Paracadute e paraguru

Diciamo la verità: se avessero candidato Giggino Di Maio nel collegio di Albino contro Daniele Bellotti, leghista, non solo avrebbe perso, ma sarebbe arrivato terzo. Qual è, dunque, il suo merito? E quale di Raffaello Mautone, cinquino ventisettenne, eletto nel collegio di Casoria con il 58% dei voti? Se lo avessero candidato nel collegio di Vigonza avrebbe perso dal venticinquenne Alberto Stefani, leghista. Che dati sono questi? I dati di elezioni che hanno umiliato e annichilito i candidati, subordinandoli alle liste, in aree geografiche dominate da un voto automatico con percentuali previste.

Le stesse che, nell'assurdità della legge, hanno fatto perdere in Lombardia tutti i collegi uninominali ai Cinque Stelle. Nel mio caso avrei potuto evitare di misurarmi con Di Maio, per presentarmi soltanto nel collegio di Ferrara, dove sono stato eletto. E dove, naturalmente, il meraviglioso candidato dei 5 Stelle è arrivato terzo. Ma che elezioni sono state, e quale menzogna è stata diffusa, con dati elettorali che nulla hanno a che fare con il valore e il credito dei candidati?

Di Maio avrebbe perso in qualunque collegio del nord, Renzi in qualunque collegio del sud. Salvini, in compenso, non era candidato in nessun collegio uninominale, ma solo nel proporzionale. Dunque: contro chi ha vinto? Alle prossime elezioni, se avrà coraggio, sfido Di Maio a candidarsi a Ferrara. E mi piacerebbe non saperlo protetto nel proporzionale.

Commenti

dagoleo

Lun, 12/03/2018 - 15:40

L'hai sfidato a casa sua hai perso si ma onorevolmente, con una buona percentuale di voti raccolti. Certo Di Maio a casa sua era forte. Se avessi sfidato la Boschi ad Arezzo sono certo che l'avresti distrutta. Ed infatti la furba l'hanno piazzata in Alto Adige per stare sicuri (mica in Romagna, in Alto Adige). Ora lascia perdere è andata così non ci pensare più ed andiamo avanti.

Giorgio Rubiu

Lun, 12/03/2018 - 16:48

Candidato al Sud e con promesse di prebende di cittadinanza. Figuriamoci se al Sud non lo avrebbero votato! Sono fannulloni e,più spesso che no, disonesti,ma non sono mica fessi.Quella era la "carota".Ci sarà anche un "bastone"? Ne dubito.Il bastone toccherà,come sempre,al laborioso Nord.

paolinopierino

Lun, 12/03/2018 - 17:11

Per i M5S e il PD arriverà il bastone diritto duro e nerboruto e sai dove se lo infileranno ??

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 12/03/2018 - 17:13

no signor sgarbi: i dati di queste elezioni hanno umiliato gli elettori che han dimostrato assoluta mancanza di discernimento dimostrando che si tratta di aree geografiche dominate da un voto automatico con percentuali previste indirizzate solo ed esclusivamente alla ricerca di sovvenzioni: i cinquini hanno comperato un voto con delle cambiali che non potranno pagare dimenticandosi che la promessa piu grande avrebbe dovuto essere il lavoro con cui sviluppare denaro!.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 12/03/2018 - 17:21

Se il successo al Sud del M5S nessuno, a parte Salvini, aveva previsto il sorpasso della Lega su Forza Italia. L'attuale legge elettorale è stata fatta apposta per depotenziare il M5S ma la Lega ha rotto le uova nel paniere di Renzi e Berlusconi. Un governo Lega-M5S è possibile come ho scritto nei Blog di Antonella Grippo e Luigi Iannone, sempre che Grillo & Casaleggio sia abbastanza intelligenti da capire l'occasione che hanno oggi.

dispater

Lun, 12/03/2018 - 17:36

Credo sia utile sottolineare che il risultato del cdx in quel collegio è uno dei peggiori del cdx in quell'area. Se il merito del 60% non è di Di Maio qualche dubbio sulla sua candidatura e sulla sua campagna elettorale sarebbe utile porselo !!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 12/03/2018 - 17:38

I cali onolevi ministli della Lepubblica Italiana devono capile che sono stati eletti dall'onolevole popolo italiano sovlano e hanno licevuto l'incalico di govelnale nell'intelesse plecipuo d'esso. Mica come noi in Cina che abbiamo un impelatole vita natulal dulante bontà sua.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 12/03/2018 - 18:11

Il reddito di cittadinanza lo poteva dare Gheddafi ai libici grazie al petrolio. Altrimenti nessuno dá soldi ai lazzaroni.

Ritratto di mario_caio

Anonimo (non verificato)

neucrate

Lun, 12/03/2018 - 19:13

Scusi signor sgarbi, ma non si sente umiliato? Di Maio parla con tutto il mondo, dal presidente USA al presidente cinese, sicuramente tutti vorranno riceverlo e confrontarsi con lui, mentre lei si confronta solo con i lettori di questo giornale. Ma ci pensa la differenza tra lei e Di Maio? Lei una nullità che nessuno considera, Di Maio una persona importante che tutti vorranno conoscere.

rokko

Lun, 12/03/2018 - 20:15

Vedo che la sconfitta brucia ancora.

Nick2

Lun, 12/03/2018 - 20:23

Il paracadute, il paraguru e il paraculo...

pilandi

Lun, 12/03/2018 - 20:29

@paolinopierino diccelo tu che di bastoni te ne intendi.

pilandi

Lun, 12/03/2018 - 20:31

@neucrate come nullità? Lui fa le conferenze dal cesso, vuoi mettere?!!!

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Lun, 12/03/2018 - 21:44

Dice un proverbio "chi non risica non rosica". E Sgarbi deve aver risicato assai.

forzanoi

Mar, 13/03/2018 - 05:49

vittorio, come sempre la tua analisi è particolarmente lucida. Si vantano di aver vinto al sud,ma al nord, che non ha bisogno di elemosine ma vuole soltanto lavorare, luigino le avrebbe prese anche da emeriti sconosciuti. Adesso avanti con la democrazia diretta, ma che nessuno degli eletti 5S osi contraddire il ducetto, ma zitti e pagare!

forzanoi

Mar, 13/03/2018 - 05:51

Garibaldi, perché l'hai fatto?

d_amod1

Mar, 13/03/2018 - 10:26

Fase 1) Proporzionale pura senza collegi e con l'indicazione del nome in lista(Partito). Fase 2) turno di coalizione (questo o quello). Vince la prima coalizione con i due terzi delle camere. Avanti tutta con le riforme, quelle vere. La verità è che questo non si deve fare (resistenza).