Pavia, in fiamme una raffineria: un operaio intossicato

Una densa colonna di fumo si è alzata dall'impianto Eni, uno dei più grandi d'Italia. Intossicato un operaio, domani scuole chiuse. Rischio danni ambientali

Un esplosione si è verificata nella raffineria Eni di Sannazaro de Burgondi, in provincia di Pavia, uno degli impianti più grandi d'Italia. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e gli uomini del 118.

Le immagini diffuse sui social (guarda le foto) mostrano fiamme altissime e una densa colonna di fumo (guarda il video).

Immediatamente attivato il piano d’emergenza interno: i dipendenti si sono rifugiati nel bunker dello stabilimento, ma un operaio sarebbe rimasto intossiccato. "Al momento non ci sono pericoli per la popolazione", avvisa il Comune su Facebook, "Ma rimanete chiusi dentro le vostre abitazioni o cercate riparo nel locale chiuso più vicino. Prestate attenzione ai messaggi trasmessi al fine dell’aggiornamento della situazione".

"L'intervento tempestivo ed efficace di tutte le misure di sicurezza e prevenzione ha consentito l'allontanamento immediato di tutti i lavoratori presenti nell'impianto, garantendo così la salvaguardia e l'incolumità delle persone", spiega però l'Eni, "La società prende atto, inoltre, che dai primi rilievi compiuti dalle autorità locali competenti non risultano nell'aria particolari concentrazioni di sostanze inquinanti. Le cause dell'incendio sono ancora in corso di accertamento ed Eni fornirà ulteriori aggiornamenti non appena disponibili".

Commenti

unosolo

Gio, 01/12/2016 - 17:50

da questa foto sembrano due incendi e distanti , la cosa è preoccupante ,

Efesto

Gio, 01/12/2016 - 18:15

@unosolo - Se osserva bene c'è una comunicazione fatta da canale chiuso di lamiera per comunicazione impiantistica tra i due punti. Questa struttura è anche in pendenza ed il combustibile è liquido. Solo chi conosce in dettaglio l'impianto può fornire informazioni vere e concrete. Quindi niente allarmismi. Aspettare le voci dell'ENI ed eventualmente anche quelle dei Vigili del Fuoco.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 01/12/2016 - 18:28

Sbaglio o un incendio simile è successo da poco anche in Germania in uno stabilimento chimico della Bayer? Ma dev'essere solo un caso, una coincidenza. No?

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 01/12/2016 - 18:31

A proposito, anche in Israele in questi giorni sono scoppiati una serie di incendi che stanno devastando il paese. Ma anche quella è una coincidenza. Sì, deve essere solo una curiosa coincidenza.

claudio faleri

Gio, 01/12/2016 - 18:43

certamente diranno che non è nulla, anzi la nube col tempo è portatrice di salute e ringiovanisce la pelle

Martinico

Gio, 01/12/2016 - 19:01

Mancava solo questo agli abitanti di quel piccolo paese, dove già l'aria non è respirabile sulla provinciale che costeggia la raffineria e ove vi sono abitazioni e bada bene, cosa ridicola, centro sportivo.

27Adriano

Gio, 01/12/2016 - 20:01

Meno male che non ci sono vittime. Concordo con "unosolo": i due roghi sono distanti...mi ricorda qualcosa di simile accaduto qualche settimana fa... Non credo sia un solo incidente.

ermeio

Gio, 01/12/2016 - 21:35

Tutta colpa di Renzi, tranquilli!!!

fifaus

Gio, 01/12/2016 - 22:15

molto preoccupante: gli incendi sono due e distanti. E tutto tace, nessuno accenna alle cause..

Tarantasio

Gio, 01/12/2016 - 22:31

se fosse un attentato... non lo direbbero mai

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 02/12/2016 - 08:10

Eni dovrebbe fornire a tutti ,azionisti e non ,una dettagliata relazione su cause dell'incendio ,possibili errori umani o deficienze tecnologiche ,o altro. La raffineria lavora splendidamente da molti anni ,con personale perfettamente addestrato, quindi una spiegazione si impone.