Partecipa a "Miss Hitler" e finisce sotto processo. L'accusa: "È una neonazista"

La 22enne Alice Cutter è finita nei guai per essersi iscritta al contest organizzato da un gruppo di estrema destra fuori legge

Si è iscritta e ha partecipato al concorso di bellezza "Miss Hitler" ed è finita sotto processo con l’accusa di essere una neonazista.

La 22enne Alice Cutter è finita nei guai per aver presenziato al contest organizzato dal gruppo di estrema destra inglese National Action messo fuorilegge dopo che un suo militante, nel 2016, uccise la deputata britannica Jo Cox.

"Stiamo parlando di un gruppo che cerca di imitare l’ala paramilitare originale del partito nazista", ha spiegato in aula di Tribunale il procuratore. La giovane, peraltro, si è iscritta al concorso con lo pseudonimo di Miss Buchenwald, nome del campo di concentramento dell'omonima località della Germania orientale: uno dei lager più grandi costruiti dai nazisti dove furono uccise 56mila persone.

La donna era stata in visita proprio in quel campo e nell'occasione, dentro al museo allestito per onorare le vittime della Shoah si era messa in posa per un selfie con il saluto nazista, come ricorda il Corriere della Sera.