Piacenza, idoli pagani e teschi sull'altare in casa

La questura indaga sul fenomeno delle sette sataniche, che potrebbe includere l'uso di droghe e assoggettamento

Un piccolo altare fatto in casa, con tanto di candelabri, idoli pagani e persino un teschio. È quanto si sono trovati sotto agli occhi gli agenti della squadra mobile di Piacenza, quando sono entrati in un appartamento in periferia.

Le indagini, coordinate dal pm Matteo Centini, secondo quanto riporta Piacenzasera.it, vertevano su un caso di sette sataniche ed esoteriche, che ha portato gli agenti a controllare la casa. Lì, hanno trovato un altare, sul quale erano esposti in bella vista candelabri, idoli, rune celtiche, un coltello e un teschio umano.

Tre le persone denunciate, per il momento accusate del reato di ricettazione. Si tratta di una donna di 42 anni, che potrebbe avere un ruolo cardine nella setta satanica, paragonabile a quello di sacerdotessa, un 39enne e un uomo di 60 anni, che secondo alcuni testimoni sarebbe stato visto aggirarsi nei cimiteri della zona.

Nel frattempo, però, le indagini della squadra mobile mirano ad approfondire il fenomeno delle sette sataniche più in generale. Infatti, tale pratica, potenzialmente inquietante, potrebbe coinvolgere persone reclutate online e potrebbe includere l'uso di droghe ipnotiche e l'assoggettamento di persone.