Le Pen esci da questo corpo! Se Macron sembra Marine

L'esorcismo per Macron: Le Pen esci da questo corpo!

Cherchez l'exorciste. Ovvero, Marine Le Pen esci da questo corpo. C'è in Francia un caso anomalo e improvviso di possessione politica. Non è il vecchio e ottocentesco trasformismo. Non è la «riconciliazione con il profitto» di François Mitterrand. Non è la sinistra che si sposta al centro e guarda a destra. Non è neppure Blair che ruba idee alla Thatcher o Renzi che sogna il partito della nazione. Nulla di tutto questo. Qui lo spirito del lepenismo si è incarnato nelle viscere di un quarantenne ottimista e disincantato, stiracchiando il suo sorriso, con lo sguardo che non marcia più con l'inconsapevolezza da ex Erasmus verso l'Europa, ma riscopre l'ombelico. Prima la Francia. Il corpo indemoniato è quello di Emmanuel Macron, ottavo presidente della quinta Repubblica francese. E così sia.

Questo, perlomeno, è ciò che appare a chi è rimasto spiazzato e sorpreso dalla politica nazionalista di Parigi. Macron non tollera, impone. Macron alza i frangiflutti davanti ai cantieri navali di Saint Nazaire e li riporta sotto lo scudo dello Stato. Non lo fa, dopo il fallimento della coreana Stx, titolare del 66% delle azioni, contro generici capitali stranieri. No, il blocco è mirato contro quelli che stanno dall'altra parte, les italiens. E se ne frega degli accordi di buon vicinato del suo predecessore, con la promessa che il gruppo sarebbe passato nelle mani di Fincantieri. Macron riscopre il Mediterraneo non per solidarietà, ma per interesse e si ingegna a tagliar fuori l'Italia dagli affari futuri sulla Libia. Lo fa con una gomitata malandrina a Gentiloni. Macron è europeista come neppure la Germania sa esserlo, perché si appella al passato radioso e, allo stesso tempo, bovarista e esclama: l'Europa c'est moi. È per questo che la Manica da sempre è molto più di un braccio di mare. Gli inglesi si sentono inglesi e preferiscono non avere nulla a che fare con i problemi di chi sta dall'altra parte. I francesi, e non solo loro, non riescono neppure a immaginare che esista davvero una cosa chiamata Europa che ha come capitale non Parigi, ombelico di tutto, ma Bruxelles. Pensano che sia una barzelletta. Macron ama i profughi. Sono i migranti che non sopporta. Così ricorda, non si sa perché sempre guardando l'Italia, che il novanta per cento di chi sbarca nelle terre dell'Unione non lo fa perché fugge dalla guerra e dalle dittature, ma per motivi economici. I pochi, allora, li prende, gli altri proprio no. È così che, giorno dopo giorno, a sentirlo parlare la bella compagnia di gauche, liberal e di sinistra si sente smarrita: mai fidarsi dei giovani ambiziosi. Non c'è traccia neppure del Macron liberista, perché la ragione sociale non è la libertà di mercato, ma il mercato della Francia. Ecco, quindi, il sospetto. Questo Macron non è Macron. Il corpo è suo, ma la voce è della Le Pen, come se Marine fosse una sorta di Arya Stark del Trono di Spade, sacerdotessa del Dio dai mille volti e con il potere di rubare la faccia ai propri nemici. In fondo Game of Thrones non è solo un fantasy. È filosofia politica. È il Machiavelli di questi anni. Solo che Macron non è realmente Marine Le Pen. Macron è sempre stato Macron. Ci ha distratti invece la sua storia d'amore.

Macron, come Mitterrand, ha sempre detto che «la France c'est l'Europe». Quello che invece ci ha illuso è pensare che da questa lunga crisi l'Europa si sarebbe riconosciuta e ritrovata. Non è quello che sta avvenendo. Siamo semplicemente al si salvi chi può. Se l'uomo è lupo per gli altri uomini figuratevi cosa sono le nazioni. Questa è la guerra dei leviatani.

Commenti

Tuthankamon

Sab, 29/07/2017 - 09:09

Se Macron non fa l'interesse dei Francesi la prossima volta i suoi ... ispiratori non riuscirebbero a fermare la Le Open!

Luigi Farinelli

Sab, 29/07/2017 - 09:17

Macron non deve essere liberato dal "demone Le Pen" ma da quello del suo guru Jacques Attali, vera presenza demoniaca.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 29/07/2017 - 09:18

Effettivamente se La Le Pen avesse fatto la metà di quello che ha fatto Macron ci sarebbero marce e girotondi in Europa contro il presidente Francese ma lo ha fatto Macron ed allora... un pò come Renzi che abolisce l'Articolo 18, tutto bene, l'avesse fatto Salvini.... Sui cantieri , Macron ha fatto quello che il Front National chiedeva da tempo che fossero nazionalizzati dopo le fallimentari gestioni dei canadesi e dei coreani.

honhil

Sab, 29/07/2017 - 09:21

La sinistra europea ha completamente esaurito la sua propulsione sinistra, o, forse, è meglio dire che all’improvviso si è accorta che tutta la sua narrazione era un falso storico e, per andare dietro ai suoi ex elettori, ha effettuato un’inversione ad u. Così Macron studia e imita e agisce e usa lo stesso linguaggio di Marine Le Pen, proprio come Renzi aveva iniziato a seguire i passi di Salvini. Che poi è una buona cosa. Innanzi tutto la propria Nazione e i propri connazionali. A questo punto, però, avendo sottomano il prodotto originale, perché accontentarsi di quello contraffatto?

giovanni PERINCIOLO

Sab, 29/07/2017 - 10:34

Sicuri che sia tutta farina del sacco di macron?? Moltissimi in Francia ritengono che vero detentore, pardon, detentrice del potere sia la sua maestra, cougar, madre e sposa. Al secolo madame Brigitte!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 29/07/2017 - 10:46

Non è Macron che sbaglia. Siamo noi che abbiamo perso il nostro istinto di conservazione. Tra una sinistra favoletta e l'altra circa lo spirito di solidarietà che caratterizzerebbe l'unione europea.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 29/07/2017 - 10:46

Italiani brava Gente; potrebbe intitolarsi così la Nostra Storia. Siamo andati a fare la campagna di Russia, recentemente in Afganistan, in Iraq dove gli unici aerei abbattuti erano i Nostri due, i Lince poi senza corazza antimina e, sembrerebbe che non sia orgolioso di esser Italiano ma sono proprio queste le cose che mi ricordano il famoso e piccolo Badoglio firmatario di una resa che non era prevista. Erano i tempi di Pietro Micca ma scordiamoci il passato e ritroviamo l'orgoglio perduto; hanno avuto paura di Berlusconi perché era l'unico che batteva i pugni sui loro tavoli; svegliateVi. Shalòm. P.S. Da Noi i comunisti e i grillini maoisti stano autodistruggendo quel che rimane della dignità.

tonipier

Sab, 29/07/2017 - 10:47

"QUESTA E' L'EUROPA DI CHI- SI SALVA CHI PUO'"Il guadagno e l'arricchimento, che costuiscono canone della loro condotta e fine della loro vita, hanno reso questi " illusi "potenti" succubi di una forma di ipocondria economica, di uno stato di depressione da consumismo che contribuisce ad esasperare la loro perversità e la loro tracotanza.

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 29/07/2017 - 11:39

Si riempiono la bocca ed impauriscono la gente colla parola fascismo ma, quando c'é da fare qualcosa di giusto e a vantaggio del popolo, non sanno fare altro che prendere delle decisioni "fasciste". Questo significa che le ricette proposte dalla destra sono unicamente a vantaggio del popolo e della "PATRIA". POPOLO ITALIANO VAI A VOTARE, NON STARTENE A CASA, E VOTA A DESTRA!!! SONO GLI UNICI CHE TI DIFENDONO!!!!

VittorioMar

Sab, 29/07/2017 - 11:43

....QUANTO VORREI MA NON POSSO....MARINE HA "SEDOTTO" MACRON..!!

Cheyenne

Sab, 29/07/2017 - 11:51

a me pare solo uno che fa gli interessi della francia, non come lo smidollato hollande o lo scemo franco-ungherese. Non come gli inetti traditori napoletano, letta, renzi, matty e compagnoni di abbondanti merende

agosvac

Sab, 29/07/2017 - 13:19

I francesi sono sempre stati "nazionalisti" come pure i tedeschi. Del resto la tribù barbara dei "franchi" che dette origine all'attuale Francia veniva proprio dalla Germania o, meglio, dalle zone europee che poi divennero l'attuale Germania!!! In pratica hanno la stessa forma mentis!!! Probabilmente è per questo che si sono sempre combattuti fin dall'ormai lontano medio evo. Breve parentesi il Sacro Romano Impero di Carlo Magno che durò solo fino alla sua morte.

carlottacharlie

Sab, 29/07/2017 - 13:42

Cosa aspettarsi da un altro farabutto che non rispetta gli accordi presi dal suo paese tramite il suo ex presidente? Giusto difendere il proprio paese e sarebbe in linea anche rispettare, altrimenti si e' soltanto un fantoccio privo di morale e dignita'.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 29/07/2017 - 14:15

Adriano Romaldi: uuuhhh... il Berluska batteva i pugni sul tavolo! Chissà come si sono spaventati Sarkozy, Cameron e Obama quando decisero di bombardare la Libia! Erano così terrorizzati che... alla fine anche l'Italia partecipò alle operazioni militari.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 29/07/2017 - 17:28

Sicuramente macroncino ha estremo bisogno di un esorcismo ma l'oggetto dell'esorcismo stesso non é affatto Marine Le Pen bensi madame brigitte...

Anonimo (non verificato)

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 29/07/2017 - 19:26

Dreamer66 pustola rossa, quando si mette di mezzo l' America con la Nato tutti devono ubbidire purtroppo, ma tranquillo che Sarkozy e la Merkel col cacchio che impensierivano Berlusconi. Fattene una ragione, gli unici zimbelli veri in Europa siete voi piddioti .

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 29/07/2017 - 20:27

Hanno infamato Marine e le sue visioni politiche perché ogni cosa che viene da destra é per i sinistrati esecrabile. Però le vere politiche, direi le sole attuabili nelle contingenze del presente, terrene, solide, avulse da fantasie pseudo altruiste, vengono da destra che caso mai è carente nella comunicazione e si lascia predare dagli affabutatori di potere per il potere. Quando scrivevo a pro della LePen, mi è stato risposto di tutto, in maniera veemente, assolutista, alla stregua di uno sporco f....a o di un demente integrale. Certo ora la sinistra non riconosce di aver preso un abbaglio, i kompagni che sbagliano non ci sono più, cambiano solo le situazioni, come ebbe a dire Fiano sull'argomento vitalizi.