Piacenza, titolare kebab insegue con coltello giovani clienti molesti

Dopo aver ripreso gli ospiti chiassosi, che peraltro non avevano consumato nulla, il proprietario del locale ha perso le staffe e li ha prima cacciati e poi inseguiti brandendo un coltello in mano

Paura in strada a Piacenza nella serata di ieri, quando il titolare di un kebab ha dato in escandescenze.

Stando alla ricostruzione effettuata dagli agenti di polizia intervenuti sul posto, la vicenda si sarebbe originata all’interno di un locale etnico in via IV Novembre. Qui si sarebbe dato appuntamento un gruppo di ragazzi, tra maggiorenni e minorenni, i quali avrebbero iniziato a rendersi protagonisti di alcuni atteggiamenti molesti. I giovani, tra l’altro, non stavano neppure consumando cibi o bevande, si erano semplicemente radunati lì. Tanto il chiasso provocato nel locale, cosa che ha spinto il titolare a richiamare all’ordine i ragazzi. Tutto inutile. Gli schiamazzi sono andati avanti come se nulla fosse mai accaduto, ed a questi si è aggiunta qualche risposta sopra le righe nei confronti del proprietario del kebab.

In preda ad una crisi di nervi e stanco di riprendere gli indesiderati ospiti, quest’ultimo ha afferrato un lungo coltello da cucina ed ha cacciato in malo modo i giovani dal locale. L’inseguimento è poi proseguito anche all’esterno, una scena che non è di certo passata inosservata ad alcuni testimoni, i quali hanno contattato le forze dell’ordine. I poliziotti della sezione volanti di Piacenza, intervenuti sul posto, hanno riportato la calma. Per il venditore di kebab una denuncia per minacce aggravate e porto di oggetti atti all’offesa.