Patente di guida: ecco le nuove regole per chi sostiene l'esame

Il Ministero dei Trasporti ha rilasciato una circolare in cui indica le nuove regole per l'esame della patente di guida: cosa cambia

Rivoluzione sull'esame di guida per la patente. Il ministero dei Trasporti ha rilasciato un decalogo con le regole da rispettare per chi guida e per chi vuole sostenere l'esame di guida. Di fatto a chiarire tutte le modalità per sostenere l'esame c'ha pensato una circolare del 22 marzo del Ministero dei Trasporti. Un testo unico che riepiloga le regole da rispettare per ottenere la patente B. Adesso gli esiminatori dovranno aggiornarsi per valutare in modo corretto gli aspiranti automobilisti. La bocciatura scatta automaticamente ad esempio se il candidato non indossa la cintura prima della partenza o superando di 40 chilometri orari il limite previsto. Bisogna porre attenzione anche nelle manovre con la retromarcia. Chi è alla guida deve ruotare il busto e la testa verso destra avendo così la visione diretta dell'angolo morto dello specchietto. Occhio anche all'inversione di marcia. Chi giudica deve valutare se l'automobilista è in grado di fare inversione usando sia la marcia aventi che la retromarcia. Poi c'è il parcheggio. L'esaminatore dovrà valutare soprattutto quanto la manovra possa creare problemi agli altri automobilisti. Passa in secondo piano la distanza tra il marciapiede e l'auto in fase di parcheggio. Infine bisogna porre attenzione alla rotatoria. Quasi sempre è presente una segnaletica che obbliga a dare precedenza a chi si trova già sul tratto. Ma in caso di assenza del segnale l'automobilista si può immettere nella rotatoria senza rischiare la bocciatura all'esame.