"Partenze di massa verso l'Italia". La strategia per riempirci di migranti

L'Uhcr svela la strategia deliberata dei trafficanti di esseri umani: "Fanno partire i migranti sempre più in massa e in condizioni sempre più precarie"

"Lo dimostrano gli ultimi due naufragi". A pochi giorni dagli ultimi naufragi del mare, che avrebbero provocato la morte di almeno duecento migranti, tra cui numerosi bambini e tante donne, Carlotta Sami, portavoce dell'Unhcr, svela all'Adnkronos la "strategia deliberata dei trafficanti di esseri umani". "Fanno partire i migranti sempre più in massa e in condizioni sempre più precarie - spiega - fanno riempire i gommoni sempre di più". Una strategia allarmante, anche alla luce della denuncia della Guardia Costiera libica che, nei giorni scorsi, aveva accusato le Ong che operano nel Mar mediterraneo di "aver aumentato il numero degli sbarchi" facendo "credere agli immigrati in Libia che verranno comunque soccorsi".

Il gommone naufragato ieri, provocando 82 morti, è affondato neppure 7 o 8 ore dalla partenza dalla Libia. A bordo, stando a quanto fanno sapere dalla Libia, c'erano 182 persone. Di queste sono sopravvissute in cinquanta. "Per noi - commenta all'Adnkronos la Sami - è un momento di grande allarme, perché le vittime del mare durante le traversate sono sempre di più. Ricordo solo che dall'inizio dell'anno le vittime sono oltre 1.300, tra cui tante donne e molti bimbi piccoli". Proprio ieri l'Alto Commissario per i rifugiati da Ginevra, Filippo Grandi, ha ribadito che "il salvataggio è un principio fondamentale". Peccato che questo "principio" non abbia fatto altro che peggiorare la situazione e, di conseguenza, i morti. "Le organizzazioni presenti nel Mar Mediterraneo con la missione di salvare i migranti - ha spiegato nei giorni scorsi il capo della Guardia Costiera libica per la regione centrale, Rida Aysa - hanno dato loro ad intendere che saranno inevitabilmente soccorsi e questo ha aggravato la crisi, aumentando il numero di migranti".

Per Carlotta Sami, però, "dire che siano i salvataggi a provocare queste partenze non è corretto e a confermarlo ci sono le ricerche approfondite e neutrali che dimostrano come i salvataggi in mare non siano un fattore di attrazione. La gente parte per la disperazione". La portavoce dell'Unhcr non riesce, tuttavia, a spiegare come evitare tutti questi morti in mare e, soprattutto, come fermare (una volta per tutte) questa ondata di partenze massiccia. Sullo scandalo, che in questi giorni ha travolto le Ong, la Sami non si vuole esprimere. Preferisce aspettare il report della Commissione del Senato che dovrebbe portare chiarezza sul ruole che queste stanno avendo nell'emergenza immigrazione. "Ci auguriamo - si limita a concludere - che tutti i responsabili siano in grado di stabilire l'assoluta necessità di salvare vite umane".

Commenti
Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Lun, 08/05/2017 - 15:48

Presto in tutta Europa...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 08/05/2017 - 16:02

Così parlò (o, meglio, farneticò) la vice-Boldrini.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 08/05/2017 - 16:12

donne siate più accoglienti eh! altrimenti sboldrina,prete argentino e ue si arrabbiano

Tarantasio

Lun, 08/05/2017 - 16:20

mangiano, bevono, dormono, p....o e c....o, tutto a sbafo ma sono creature di dio anche loro, e chi siamo noi per dire di no?

gneo58

Lun, 08/05/2017 - 16:31

arrivera' il giorno del "botto" e se arrivera', e allora ne vedremo delle belle, non ci sara' piu' nessuno pro-clandestini, tutti i pagliacci che ora sono a favore dell'invasione rinnegheranno di aver fatto o detto ma sara' tardi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 08/05/2017 - 16:32

E piu ne vanno a CARICARE piu se ne metteranno in viaggio, fino a quando,fino a quanti!!!! Chi pagherà poi per MANTENERLI, indovinate un po!!!! AMEN.

Giorgio5819

Lun, 08/05/2017 - 16:35

Dio stramaledica i comunisti nei secoli.

Holmert

Lun, 08/05/2017 - 16:46

Una schifezza del genere sarebbe stata impossibile in qualsivoglia nazione degna di questo nome.Possibile dico io che coloro che stanno al governo e sono responsabili di questo enorme scempio alla nostra nazione(perché è anche nostra)non si rendono conto che la stanno disintegrando? Come è possibile assistere passivamente se non consenzienti ad una invasione africana,che non si è verificata nemmeno al tempo delle invasioni barbariche? Non escono, non vedono cosa succede per le vie cittadine? Roba da vergognarsi ed uscire con la maschera. Forse non capiscono, perché sono pazzi.Siamo governati da pazzi di manicomio in libera uscita dopo la legge Basaglia.

Giacinto49

Lun, 08/05/2017 - 16:50

Carlotta Sami: I volti dei disperati sono ben altri. Il modo migliore per salvarli è lasciarli a casa loro. Probabilmente l'"ammuina" di queste ore serve a spostare l'attenzione che si concentra sull'operato delle ong.

Aprigliocchi

Lun, 08/05/2017 - 17:01

E se noi andassimo a vivere in Africa, voglio dire, noi tutti gli italiani, prenderemo per i fondelli quei coyotes aderenti ai club !!!

VittorioMar

Lun, 08/05/2017 - 17:15

...LO SANNO PURE...LO DICONO E..SE NE VANTANO !....INUTILI !!

nopolcorrect

Lun, 08/05/2017 - 17:27

Brava, ben detto. Aggiungi solo: non facendoli partire, COSTRINGENDOLI a non partire, impedendo loro di partire. Per questo vedi i metodi suggerito da Sartori o da Luttwak.

Fjr

Lun, 08/05/2017 - 17:38

i nomi di chi ha agevolato gli sbarchi li conosciamo quando salterà il tappo e di sicuro non sarà quello di un gommone a quel punto si salvi chi può, ma soprattutto quando i francesi riprenderanno a chiudere le frontiere e non solo i francesi, e allora riprenderanno i rientri in Italia noi cosa faremo?

carpa1

Lun, 08/05/2017 - 17:40

Non che i responsabili di quel disastro siano perdonabili, ma da un governo ed una magistratura come quelli italiani, che ce l'hanno menata per anni su 32 annegati della Costa Concordia mentre favoriscono in tutti i modi possibili l'annegamento di migliaia di clandestini .... e poi si permettono pure di romperci fino allo sfinimento con la proporzionalità sul diritto di difesa dai criminali? Quali sarebbero i criminali se non quelli che volutamente, per pure mire politiche ed economiche, consentono e favoriscono tutto questo?

Anonimo (non verificato)

angelovf

Lun, 08/05/2017 - 19:24

Quali sono gli accordi di minniti con la Libia? A forse detto ai libici: mandate molto più migranti? A chi si aspetta a fermare questa vergogna anche con le navi militari, perché non fate accordi con la Tunisia dove c'è miseria per mancanza di lavoro e turismo, invece di continuare ad ingrassare i nostri maiali commercianti di uomini insieme ai nostri politici.

Una-mattina-mi-...

Lun, 08/05/2017 - 19:27

RASSEGNAMOCI ALL'EVIDENZA: SIAMO IN GUERRA, SOLO CHE NON LA COMBATTIAMO. ECCO PERCHE'PERDEREMO TUTTO: LA GUERRA, LA CASA, LA PATRIA, LA LIBERTA'

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Lun, 08/05/2017 - 19:33

La morte, ampiamente prevista di altri clandestini, è voluta per creare un clima di necessità e di giustificazione alla attività dei cosidetti "soccorritori", siano essi di stato oppure ONG, ed aumentare le spese per i soccorsi. La torta è enorme e le mafie, i mascalzoni e i delinquenti di tutto il Mediterraneo accorrono a frotte. Enoi paghiamo, paghiamo ed applaudiamo.

angelovf

Lun, 08/05/2017 - 19:33

Evitate di farli partire, aiutateli a casa loro, nessuno al mondo se la beve, fanno tutto questo per l'amore di salvare vite umane, comunque l'accoglienza come dimostrano i fatti in Italia siamo pieni, ci sono razze che nei loro paese non ci sono minacce e guerre, è solo che questo i nostri commercianti di uomini non lo capiscono. Che schifo.

Altoviti

Lun, 08/05/2017 - 19:35

a "Taranrasio" ma Lei non capisce che è una strategia, un'arma non convenzionale per invadere il nostro territorio! Loro hanno un paese, hanno aiuti, casa, mangiano a casa loro ma vogliono l'iphone e non pagarlo e credono che qui tutto sia dovuto e che noi aspettiamo loro quando neanche ce la facciamo a sbarcare il lunario. Si ricordi la stratagia di Tito, mandavano i bambini e le donne in prima fila, i soldati italiani li accoglievano e poi i titini uscivano e uccidevano gli italiani orbene in quelle terre di italiani non ce ne sono più, sono fuggiti o sono stati uccisi, assassinati dai titini, così sarà per tutta l'Italia. Noi siamo persone responsabili e non abbiamo a farci fregare da furboni, la carità comincia da se stesso e da i propri familiari e compaesani, gli altri hanno casa, da mangiare e da bere nel loro paese! poi se vuole lasciairsi danneggiare è un problema solo suo.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 08/05/2017 - 22:36

Scaricare volantini sulla libia avvisando le potenziali risorse migranti dei pericoli e segnalare il numero di vittime, magari aumentandolo un po' al fine di scoraggiare questa invasione di massa

dakia

Mar, 09/05/2017 - 03:43

Non che partono sempre più numerosi in natanti fatiscenti ma non devono partire per niente SAMI, manco uno è ora che li rimandiamo a casa tutti tanto di rifugiato non hanno neppure un pelo, lo vuole capire?