Un Pd da matti. Il pm Emiliano arresta il ministro

Consip, inchiesta sugli uomini di Woodcock. E il governatore vuole la testa di Orlando

Più che un'inchiesta, il caso Consip assomiglia ogni giorno di più a un intrigo politico-giudiziario-mediatico degno di un grande romanzo giallo. Spioni, faccendieri, magistrati, ex magistrati, carabinieri infedeli e giornalisti malati di protagonismo. E ancora: politici in disgrazia e politici ambiziosi in un tutti contro tutti come non si era mai visto. In palio c'è la testa di Matteo Renzi e il controllo della sinistra italiana. Al quale ambisce anche Michele Emiliano, ex pm e oggi presidente della Regione Puglia. Ieri, ospite di Lucia Annunziata su Raitre, Emiliano - candidato alle primarie del Pd insieme a Renzi e a Orlando - ha chiesto le dimissioni del ministro della Giustizia Orlando per conflitto di interesse: da una parte è il garante dell'inchiesta Consip - questa la tesi - dall'altra è avversario alle primarie di Renzi che di quell'inchiesta è di fatto l'oggetto (via babbo).

Un governatore pm (non si è mai dimesso dalla magistratura, la pensione gliela stiamo pagando noi perché lui è in aspettativa, a sinistra fanno cosí) che chiede «l'arresto» del ministro della Giustizia. Fantastico. Emiliano è un personaggio centrale di questo romanzo. L'uomo è simpatico e di mondo. C'è il suo zampino nell'avvio della parte mediatica di questa inchiesta, e forse non è una coincidenza. O se vogliamo c'è la stessa coincidenza di quando dopo avere indagato, nel 1999, mezzo Pd per lo scandalo degli aiuti ai profughi albanesi (governo D'Alema) mollò il colpo (tutto finì nel nulla) e fu candidato dal Pd a sindaco di Bari. Come dire: io mi candido solo dopo inchieste giudiziarie nelle quali, in un modo o nell'altro, ho messo becco.

Sono forti questi ex magistrati come Di Pietro, De Magistris, ed Emiliano: arrestano, indagano, rovinano carriere politiche e poi si sostituiscono o si alleano alle loro vittime. E fanno pure i moralisti. Io non so se il ministro Orlando si debba dimettere (allo stato penso di no) ma certo non su pressione di un furbacchione un po' sbruffone, Emiliano, che si candida alla segreteria del Pd rifiutandosi di dimettersi da magistrato. Dia il buon esempio, signor governatore-pm, lasci la toga e poi si ripresenti, perché anche alla presa per i fondelli c'è un limite.

E lei l'ha superato, impunito, non da ieri.

Commenti

gedeone@libero.it

Lun, 06/03/2017 - 15:26

Questo non è magistrato né politico, ma solo una mezza calzetta. Se devo scegliere tra il peggio, meglio Renzi.

illusosempre

Lun, 06/03/2017 - 15:40

ve ne accorgerete...chi è emiliano....tempo al tempo...

Rossana Rossi

Lun, 06/03/2017 - 16:06

Siamo in mano a questa genia. Ma mi sapete dire dove sta scritto che l'Italia debba essere in mano totalmente a questo branco di delinquenti pd e che da anni non ci si occupi che di loro? Ma possibile che nessuno riesca a mandarli a quel paese tutti insieme? Non se ne può più........

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 06/03/2017 - 16:29

Emiliano sostiene che Renzi sia di fatto (via babbo) oggetto dell'inchiesta Consip, e ciò produca un conflitto di interessi per il Ministro Orlando. Ma dove sono le prove che Renzi sia coinvolto nell'inchiesta, se anche per il padre ci sono solo un paio di indizi che si rivelano sempre più inconsistenti??? Basta un biglietto con scritta una "T" per fare una prova?? Basta una foto dove non si capisce chi sia l'interlocutore di Tiziano Renzi? Emiliano, da bravo magistrato, dovrebbe sapere che la responsabilità penale è personale, e che i reati vanno dimostrati. O vuole sostenere che Renzi "non poteva non sapere"?? Questa inchiesta Consip è sempre più grottesca, ed Emiliano un personaggio sempre più carnevalesco.

fisis

Lun, 06/03/2017 - 16:36

Il pd in mano a Emiliano? Sarebbe il coronamento del sogno della magistratura rossa della conquista del potere politico e un primo solido tassello per l'instaurazione definitiva di un regime, come definirlo?, social-giudiziario. Un incubo tutto italiano, da far impallidire le peggiori dittature.

panzer@57

Lun, 06/03/2017 - 17:06

Rispondo alla sig.ina Rossana,questi del Pd noi non c'è li abbiamo messi al governo, ci sono andati di prepotenza senza che nessuno li abbiano votati,ed hanno anche la presunzione che è tutto regolare così,noi siamo fascisti,razzisti,nazisti,loro invece sono il bene del paese. Penso che in questo paese ci voglia un BUON TRUMP.

Valvo Vittorio

Lun, 06/03/2017 - 17:10

Condivido appieno quanto scritto dal direttore Sallusti. Occorre anche considerare che la sinistra italiana abbia fatto di tutto per impossessarsi del potere calpestando simboli e assoggettando altri piccoli partiti con ricatti o elargendo incarichi di partito e di governo. Diceva un illustre antenato: "Il fine giustifica il mezzo"! Bisogna anche dire per onestà intellettuale che la parte avversa non abbia saputo reagire come il caso comportava. Probabilmente si erano illusi di essere sotto l'egida della Chiesa, ma costei ha una visione universale e considera quasi irrilevanti le beghe di una piccola nazione; la prova evidente è nell'attuale inquilino di san Pietro che chiede quattrini agli italiani per migliorare le condizioni di vita degli altri popoli: Purtroppo anche un povero gonzo sa che con le elemosine non si migliora nulla!

VittorioMar

Lun, 06/03/2017 - 17:20

....come si fa a seguire e comprendere quello che sta accadendo nel PD???..dalle COMICHE..alla FARSA ..alla TRAGEDIA...alle COLTELLATE...intanto il PAESE SI SPEGNE E SI ADDORMENTA LENTAMENTE..!!!...ma ci sono ancora le OPPOSIZIONI ???

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Lun, 06/03/2017 - 17:49

@liberopensiero77. Sottoscrivo e condivido sino in fondo il suo post come molti altri suoi. Lei è uno dei pochi qui, che cerca di intavolare un ragionamento, una discussione. Purtroppo nessuno la segue. Oltre ad insulti e oscenità qui leggo poco

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 06/03/2017 - 17:57

In questa pagina c'è chi difende il governo: non poteva mancare. Però restano i fatti che, per quanto misconosciuti al popolo, sono spesso sorprendenti. C'è un ministro dell'istruzione senza lo straccio di titolo di studio: incredibile. Quanto alla vicenda qui adombrata meglio sorvolare. Del resto si andrà avanti cosi fino al prossimo anno, soprattutto per assicurare il profumato vitalizio ai parlamentari ancor "giovani".

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 06/03/2017 - 18:16

@riflessiva, grazie per l'apprezzamento.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 06/03/2017 - 23:08

Mavvalá boccalone !! Immaginatevi questo ceffo a capo del governo: idea agghiacciante. I sindaci ed amministratori di mezza Italia in galera.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 06/03/2017 - 23:12

@ libero pensiero ore 16,29: la teoria ''non poteva non sapere'' vale solo per alcuni e per altri no? Eddai, siamo seri.

Bisekur1960

Lun, 06/03/2017 - 23:15

liberopensiero77 - riflessiva : bacio bacio bacio bacio bacio bacio e ora ... scambiatevi le fedi

nunavut

Mar, 07/03/2017 - 01:05

@liberopensiero77 la frase lui non poteva non sapere vale solo quando ci sono degli avversari da eleiminare??? Detto questo o fai il politico o fai il magistrato altro che in aspettativa!.Inoltre,preconizzerei,se per lungo tempo hai esercitato il mestiere di magistrato non ppotrai entrare in politica attiva, se non dopo aver esercitato un altro lavoro per altrettanti anni di pratica nella magistratura.La giustizia e la politica non DEVONO essere separate? Lei che per quanto mi risulta é un impiegato statale e di livello lo dovrebbe sapere e scriverlo.

Cheyenne

Mar, 07/03/2017 - 08:52

meglio renzi di questi farabutti

Ritratto di onollov35

onollov35

Mar, 07/03/2017 - 09:32

Nei miei commenti sostengo sempre di effettuare la riforma della Magistratura,perchè,è inamissibile che un Magistrato che deve giudicare e inquisire altri,non dia le dimissioni quando decide di entrare in politica.Questo Signore,se vuole continuare a fare il politico,DEVE dimettersi da Magistrato.

BRAMBOREF

Mar, 07/03/2017 - 10:16

GIGI88 Per cacciare via questa gente, da D'Alema in su occorrerebbe fare una rivoluzione per fare la quale manca qualcuno con le palle!!!

g.l

Mar, 07/03/2017 - 11:01

Ma la destra esiste?Visto che parlate sempre e solo del Pd

timba

Mar, 07/03/2017 - 14:52

Liberopensiero. Per una volta sono d'accordo con lei. E mi sembra che lei lo sia con Sallusti, al quale deve dare atto di coerenza. Criticava molto la magistratura ad orologeria e con manie di protagonismo prima, lo fa lo stesso adesso anche se tocca ai campioni del moralismo che si meriterebbero molto di più. Per il resto mi aggiungo agli altri che le hanno ricordato che solo uno in Italia NON PUO NON SAPERE e solo per lui il codice penale non è "solo" personale. Avessero adottato lo stesso metodo, sarebbe già in gattabuia mezzo esecutivo scorso con tanto di PdC e un quarto di quello attuale. Ma tant'è...

SAMING

Mar, 07/03/2017 - 15:44

Io ritengo che ogni popolo abbia i capi che si merita. Io non conosco i pugliesi (se non Nino Banfi e Albano) ma stando a quanto è successo e succede in quella Regione l' immagine che mi sono fatta non è certamente positiva. A San Severo di Foggia si spara contro una macchina della polizia, nelle campagne domina il caporalato, la criminalità aumenta ogni giorno. Fra i capipopolo vi sono personaggi come D'Alema, Vendola ed ora Emiliano, tutta gente un po' squilibrata sia politicamente sia mentalmente. Forse a loro va bene così

robytopy

Mar, 07/03/2017 - 17:43

ritorneranno a braccetto Renzi e Berlusconi. Le righe morbide degli ultimi editoriali di Sallusti lo lasciano prevedere.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 07/03/2017 - 18:11

Si parla bene e si razzola male; di questo passo penso che dobbiamo fidarci soltanto di Berlusconi con tutti questi marpioni. Forza Italia. Shalòm. P.S. Dove sn finiti igrillini? AAA cercasi disperatamente grillini a Roma e dintorni. Shalòm e viva Bertolaso.

tonipier

Mar, 07/03/2017 - 18:22

"SPETT.LE DIRETTORE" Non o parole da aggiungere, Lei riporta, anche meno, su questi furfanti che si presentano tutti alla Masaniello.

km_fbi

Mer, 08/03/2017 - 09:33

Di peggio non si può!

rossini

Mer, 08/03/2017 - 10:24

Caro Sallusti, ma se li ricorda i tempi in cui quelli di Sinistra, un giorno sì e l'altro pure, ci rompevano gli zebedei con la storia del conflitto di interessi di Berlusconi? Ora il ministro della giustizia in carica si candida a prendere il posto di Renzi. Ed ora, proprio ora, a Napoli e a Roma ci sono due inchieste scottanti che coinvolgono il Babbo del sullodato. Ed ora, proprio ora, in pole position, per dirigere la Procura di Napoli, si trova chi fino a qualche giorno fa rivestiva la carica di Capo di Gabinetto di Orlando, cioè il suo braccio destro. Più conflitto di interessi di così!