Petaloso, il papà di Matteo registra il marchio alla camera di commercio

"L’obiettivo è quello di cederlo in licenza a chi ne fa richiesta per lacommercializzazione di qualsiasi cosa, purché bella e attinente al contesto petaloso"

È Il fatto quotidiano a riportare uno sviluppo nella vicenda che tanto ha appassionato la settimana scorsa giornalisti, letterati, accademici, politici e gente comune che si interrogavano sulla nascita di un'eventuale nuova parola della lingua italiana inventata da un bambino delle scuole elementari.

"Petaloso" è diventata un marchio registrato presso la camera di commercio di Ferrara. A dare una svolta "imprenditoriale" all'invezione linguistica del piccolo Matteo è stato il padre, Marco Trovò che ha dichiarato: "L’obiettivo è quello di cederlo in licenza a chi ne fa richiesta per la commercializzazione di qualsiasi cosa, purché bella e attinente al contesto "petaloso"".

L'intento però sarebbe dei migliori e prevederebbe di "creare una onlus ad hoc, attualmente in fase di studio e valutazione - spiega ancora il signor Trovò - chiedendo anche l’aiuto e la partecipazione delle istituzioni del paese, Copparo. Il vincolo della onlus sarà poi quello di destinare eventuali proventi in beneficenza per opere legate ai bambini, nel contesto del nostro territorio".

Commenti

un_infiltrato

Gio, 03/03/2016 - 12:53

E fu così che il signor Trovò trovò una trovata "per dare una svolta [imprenditoriale] all'invenzione linguistica del piccolo Matteo". Peccato. Questa pagina doveva rimanere petalosa, ma si sa pecunia non olet: i sogni sono dei bambini e, qualche volta, delle Maestre. E forse... si incaxxa anche l'Accademia della Crusca.

roberto.morici

Gio, 03/03/2016 - 13:09

Il nome del piccolo Matteo abbinato a quello di Mr. Petiver?

Ritratto di perigo

perigo

Gio, 03/03/2016 - 13:12

Non vorrei sembrare dissacrante, ma il termine a me ha fatto venire in mente da subito l'idea di qualcuno che produce "puzzette"... Tornando a bomba sull'idea del padre del "creatore" di siffatto termine, c'à da dire che oggi non sfugge niente a nessuno nel vorticoso tentativo di cercare di cavare soldi dalle rape.

i-taglianibravagente

Gio, 03/03/2016 - 13:17

...si certo...tutto in beneficenza.

adogio48

Gio, 03/03/2016 - 13:38

Che dire, meglio lui che qualche straniero scaltro tipo Edison o benz (rigorosamente minuscolo)

cgf

Gio, 03/03/2016 - 13:44

peccato che l'aggettivo petaloso è riportato in un libro pubblicato ben prima che il nonno del papà fosse nato..

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 03/03/2016 - 15:28

Se non sbaglio proprio su questo Giornale è stata riportata giorni fa la notizia che quel termine compariva già in un testo di secoli fa (c'era addirittura la foto della pagina). Allora perché si continua a dire che lo ha "inventato" quel bambino? Ma davvero non c'è più un minimo di serietà nel dare le notizie? In quanto alla "commercializzazione" del termine, è la dimostrazione che oggi ciò che conta è fare soldi, sempre e comunque. Lo scopo di questa società è solo il profitto. E non è una bella sensazione, perché così si finisce per giustificare tutto, anche gli orrori.

filder

Gio, 03/03/2016 - 16:29

L'Italia patria delle cac@te senza senso ed utilità brevettate e da oggi in poi chi non arriva a fine mese potrà mangiare pane petaloso con la benedizione dell'intelligenzia della Crusca.

gneo58

Gio, 03/03/2016 - 16:42

siamo alla frutta !

ziobeppe1951

Gio, 03/03/2016 - 16:52

Esiste già il termine renzi-ano?

joecivitanova

Gio, 03/03/2016 - 17:06

Ma che papà Beneficentoso che si Trovò questo piccolo Matteo, non è che l'ha acquistato in qualche negozio di .. babbi..!?.. G. p.s.: forse, come per i bimbi, esistono già anche quelli!!

joecivitanova

Gio, 03/03/2016 - 18:09

Si, Egregio ziobeppe, purtroppo esiste già da circa due anni, ed è un termine Crusc'ano, benedetto da Alf'ano con suggello Boldri'nano e inventato da Pado'ano..!!.. Cordiali saluti. Giuseppe.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 03/03/2016 - 21:12

Ma com'è registratoroso il papà di Matteo,da questo fatto vuole palanchizzare il più possibile.

yulbrynner

Gio, 03/03/2016 - 21:43

am chi puo usare un termine inutile senza senso e pure brutto da scrivere da promunciare e che in se no n dice una cacata di nulla, qui..gatta umana ci cova....e di brutto anche...

areolensis

Gio, 03/03/2016 - 21:52

Il signor Profittatore si qualifica da sé. E così la marea di entusiasti mandati in delirio da una banale ‘invenzione’ di un bambino assolutamente normale. Quello che fa veramente tristezza è il livello a cui è scaduta quella che un tempo era la gloriosa Accademia della Crusca: ignora che il vocabolo non è affatto un neologismo, e – ancora più grave – ignora evidentemente che ogni giorno ogni bambino reinventa il linguaggio grazie al fondamentale meccanismo dell’analogia, e che quindi il caso di ‘petaloso’ rientra nelle innumerevoli invenzioni che tutti i bambini fanno in base a quel meccanismo.

timoty martin

Gio, 03/03/2016 - 23:22

ormai tutto fa brodo. Fanno pena, soltanto pena.