Perquisizioni per bancarotta nella sede di Alitalia a Fiumicino

L'ipotesi su cui indaga la procura di Civitavecchia è di bancarotta fraudolenta

Si sono mossi su ordini della procura di Civitavecchia gli uomini della Guardia di finanza che hanno perquisito gli uffici di Alitalia all'aeroporto romano di Fiumicino, alla ricerca di documenti relativi alla gestione precedente che possano contribuire all'indagine in corso, in cui si ipotizza il reato di bancarotta fraudolenta.

Un'inchiesta che ha avuto il via con la sentenza che dichiarava lo stato di insolvenza di Alitalia Spa e l'ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria. Ci sarebbero anomalie e punti critici in quei documenti e ulteriori approfondimenti da parte delle autorità potrebbero evidenziare un reato di natura fallimentare.

Dopo i primi riscontri la polizia giudiziaria ha chiesto una nuova perquisizione.

Commenti

venco

Mar, 22/05/2018 - 18:54

Alitalia come tutti gli enti pubblici, sono in mano a nullafacenti raccomandati politici