Pestato per omofobia, tre arresti a Genova

Uno degli accusati di tentato omicidio: "Il 45enne fece un complimento a una ragazza"

Picchiato senza motivo e ridotto quasi in fin di vita su un autobus di Genova. Un pestaggio avvenuto lo scorso 14 luglio in piazza Caricamento e per cui sono ora finite in manette tre persone.

La vittima, un 45 enne, disse di essere stato pestato perché ritenuto gay mentre era con un amico. Oggi sono stati arrestati per tentato omicidio tre giovani del ponente genovese, uno dei quali minorenne all'epoca del fatto. Denunciate in stato di libertà due ragazze che facevano parte dello stesso gruppo.

Uno degli arrestati ha però smentito il movente omofobo, sostenendo che la lite sia iniziata dopo che il 45enne ha fatto un complimento a una delle giovani presenti. La vittima aveva invece raccontato di aver indugiato troppo con lo sguardo su uno dei ragazzi e che una delle donne aveva replicato: "Non guardare il mio ragazzo, ma che sei gay?". Determinanti per l'identificazione degli aggressori sarebbero state le immagini di videosorveglianza.