Perugia, trovate tracce di sangue di Riccardo Menenti

Lungo le scale del condominio e sull'arma è stato trovato sangue di Riccardo Menenti, padre dell'ex fidanzato di Julia Tosti accusato dell'omicidio di Alessandro Polizzi

Emergono nuovi particolari sull'uccisione di Alessandro Polizzi e sul tentato omicidio della fidanzata Julia Tosti. Sostanza ematica di Riccardo Menenti, padre di Valerio (accusato di omicidio e tentato omicidio) è stata individuata dalla Scientifica sulle scale che conducono all’appartamento dove è avvenuto il delitto.

Emerge una "ipotesi di commistione di sostanze biologiche appartenenti a Riccardo Menenti e ad Alessandro Polizzi" sulla pistola utilizzata per uccidere il giovane a Perugia. Lo ha accertato la polizia Scientifica. Gli atti sono stati depositati in vista dell’udienza del riesame che era in programma oggi.

L’ipotesi di commistione è stata avanzata dalla polizia Scientifica esaminando la sostanza biologica - cellule di sfaldamento - prelevata dal cane della pistola utilizzata per l’omicidio Polizzi e per ferire la fidanzata Julia Tosti. Una Beretta risalente alla seconda guerra mondiale ritrovata nella casa di Perugia teatro del delitto, abbandonata lì dall’assassino prima di fuggire.

Commenti

MMARTILA

Ven, 26/04/2013 - 17:29

Padre e figlio 2 autentici codardi. Vigliacchi fino al midollo...hanno usato la pistola perché altrimenti li avrebbe fatti a pezzi con le mani. Ergastolo.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 26/04/2013 - 23:38

Siamo alle solite! Cellule di sfaldamento commiste al sangue della vittima su una pistola trovata su una scala di condominio frequentata da chiunque! E questa sarebbe una prova decisiva? Poveraccio il tizio in questione, se si dovesse rivelare innocente! Tali indizi possono essere una traccia per le indagini ma darli per elementi certi di colpevolezza fa girare gli zibidei. Il tizio in questione sarà anche colpevole ma questo sistema, di trovare il colpevole, è inaffidabile nella maniera più assoluta. Occorre cambiare in toto il sistema di indagini giudiziarie, anzi, ai PM non devono nemmeno essere assegnate!