Pavia, arrestato ex vicesindaco: nel 1981 arrestò il brigatista Moretti

Il 71enne, noto per aver preso il brigatista, è accusato di corruzione e minacce

È stato arrestato e messo ai domiciliari Ettore Filippi, ex vicesindaco di Pavia, accusato insieme all'imprenditore edile Ciro Manna di corruzione e minacce. Avrebbe preso soldi in cambio di agevolazioni a imprenditori locali per delle concessioni.

Filippi,  71enne, fu colui che arrestò il capo delle Br Mario Moretti. All'epoca, infatti, era dirigente delle volanti della questura di Milano e vicequestore della squadra mobile di Pavia. In passato era stato accusato dagli uomini del clan Epaminonda di avere rapporti con la mafia; fu arrestato e successivamente riconosciuto innocente e riabilitato. Poi l’esordio in politica. Tra gli incarichi ricoperti quello di vicesindaco di Pavia e assessore al bilancio.

Commenti

mrwatson52

Gio, 13/03/2014 - 16:46

E ci risiamo! E' una malattia incurabile quella di sbattere il mostro in prima pagina per poi ignorarlo in caso di assoluzione. Questo non significa prendere le difese del dr. Filippi, ma considerato che già in passato è stato prima condannato e poi assolto, non si riesce a capire a chi dare meno credito se ai magistrati o ai cronisti. Sicuramente entrami fanno il loro lavoro... ma forse sarebbe ora non dico di cambiare lavoro ma usare maggiore cautela nel fabbricare mostri.