Pestaggio e rapina in casa: arrestati quattro giovanissimi

Avevano fatto irruzione in un'abitazione scippando catenine e rubando uno scooter: individuati e arrestati dai carabinieri a Boscotrecase nel Napoletano

Rapinati e pestati in casa loro per delle catenine e uno scooter, finiscono in manette quattro giovanissimi rapinatori a Boscotrecase, in provincia di Napoli.

Le indagini dei carabinieri hanno rapidamente inchiodato alle loro responsabilità quattro indagati, tutti tra i 18 e i 24 anni, accusati della rapina avvenuta nel fine settimana scorso nel centro dell’hinterland vesuviano.

Stando alle ricostruzioni degli inquirenti, la gang ha fatto irruzione nell’abitazione dove, al momento dei fatti, c’erano un 47enne del posto con il figlio di 19 anni. I rapinatori non hanno perso tempo e, aggrediti fisicamente i padroni di casa, hanno strappato loro le catenine che portavano al collo dandosi poi alla fuga. Non prima, però, di essersi impadroniti di uno scooter che era parcheggiato all’esterno dell'abitazione dove avevano scelto di colpire.

Le due vittime hanno subito chiesto aiuto ai carabinieri che, dopo i primi sopralluoghi, hanno iniziato a stringere il cerchio attorno ai possibili sospettati. E così hanno individuato e arrestato i quattro, tutti residenti a Boscotrecase, due dei quali (rispettivamente di 24 e di vent’anni) sono risultati essere già noti alle forze dell’ordine.

I militari, inoltre, hanno rinvenuto anche la refurtiva e il motociclo, che era stato frettolosamente abbandonato in strada per salire a bordo di un’auto messa a disposizione proprio per la fuga. Ed è stato nella vettura che i militari hanno ritrovato le collanine di cui la gang s’era impossessata durante il colpo.

Per il padrone di casa e suo figlio è stato necessario ricorrere alle cure dei medici dell’ospedale locale mentre i quattro indagati sono finiti in carcere: devono rispondere delle ipotesi di reato, in flagranza, di aggressione e rapina.