Patrick Pelloux lascia Charlie Hebdo dopo 12 anni di collaborazione

Il giornale satirico francese è diventato famoso in tutto il mondo dopo essere stato bersaglio il 7 gennaio scorso di un attentato costato la vita a 12 persone

Patrick Pelloux, medico francese e cronista di Charlie Hebdo da 12 anni, ha annunciato l'intenzione di sospendere la sua collaborazione con il settimanale satirico.

La notizia è stata data dallo stesso Pelloux durante un'intervista sull'emittente radiofonica studentesca Web7Radio, in cui ha confessato: "Se ho deciso di smettere di scrivere su Charlie Hebdo è perché qualcosa è finito". Le dimissioni sono state confermate anche da un componente della redazione, Zineb El Rhazoui, che ha specificato che Pelloux non farà più parte della squadra di Charlie Hebdo "sicuramente da gennaio".

In questi giorni ha abbandonato il settimanale satirico anche uno dei vignettisti di punta del giornale, Luz (Rénald Luzier), autore, tra le altre, della storica copertina “dei sopravvissuti” (con la caricatura di Maometto e la scritta “Je suis Charlie”, uscita una settimana dopo la strage dei fratelli Kouachi).

Il caricaturista francese aveva dato a maggio l'annuncio di voler lasciare Charlie Hebdo, insieme alla volontà di non voler più rappresentare Maometto.

Commenti
Ritratto di Loredana.S

Loredana.S

Sab, 26/09/2015 - 18:03

Per quello che avevano da dire, francamente...