Peggio di questo c'è solo il governo di Bruxelles

Gli inglesi l'hanno capito e se ne sono andati. Un lusso che noi non possiamo permetterci

A ore è attesa la lettera dei commissari europei sulla manovra finanziaria appena varata dal nostro governo. Pare che a Bruxelles non siano entusiasti dei nostri conti, probabilmente a ragione. Renzi, lo abbiamo già scritto più volte, è un noto imbroglione. Quei conti inviati in Europa sono taroccati, risultato di vaghi impegni di tagli e di incerti e fantasiosi aumenti di entrate. Se uno di noi andasse in banca per chiedere un mutuo o un prestito presentando carte simili verrebbe messo alla porta in due minuti e bollato come cialtrone.

Per la verità non è da oggi che lo Stato tarocca conti e bilanci. Se non lo avesse mai fatto non saremmo in queste condizioni, non avremmo un debito pubblico tra i più alti al mondo, 2.300 miliardi. Ma devo dire che tra questa Europa e il governo Renzi, sto con il secondo. Se il governo più illegittimo, truffaldino e incapace della storia dovrà cadere - e io me lo auguro - che avvenga per mano nostra, non di oscuri burocrati senza nome né volto che pretendono di calpestare la nostra sovranità. Peggio del governo Renzi c'è solo il governo europeo. Gli inglesi l'hanno capito e se ne sono andati. Un lusso che noi non possiamo permetterci, ma questo non vuol dire che dobbiamo stare sul ring a prendere pugni con le mani legate dietro la schiena.

Una destra politica credibile dovrebbe avere memoria di ciò che accadde nel 2011: cadde ingiustamente e immeritatamente vittima di una «lettera europea» costruita a tavolino - con la complicità dell'allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano - dagli stessi mittenti che domani imbucheranno la missiva per Renzi. Un consiglio non richiesto: mai stare dalla parte di chi ti ha pugnalato, anche se il farlo potrebbe portare qualche vantaggio tattico. Gli italiani sono gli unici titolati a decidere il proprio destino, che oggi purtroppo è nelle mani di Matteo Renzi. Se non ci piace quello che sta succedendo - e a noi non piace per niente - abbiamo i mezzi per ribaltare la situazione. Il più efficace e immediato è votare No al referendum-truffa sulla riforma del Senato. Facciamolo, e sarà anche un no a chi da Bruxelles vuole imporci regole e parametri economici suicidi. Ai quali Renzi si oppone ed è l'unica battaglia a cui gli diciamo «sì». Sì e no, sempre lì si torna. Basta non sbagliare dove metterli.

Commenti

unosolo

Lun, 24/10/2016 - 15:43

purtroppo abbiamo un governo incapace a far crescere il lavoro ma abile a cercare soldi fermi e cercare di estrarli , non ci riuscirà sicuramente , sono rimasti quelli dei piccoli correntisti , e dei pensionati costretti ad aprire il C/C per prendere la pensione altrimenti non avrebbero potuto ritirare l'assegno sopra i 1000 euro , un gioco a favore delle banche è chiaro , quindi la manovra secondo me non porterà quelle stime paventate da questo governo , sono basate sull'ignoto o sul forse , per questo credo che presto il governo a garanzia farà una manovra correttiva e ci metterà ancora in deficit.

ohibò44

Lun, 24/10/2016 - 16:52

“Se il governo più illegittimo, truffaldino e incapace della storia dovrà cadere che avvenga per mano nostra, non di oscuri burocrati senza nome né volto che pretendono di calpestare la nostra sovranità” Perfetto, ma vede signor Sallusti il problema è che quelli europei sono burocrati che fanno saltare i Governi mentre i nostri sono burocrati che, a partire dai Presidenti della Repubblica, per continuare a magiare (eufemismo), i Governi li tengono in piedi: infatti per buttarne giù uno ci siamo rivolti agli europei.

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Lun, 24/10/2016 - 17:05

E’ decisamente un periodo poco felice per l’Unione. Purtroppo sono arrivati al comando politici pavidi e senza alcun progetto politico.Sembra che la loro maggiore preoccupazione sia quella di non disturbare la corazzata europea,vedi Germania .Allargano le concessioni solo per paura ,poi si è visto quanto le loro decisioni sono state utili per far rimanere il Regno Unito nell’Unione. L’economia è importante ma è ancora più importante la politica che deve trovare un compromesso tra le varie realtà dei Paesi che costituiscono l’Unione. Senza una politica realistica le tensioni nei vari Paesi non possono che aumentare.

VittorioMar

Lun, 24/10/2016 - 17:24

....è una accozzaglia di "BRIGANTI" e ognuno difende i propri interessi economici a spese di altri meno avveduti!!......certo siamo facile preda,ma basta recriminare e sentirci "OSPITI INDESIDERATI" ,con la nostra "LIRETTA" abbiamo fatto qualcosa di buono!!

Ritratto di Juan Carlos

Juan Carlos

Lun, 24/10/2016 - 19:53

Continuiamo a prendercela con l'Europa mentre dovremmo prendercela con quegli emeriti imbecilli e incapaci che non hanno mai saputo rappresentarci degnamente a Brussels. Per una moneta unica utilizzata in vari paesi e senza un budget unico, l'unico sistema di gestione é quello di avere regole ben precise. Noi abbiamo firmato questo accordo e ora non vogliamo rispettarlo, anzi vogliamo indebitarci ancora di più per continuare ad accogliere profughi ben sapendo che il 90% degli immigrati sono qua per motivi economici quindi parliamo di decine e decine di milioni di persone

Ritratto di Juan Carlos

Juan Carlos

Lun, 24/10/2016 - 20:02

Nel 2011 l' Unione Europea non si sarebbe mai immischiata delle faccende interne italiane senza l'avvallo dell'allora Presidente Napolitano. Un ennesima dimostrazione della nostra meschinità e mancanza di orgoglio nazionale.

nopolcorrect

Lun, 24/10/2016 - 20:05

Dobbiamo deciderci a riprendere in mano la nostra sovranità nazionale a qualsiasi costo, a costo di mangiare pane e cipolle. Non è solo il super-governo di Bruxelles a operare per il nostro suicidio. L'ONU proibendo i respingimenti ci impone di suicidarci africanizzandoci,con la benedizione del papa pampero, le agenzie di rating come Obama pretendono di dirci per chi votare. BASTA, mandiamoli tutti in quel paese e facciamo i NOSTRI interessi, quelli della Patria Italiana e della Nazione Italiana.

alox

Mar, 25/10/2016 - 03:22

D’accordo d'accordo il complotto ed il resto condivido ma Silvio Berlusconi ha ceduto il governo che gli spettava di diritto, so’ che non pubblicherrete il mio commento, ma a me sembra molto un “tradimento del voto datogli dagli Italiani” (fra cui il mio) : e lo stesso Berlusconi ha ammesso l’errore ossia di non aver “lottato” per gli Italiani...

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 25/10/2016 - 08:56

Caro Direttore, è come dover scegliere se è venuta prima l'uovo o la gallina...Peggio il nostro, di governi, o quello UE? Una cosa è certa, che in tutto questo la destra ci fa una ennesima figuraccia. Lei dirà: "perché?". Glielo spiego. Questo, come tanti altri prima di questo, era il momento buono per ricompattarsi ed offrire all'elettorato una alternativa SERIA alla melassa cattocomunista che ci invischia. Ma le scelte irresponsabili dei responsabili (scusi il gioco di parole), sempre a cavallo di più destrieri, sempre pronti a sottrarsi davanti ad una decisione univoca, sempre pronti a non esporsi guardando più alle proprie convenienze che alle opportunità per il proprio elettorato, hanno ancora una volta prevalso. Ne conviene?

conviene

Mar, 25/10/2016 - 15:30

Questo governo sarà bruttissimo, anche sa a me non pare, ma sempre miglior e di sallusti, con quella faccia che è l'emblema dell'odio, allo stato puro. Se aumentare l'occupazione di 640mila unità, togliere l'Imu, l'Irpef agricola, assumere militari e nella sanità , sbloccare i contratti del pubblico impiego, risolvere il problema di chi vuole andare in pensione( perfino Camusso ha firmato), aiutare non poco gli artigiani, imporsi all'UE avendo fatto le riforme, che solo gli anti italiani alla Berlusconi vogliono eliminare e mi fermo, è governare male, ben vengano questi governi e che durino a lungo e saranno rieletti con buona pace di chi li bistratta a sproposito

SAMING

Mar, 25/10/2016 - 18:16

A CONVIENE: è evidente che hai dato il tuo cervello all'ammasso di guareschiana memoria. Tutte le cose che hai elencato tu sono solo giravolte. Hai visto che ti ho coperto i piedi che ora saranno al caldo? Si, ma tirando la coperta, che è troppo corta, lasciando così al freddo le spalle. I ns. giovani se ne vanno, gli artigiani e commercianti chiudono l' attività, la povertà assoluta colpisce oltre 4 milioni di italiani e circa 30 milioni di connazionali arrivano a stento alla fine del mese e spesso non ci arrivano.Non lo sapevi?

moichiodi

Mar, 25/10/2016 - 19:36

durante il nazareno sallusti stava quatto quatto. ora va a briglie sciolte.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 25/10/2016 - 19:56

conviene Mar, 25/10/2016 - 15:30....Lei sta molto male...ma moooolto male....Ne parli con suo marito, con calma, dopo aver reparato la cena....magari una soluzione c'è....E.A.

timba

Mer, 26/10/2016 - 03:12

Conviene. Tutto quanto hai elencato (tolto l'abolizione dell'Imu, ma questa è un'idea attuata già dal tuo acerrimo nemico il berlusca) sono le classiche soluzioni di sx. Pioggia di soldi a tutti. Risultato? Finiti i soldi e gli incentivi tutto crolla. Sta crollando il Job Acts, il debito pubblico ha aggiunto livelli mai visti. Siamo Tutti capaci a dare mance o ridurre tasse aumentando il debito. Ma, come sai, economia e sx non sono mai andati d'accordo. Prendi qualsiasi dato economico del 2011 e paragonalo a quelli attuali. Una Waterloo per i secondi. Più debito, più disoccupazione, più poveri...Ed ora non c'è più la crisi nera del 2011, non c'è più lo spread sapientemente pilotato oltre quota 500. Tutto a favore ma nonostante questo... Il nulla.

conviene

Mer, 26/10/2016 - 12:46

Xtimba. A differenza di lei non ho nemici almeno in politica e credo anche nella vita. Non vivo di odio come lei. Mi piacerebbe un confronto pacato su diverse posizioni. Comunque se ridurre le tasse è un male siamo nel mondo Dell'incontrario. Come è falsa la sua dichiarazione sull'aumento della disoccupazione. 650mikla occupati in più cosa sono? E per ridurre le tasse e dare benefici ai vari settori o si taglia a qualcuno ( patrimoniale?), o le entrate aumentano(Iva, Irpef,ecc, ecc), oppure il debito aumenta. Non mi sembra, che in questa legge di stabilità sia previsto un aumento del debito pubblico e delle tasse. Anzi. Quindi tragga le dovute conclusioni

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 26/10/2016 - 13:26

@timba, Lei è fuori strada, a cominciare dal jobs act, che non è un decretino che dà incentivi alle imprese, ma costituisce una riforma complessiva del diritto del lavoro, iniziata attraverso diversi provvedimenti legislativi varati tra il 2014 ed il 2015 (legge n. 183 del 2014 e ben 8 decreti legislativi di attuazione), giudicata molto positivamente dalle istituzioni economiche internazionali come l'UE, il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale, la BCE e l'OCSE. I posti di lavoro non si creano per legge, ma si può riformare il mercato del lavoro accrescendo la mobilità in entrata e in uscita, e istituendo appositi ammortizzatori sociali, come hanno già fatto tanti altri Paesi europei. Gli incentivi dati alle imprese che assumono è solo un minimo aspetto della riforma, che in passato era stata auspicata anche dal centro-destra (v. art. 18), ma non era stata capace di farla.

GUGLIELMO.DONATONE

Gio, 27/10/2016 - 11:40

Per fortuna l'unica libertà rimasta agli italiani è quella di pensiero, altrimenti molti stupidi commenti non avrebbero alcuna possibilità di essere pubblicati su questo blog.

settemillo

Gio, 27/10/2016 - 15:31

Hai voglia a spremerti il cervellino; ormai la materia grigia è esaurita.

GUGLIELMO.DONATONE

Lun, 31/10/2016 - 11:52

Sempre che ci sia mai stata..!