Al parà eroe negata la tomba militare: "Colpa di un cavillo burocratico"

Alessandro Romani è morto sette anni fa combattendo in Afghanistan. Oggi gli è negata la tomba militare solo perché la domanda è stata presentata in ritardo

Alessandro Romani è stato insignito della Medaglia d'oro al valor militare e della Croce d'Onore alla memoria. Sette anni fa è caduto in Afghanistan mentre stava combattendo con la Task Force 45. Al tempo era capitano incursore del Nono Reggimento d'assalto paracadutisti "Col Moschin". A questo eroe, che ha rappresentato l'Italia in una guerra lontana, lo Stato sta negando la tomba militare. "È colpa di cavilli burocratici...", dicono. Ma suo padre Carlo non è disposto a cedere davanti a questa ingiustizia. E, come racconta Laura Bogliolo sul Messaggero, ce la sta mettendo tutta "per dare al figlio l'onore che merita".

Quando era arrivato a combattere in Afghanistan, Alessandro Romani era considerato da tutti un veterano. Nato a Roma il 18 luglio 1974, aveva numerose esperienze in missione all'estero. Eppure ha trovato la morte nella provincia di Farah. Lì è stato colpito durante un'operazione scattata per catturare alcuni terroristi che avevano piazzato un ordigno sulla strada nel distretto di Bakwa. Era decollato dalla base di Farah a bordo di un elicottero Chinook del Raggruppamento elicotteri per operazioni speciali (Reos). Al suo fianco c'erano due A-129 Mangusta: avrebbero dovuto neutralizzare le minacce, invece non sono riusciti a evitare l'attacco. Da subito le condizioni di Alessandro sono apparse gravi, anche se i medici non lo credevano in pericolo di vita dal momento che era stato colpito alla spalla. Nel giro di poche ore, però, il quadro clinico si era aggravato e il militare era deceduto.

Al dramma della morte di un nostro soldato si aggiunge oggi il dramma di uno Stato che non è capace di rendergli onore. Come ricorda il Messaggero, infatti, non gli stata ancora concessa una tomba. "È una questione di onore – spiega il padre Carlo intervistato dal quotidiano romano – e poi nell’area militare del Verano non ci sono loculi, ma si sta a terra... c’è più aria". In ballo c'è il dipartimento Tutela Ambientale e un cambio di loculo. Un pasticcio all'italiana, insomma. Perché, in realtà il "cambio di loculo" non ha nulla a che fare con la richiesta della famiglia di Alessandro di traslare il corpo del figlio nell'area militare del Verano. Invece, come ricostruisce il Messaggero, il capitano è stato sepolto in un loculo del cimitero monumentale e non nella zona riservata ai militari. E qui ad aggiungersi il cavillo burocratico: la domanda è stata presentata tre mesi dopo la scadenza. E così ad Alessandro non è stato tributato l'onore che merita.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 18/06/2017 - 12:27

Cavillo creato ad arte, si sa, la sinistra odia l'esercito, tranne quando deve far bella figura con gli ospiti, poi finiti gli ospiti, li denigra, li maltratta e li dimentica! questa è la sinistra, signori, e se la votate ancora, ci saranno altri casi come questo!!

Albius50

Dom, 18/06/2017 - 12:32

Purtroppo l'ITALIANO come persona NON ESISTE + ci sono gli altri foraggiati dalle COOP GOVERNATIVE.

Cesare46

Dom, 18/06/2017 - 12:42

Nulla di che meravigliarsi, questo è solo uno dei cavilli burocratici. Il problema è che i cavilli sono a migliaia, scritti da burocrati imbecilli e vengono applicati da migliaia di burocrati doppiamente imbecilli.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 18/06/2017 - 12:55

Non sapevo che per morire per la Patria si debba ... morire a tempo.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 18/06/2017 - 12:58

----mortimermouse---caro mortimer --340 soldati italiani sono morti per tumore ed altri 4000 si sono ammalati per uranio impoverito a partire dai primi anni 90 con le missioni in Kosovo, Iraq, Afghanistan e compagnia cantante--non hanno ricevuto neppure un euro---vai a controllare sotto quali governi tutto ciò è successo e taci per carità di patria---swag

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 18/06/2017 - 13:12

Mica era un migrante.....

rossini

Dom, 18/06/2017 - 13:29

Chissà come sarà contenta la Boldrini!

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 18/06/2017 - 13:49

Mi chiedo: ma Mattarella, Gentiloni, Grasso e Boldrini su questo caso non hanno niente da dire?. Spero che gli organi di stampa diano voce a questa "miserabile vicenda" in modo da rendere bene informati i Cittadini, in particolare coloro che intedessero "servire lo Stato".

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 18/06/2017 - 14:24

elkid, aggiunga i morti e malati di linfoma per colpa dei vaccini.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 18/06/2017 - 14:25

Capito, c'è il cavillo. Come dire, qui c'è una riga sulla soglia del negozio, il ladro non può oltrepassarlo.

challant

Dom, 18/06/2017 - 14:28

elkid patetico megafono delle fake news di regime. Possibili i 340 morti e 4000 malati di tumore, impossibile che ciò sia stato causato dall'uranio impoverito, che è il classico quanto improbabile capro espiatorio (ovviamente Made in USA) usato per mondare le proprie coscienze sporche (vaccini? Profilassi sbagliate?).

CARLOBERGAMO50

Dom, 18/06/2017 - 16:01

VERGOGNA ITALIANA CON I PIDIOTI AL POTERE NON PUO' ESSERE DI DIVERSO. COSA RISPONDE LA MINISTRA DELLA DIFESA????

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Dom, 18/06/2017 - 16:28

Burocrazia che nega il riconoscimento per un nostro militare (?) e burocrazia che permette di avere un aula intestata a Giuliani in parlamento (!!)

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 18/06/2017 - 17:20

Articolo confuso, ma all'atto della prima sepoltura non ci hanno pensato? Mi sembra tutto così strano anche perché purtroppo non è ,a prima vo,fa che perdiamo un uomo all'estero. Ma credo che il capitano Romani di lassù trovi queste beghe un po' piccine.

Giova55

Dom, 18/06/2017 - 18:45

Ma non c'era una legge per cui il responsabile del procedimento burocraticodoveva essere citato in calce? O sbaglio!? Nome e cognome please

Italiano-

Dom, 18/06/2017 - 21:03

E che miseria!!! Un cavillo? Si superi. Alessandro Romani ha dato la propria vita. Fateci sapere se si trova degna sepoltura, da eroe. Una preghiera per lui e la sua famiglia.

carmann

Dom, 18/06/2017 - 22:56

condivido mortimermouse. la sinistra, le boldrine varie disprezzano chi indossa la divisa per difendere la patria. io penso che se in ballo c'era' un partigiano avrebbero subito sbolognato un defunto per fargli posto. io spero che gli italiani evitino di rimandare in parlamento la boldrini e la pinotti.

Filippolamonaca

Lun, 19/06/2017 - 00:17

maledetta burocrazia, l'Italia morirà di burocrazia

baronemanfredri...

Lun, 19/06/2017 - 08:24

ELKID TI RICORDO CHE CENTINAIA DI MIGLIAIA DI RAGAZZI E RAGAZZINI, CLASSE DI FERRO 1899, SONO MORTI E NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE SONO MORTI PER FARE UN PAESE UNA NAZIONE GRANDE E LIBERA. MA CONSIDERANDO COME HANNO RIDOTTO QUESTA SCHIFOSA NAZIONE SONO MORTI PER NULLA. SONO MORTI PER NULLA PER VEDERE UNO COME TE CHE E' INGRADO E SPUTA SUL LORO VALORE E ONORE. PER QUANTO RIGUARDA I MORTI DOPO LA SECONDA GUERRA MONDIALE TI DEVI INGINOCCHIARE E INCHINARE COMBATTONO ANCHE PER TE PER NON FARTI VIVERE, SEMPRE SE TU LO VUOI, IN UNA NAZIONE ARRETRATA DI UN DIO CHE NON ESISTE ED E' ASSETATO DI SANGUE. COME VEDI OGNI TUO INTERVENTO O FA RIDERE O FA PIANGER PER COME RAGIONI. CAMBIA FIGURA E METTI UN BEL CESSO

acam

Lun, 19/06/2017 - 10:19

qui paese di cultura sociale non socialista (che peccato la svalutazione del socialismo) il funzionario che avesse avuto in mano la pratica si sarebbe per primo prodigato a trovare la soluzione, non per altro per non fare brutta figura avrebbe evitato di far fare un titolo come questo.

linus2305

Lun, 19/06/2017 - 10:40

Un paese di pagliacci governato da pagliacci...sino a quando gli uomini delle forze armate, o meglio di quel poco che reste delle forze armate, non capiranno che è l ora di smettere di servire questa massa deforme di traditori della patria e di andare invece a prenderli dove stanno rinchiusi (nei palazzi del loro potere) in italia non cambierà nulla. tenuto però conto a. dell'ondata di cretinismo che si è impossessata degli italiani; b. della presenza sul suolo italiano dei vincitori della II guerra mondiale (i liberatori) la vedo molto ma molto impegnativa...

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 19/06/2017 - 13:36

Cosa ci si può aspettare da un "Paese" dove ci sono infami impuniti che sbraitano "10, 100, 1000 Nassiriya"? E, aggiungo, dove Mattarella ministro, nel 2000, negava i danni dell'uranio impoverito (e non c'era solo impoverito, come si è visto dopo) ai nostri militari ? Sapete che fine fanno, quelli malati ? Informatevi. Una volta certi reduci ricevevano una croce o una medaglia, oggi, ammalati per cause di servizio, vengono letteralmente buttati fuori dalle FF.AA. Ed i medici che li difendono, hanno la spada di Damocle della sospensione o della radiazione. I nostri morti dalle guerre risorgimentali in poi si stanno rivoltando nelle tombe.

aivlis

Lun, 19/06/2017 - 16:50

per nahum Sì l'articolo è un po' confuso, infatti in questo caso la burocrazia non è Statale ma Comunale. Nel momento della sepoltura la famiglia non era a conoscenza che nel cimitero Verano esistesse una zona militare. Per un figlio si scelgono i piatti, i bicchieri, le tende, non si fanno indagini per il luogo migliore di sepoltura. Di primo achito, a richiesta, la famiglia pensò: vicino alla nonna, ma non fu possibile perché non c'era posto. L'incaricato del momento informò che poi le spoglie si sarebbero potute spostare. Ma non informò che la domanda doveva essere presentata entro tre anni dall'evento. Per la madre ed il padre, tre anni sono solo una settimana. Sì Alessandro se la ride nel vedere quanto si danno da fare la madre ed il padre!