Pensioni, la Corte europea dei diritti umani respinge il ricorso contro lo stop alla perequazione

Respinto il ricorso presentato da 10.059 pensionati italiani contro il decreto Poletti (2015) sulla perequazione delle pensioni dal 2012. Secondo i giudici di Strasburgo le decisioni del governo non hanno violato i diritti dei pensionati

Da Wikipedia

Brutta notizia per molti pensionati italiani. che si sono battuti contro il decreto Poletti del maggio 2015, sulla perequazione delle pensioni per il 2012 e 2013. La Corte europea dei diritti dell’uomo ha definito "irricevibile" il ricorso presentato da 10.059 cittadini italiani, ritenendo che il decreto non abbia violato i diritti dei pensionati. Nelle motivazoni si legge che "la misura controversa non sembra avere avuto un impatto significativo per gli anni in questione: per il 2012 l’impatto negativo delle disposizioni criticate, che è nullo per le pensioni inferiori a circa 1.500 euro, sale al 2,7% per le pensioni di oltre 3.000 euro; un risultato simile può essere calcolato sul 2013".

Per la Corte non c'è motivo per dubitare che il legislatore italiano abbia "perseguito una causa di pubblica utilità". E in merito all’impatto che la misura avrebbe avuto e avrebbe continuato ad avere dal 2014, attraverso il trascinamento, i giudici di Strasburgo non condividono l’opinione dei ricorrenti che i loro diritti alla pensione, una volta acquisiti, non possano mai essere cambiati per gli anni successivi, in quanto "ridurre o modificare l’importo delle prestazioni fornite nell’ambito di un regime di sicurezza sociale rientra nel potere legislativo degli Stati".

La Corte scrive che "il legislatore ha dovuto intervenire in un contesto economico difficile" e "il decreto legge contestato mirava a realizzare un’operazione di ridistribuzione a favore delle pensioni di basso livello, preservando al contempo la redditività del sistema di sicurezza sociale per le generazioni future".

Commenti

fenix1655

Gio, 19/07/2018 - 13:21

Queste istituzioni costituite ad arte dai poteri forti non faranno mai l'interesse del cittadino. Proteggeranno sempre gli interessi di banche, governi, finanziarie, enti ecc.. Se c'è da pagare o da redistribuire sarà sempre a spese dei singoli, togliendo e redistribuendo sempre i soldi di chi non può difendersi. E la chiamano "causa di pubblica utilità......."

Leonardo56

Gio, 19/07/2018 - 14:10

Quindi niente diritti acquisiti. Mi aspetto valga anche per i ricorsi preannunciato dagli ex onorevoli per i loro vitalizi......

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 19/07/2018 - 15:02

Allora le chiacchiere che la Costituzione è sacra........calpestata dal decreto, fatton fare a "poletti" perchè "renzi" non ha avuto coraggio, che annullava l'incostituzionalità sul blocco delle pensioni, è una bufala. C'è chi pò e chi non pò, loro.....i maledetti comunisti, possono e nessuno si permette di sputtanarli. Anche la Corte Europea ha sentenziato. Pensionati la Costituzione è sacra ma a voi i soldi nessuno li darà mai. Allora ci penseremo noi alle europee del 2019.....tutti a casa.

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 19/07/2018 - 15:06

scusate dimenticavo: con i soldi spesi per il ricorso spero che ci compriate tante medicine........ci sarebbero tanti aggettivi dispregiativi per voi, ma meglio lasciarli al condizionale, tanto non cambierebbe nienti......il nostro pensiero nei vostri confronti rimane intatto. fuori da questa europa.

Antonio Chichierchia

Gio, 19/07/2018 - 15:57

L'orientamento è inequivocabile: da via le pensioni d'oro a via le pensioni e basta.

Antonio Chichierchia

Gio, 19/07/2018 - 15:59

Beato chi non ha versato perchè di loro sarà il regno dell'INPS.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 19/07/2018 - 16:15

Scommettiamo che sulla riduzione dei vitalizi dei mangiancoppa , la corte del men.. accetterà i ricorsi e fare pagare anche i danni??? XD

01Claude45

Gio, 19/07/2018 - 16:53

Benissimo. Campo libero al taglio dei vitalizi e privilegi vari, anche al taglio delle pensioni doppie e triple e quadruple e.......

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 19/07/2018 - 17:08

BENEEE cio vuol dire che si potranno TAGLIARE anche le pensioni o Vitalizi dei POLITICI, buonissima notizia MAL COMUNE MEZZO GAUDIO!!!lol lol.

zen39

Gio, 19/07/2018 - 17:46

"...i giudici di Strasburgo non condividono l’opinione dei ricorrenti che i loro diritti alla pensione, una volta acquisiti, non possano mai essere cambiati per gli anni successivi, in quanto "ridurre o modificare l’importo delle prestazioni fornite nell’ambito di un regime di sicurezza sociale rientra nel potere legislativo degli Stati". Pensate quanto sia pericolosa questa affermazione. Adesso tutto può succedere. Per l'UE i pensionati sono un ostacolo agli obbiettivi del NWO di cui l'UE è la lunga mano. Certo che se i 5S considerano pensione d'oro 4.000 euro tutto è possibile. Non importa se uno ha versato contributi per 40 anni magari con un lavoro pesante e stressante. E' considerato ricco. A questi giudici del c.... Non gliene frega niente di tutti coloro che hanno evaso,rubato, corrotto per arrivare molto in alto. Quelli non vengono mai toccati perchè sono protetti proprio da coloro che dovrebbero giudicarli. Che schifo !

sparviero51

Gio, 19/07/2018 - 18:18

ORMAI LA LEGGE È CARTA STRACCIA. QUALUNQUE "0" AL GOVERNO PUÒ COMPORTARSI COME UN DITTATORELLO DA REPUBBLICA DELLE BANANE . I PUPAZZI CATTOCOMUNISTI HANNO SACCHEGGIATO ,NEGLI ANNI D'ORO , L'INPS E ORA FANNO PAGARE IL CONTO A GENTE CHE NON HA NESSUNA COLPA !!!

beccaria

Gio, 19/07/2018 - 18:46

Sentenza ineccepibile

Martinico

Gio, 19/07/2018 - 19:19

Buffoni al quadrato.

cegs49

Gio, 19/07/2018 - 19:20

Bene, se viste altre sentenze l'impressione era che la magistratura fosse la vera casta adesso possiamo essere sicuri. Nulla è certo ma tutto deve essere interpretabile ..da loro. Vedi blocchi stipendi del governo Berlusconi o Monti per i dipendenti pubblici ma incostituzionali per i magistrati(indipendenza della magistratura). Sono curioso (si fa per dire) di vedere cosa succederà per le loro pensioni (d'oro o platino) se verranno toccate o se invece qui si lederanno i diritti costituzionali .

cegs49

Gio, 19/07/2018 - 19:22

Forse era meglio lavorare in nero. Tanti soldi in più e adesso la sociale . Se faccio il conto di quanto ho perso pagando tasse e contributi in quaranta anni....

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 19/07/2018 - 19:55

Alè un altra vittoria dei succhiasangue komunisti !!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 19/07/2018 - 19:55

C'era governo sinistro, per d ipiù abusivo? Inutile fare ricorsi, si buttano i soldi. Impossibile sconfiggere il regime e i loro apparati.

frapito

Gio, 19/07/2018 - 20:46

Questo significa che la nostra Costituzione non vale niente, e può essere stravolta dalla Corte europea. L'Italia è tornata ad essere una semplice "ESPRESSIONE GEOGRAFICA" (Metternich 1847). E pensare che esistono menti cerebrolese che questo lo chiamano "progressismo".