICA!É NON ROMPERE LE SCATOLE AD ALESSANDRO MANZONI!!!.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mer, 27/05/2015 - 17:00

Fate tacere questo ricchione comunista

Giacinto49

Mer, 27/05/2015 - 17:21

Santità, non basta invitare. Reinoltro la preghiera: guinzaglio corto per le pecorelle. Grazie.

Totonno58

Mer, 27/05/2015 - 17:56

Mo'basta, Francè...non basta la politica che da anni si raggomitola su matrimonio, convivenze, unioni civili ecc.ecc.non farti trascinare pure tu a parlare di famiglie, fidanzati, nun cià facimm' 'cchiù!