Aggressioni a Pescara, fermate due baby-gang: filmavano tutto con i telefonini

Attiravano minorenni in zone isolate per pestarli e rapinarli, filmando il tutto. Forse ispirati dal "knock-out game"

Sei giovani sono stati arrestati e altri quattro denunciati a Pescara per aggressioni, violenze e pestaggi. Parrebbe una normale storia di baby-gang, ma è probabile che le imprese dei ragazzini (il più giovane non ha nemmeno 15 anni, il più vecchio 24) siano state ispirate dal "knock-out game", un "gioco" demenziale importato dall'America e divulgato tra i più giovani grazie ad Internet.

Adolescenti, spesso ubriachi, che per scommessa aggrediscono sconosciuti per la strada con l'obiettivo di mandare a terra i malcapitati con un solo pugno, riprendendo il tutto con un videofonino e poi pubblicando le proprie bravate sui social network. È precisamente quanto accaduto nella città abruzzese, dove la Squadra Mobile della Questura ha eseguito questa mattina le ordinanze di custodia cautelare emesse dall'autorità giudiziaria.

Sono tra l'altro accusati  a vario titolo di aver sfasciato la mandibola di un diciannovenne pescarese e di aver mandato in ospedale in prognosi riservata un ragazzo poco più grande: secondo le accuse, avrebbero inoltre costituito un "commando" che fermava ragazzi minorenni con una scusa, per poi attirarli in quartieri isolati della città e lì rapinarli dopo averli aggrediti e malmenati. Il tutto veniva intanto filmato con i telefonini.

Alcuni dei ragazzi fermati avevano inoltre pubblicato su Facebook delle immagini in cui erano fotografati con armi e pistole.

Commenti

buri

Ven, 09/05/2014 - 11:30

ma che bella gioventù abbiamo cresciuta, una cosa è certa gli attuali metodi di educazione hanno fallito, basta guardare i risultati, ovviamente tutte le idiozie targate USA vengono accolte da quei piccoli deficienti come simboli di libertà e di civiltà gono accolte

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 09/05/2014 - 14:04

Questi sono delinquenti della peggior specie che andrebbero incarcerati per molti anni se solo avessimo delle Leggi che invece di tutelarli fossero in grado di punirli a dovere. La Società non può e non deve essere in mano a tale risma altrimenti arriverà il momento in cui ognuno si sentirà giustamente in diritto di tutelarsi diversamente armandosi per proteggere la propria incolumità!

Ritratto di navigatore

navigatore

Ven, 09/05/2014 - 14:45

grazie al 1968, che è imniziato il vero decline della società italiana , cari compagni, ed ora raccogliete I frutti....dopo il 6 POLITICO

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 09/05/2014 - 20:04

Gioventù bruciata....

Linucs

Dom, 29/06/2014 - 10:44

Purtroppo l'unica soluzione è il vigilantismo selvaggio, ma non mi sentirei di appoggiarla perché c'è già la Carta Costituzionale a tutelarci.

Linucs

Dom, 29/06/2014 - 10:51

Orsù, fateci vedere le faccine di questi adolescenti.