Perizia psichiatrica per Giardiello

La passione per il Casinò e quella volta in cui stracciò gli assegni. Mercoledì nel Duomo di Milano i funerali delle tre vittime

Claudio Giardiello è stato colto da un malore durante l’interrogatorio di convalida dell’arresto nel carcere San Quirico di Monza. L’imprenditore 57enne, che ha ucciso giovedì mattina tre persone al Palazzo di Giustizia di Milano e ne ha ferite altre due, è stato soccorso e portato nell’infermeria del carcere. Il gip ha convalidato il fermo e ha disposto una perizia psichiatra per Giardiallo. "Sta bene, ma è in stato confusionale, Giardiello però non è in grado di riconoscere né i giudici né il suo legale", ha raccontato il suo avvocato.

Intanto, secondo quanto La Provincia, Claudio Giardiello, nel giugno del 2011 era stato condannato dal tribunale di Como a otto mesi, sospesi, per il reato di "soppressione di atti". Frequentatore abituale del Casinò di Campione d’Italia, Giardiello nel maggio 2006 si era fatto anticipare dalla cassa della casa da gioco due tranche di fiches da 20 e 10 mila euro firmando due ricevute, i cosiddetti "bianchini", e lasciando a garanzia un assegno in bianco. Secondo le accuse, Giardiello all’ uscita non restituì le somme anticipate ma strappò sia l’assegno che le ricevute e se ne andò. Fu fermato nel parcheggio dai carabinieri e denunciato.

Fu in quella occasione che Giardiello conobbe l’avvocato Michele Rocchetti, che lo ha assistito anche nel processo per bancarotta di Milano, salvo poi revocare il mandato in aula. Giardiello a quei tempi era ancora incensurato e non era ancora fallito. Nel processo a Como l’avvocato chiese una perizia psichiatrica sul suo assistito, allo scopo di certificare una forma di ludopatia che avrebbe potuto attenuare la condanna, ma il tribunale non la ritenne necessaria. Giardiello venne anche condannato a risarcire per 35 mila euro il casinò, costituitosi parte civile.

Commenti
Ritratto di Zione

Zione

Sab, 11/04/2015 - 22:50

Ma forse si ignora che, per Debiti di Gioco NON compete Azione Legale; o forse è cambiata la LEGGE ???

PerQuelCheServe

Dom, 12/04/2015 - 00:01

Poverino... Si è sentito male... Che caso strano: questi rognosi delinquenti NON stanno MAI male mentre commettono reati, ma appena li prendono, toh guarda, si sentono male... Schifosi vigliacchi dall'inzio alla fine.