Pirellone, scritta pro-Family day: critiche dalla sinistra "aperta"

La scritta "Family Day" sul Pirellone. La presa di posizione della Regione Lombardia fa scatenare la polemica: la solita sinistra "tollerante" si infuria

Venerdì scorso, sull'edificio noto come "Pirellone", sede del Consiglio Regionale della Lombardia, campeggiava la scritta "Family day". Un chiaro segnale di solidarietà alla manifestazione pro-famiglia che si terrà il 30 gennaio a Roma.

La scritta è stata realizzata lasciando accese solo le luci del diciottesimo piano del grattacielo, dove si trovano gli uffici della maggioranza. Stando a Repubblica, la scelta di accendere solo alcuni piani, è stata fatta per evitare il boicottaggio del centrosinistra. Immediate le polemiche sul segnale lanciato dalla Regione, criticata dall'Arcigay e dall'opposizione: "Spiacevole il fatto che la Regione partecipi a una manifestazione non a favore, ma contro qualcuno", ha detto Gabriele Piazzoni, segretario nazionale dell'Arcigay.

La scritta si riferisce alla manifestazione che si terrà il 30 gennaio, in difesa della famiglia tradizionale e contro il ddl Cirinnà per il riconoscimento delle unioni civili in Italia. L'assessore regionale alla Cultura, Cristina Cappellini, una dei più strenui difensori della cosiddetta famiglia tradizionale, ha detto che il ddl Cirinnà è una legge subdola perché apre il campo alle adozioni da parte dei gay. Il governatore Roberto Maroni ha difeso la scelta di far partecipare ufficialmente la Regione al Family Day dicendo che si è mosso "nel solco della Costituzione".

Ancora una volta stupisce il doppiopesismo nel giudicare l'operato di una giunta: infatti mentre quella di centrodestra non può esprimere solidarietà ad una manifestazione, quella di centrosinistra non solo manifesta apertamente il suo favoritismo per alcuni, ma lo fa, il più delle volte, sborsando soldi pubblici.

Commenti

Italianoinpanama

Sab, 23/01/2016 - 14:28

cue schifo

antonmessina

Sab, 23/01/2016 - 14:28

perche dovrebbe essere a favore?? e perche i gay sono contro la famiglia normale vera e naturale?? le minoranze ormai dettano legge in italia

zucca100

Sab, 23/01/2016 - 15:13

Scusate, ma la lega può' fare propaganda dove e come vuole, ma non su un palazzo delle istituzioni che, ovviamente, rappresenta tutti i cittadini

Totonno58

Sab, 23/01/2016 - 15:26

Piuttosto vergognosa la cosa...comunque chissenefrega.

venco

Sab, 23/01/2016 - 15:53

Che schifo i matrimoni gay.

Maura S.

Sab, 23/01/2016 - 16:01

Cominciano veramente a rompere quei tipi ( per non usare la parola finocchi) Come loro durante il gay price fanno quello che vogliono ( uno schifo) avremo bene anche noi il diritto di dire la nostra, cioè che siamo per la famiglia di sempre ( quella normale)

linoalo1

Sab, 23/01/2016 - 16:21

Renzi,invece di fare un Referendum quasi inutile,potrebbe immetterci anche questo quesito!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 23/01/2016 - 16:23

ma uno non è più libero di accendere le luci dove vuole? Dove sta il divieto? Su sinistroidi continuate a fare altre leggi per negare la nostra esistenza.

GianniGianni

Sab, 23/01/2016 - 16:31

La corrente elettrica per questa scritta chi la paga?

giovanni PERINCIOLO

Sab, 23/01/2016 - 16:47

La sponsorizzazione di manifestazioni gay da parte di pisapippa invece é cosa bella e giusta vero signor piazzoni???

giovanni PERINCIOLO

Sab, 23/01/2016 - 16:49

zucca100. Dal momento che non mi risulta che tutti i cittadini siano gay sponsorizzare gay pride con i soldi dei cittadini invece é giusto vero??

Tergestinus.

Sab, 23/01/2016 - 16:52

In compenso oggi se andate sul sito eBay dovete sciropparvi la propaganda filoghèi "svegliaitalia". Non si capisce perché un sito di aste telematiche debba fare propaganda politica (ovviamente a senso unico, voglio proprio vedere se il giorno 30 ci sarà qualche messaggio in favore della giornata della famiglia...).

Joe Larius

Sab, 23/01/2016 - 17:00

Pirellone. Esattamente 60 anni fa di questi tempi gli stavo consolidando il terreno su cui avrebbe posato le sue fondazioni. Mi fa piacere che da grande, in posizione verticalmente corretta e in bella vista, metta intelligentemente in mostra le sue da me pienamente condivise testimonianze di appartenenza.

Iacobellig

Sab, 23/01/2016 - 17:35

BENE GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA, DEL RESTO È IL PENSIERO DELLA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI, PER FORTUNA!

perriv49

Sab, 23/01/2016 - 18:08

Bravi al pivello e.evviva la famiglia e tutti i gay che vadano a cagar.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di scriba

scriba

Sab, 23/01/2016 - 19:11

OSSIMORI DA TRAGEDIA. Espressioni come "sinistra o islam tolleranti" sono inequivocabili contraddizioni in termini. Solo i dementi del politicamente corretto(e idiota) possono spacciare simili bestialità linguistiche clamorosamente demolite dalla Storia. Starnazzino pure e sputino il loro veleno buonista contro chi ragiona con la propria testa, ci fanno mezzo baffo. D'altra parte è risaputo che l'intelligente deve pensare ed agire anche per il cxxxxxo.

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 23/01/2016 - 19:20

Sarebbe stato meglio utilizzare tutto il grattacielo e scrivere: SI FAMILY DAY, NO RICCHIONI E LESBICHE. Messaggio chiaro valido per entrambe le manifestazioni

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 23/01/2016 - 19:20

Il Presidente della regione Lombardia interpreta il sentimento di tutta la popolazione lombarda. La scritta non è offensiva per gli invertiti, ma esprime con luminosa evidenza il significato che i lombardi per bene danno alla famiglia. Solo la famiglia costituita da un uomo ed una donna può definirsi tale e avere o adottare figli. Nulla di offensivo nella scritta, dunque, rappresenta semplicemente la consapevolezza e la forza con cui la Regione, il suo Presidente e le forze che lo sostengono - Lega ed FI sostengono la famiglia normale.

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 23/01/2016 - 19:22

@ GianniGianni, gli stessi che pagano la pulizia delle strade e piazze dopo le manifestazioni dei diversamente naturali.

Cheyenne

Sab, 23/01/2016 - 19:43

i gay hanno rotto i cxxxxxxi sono una minoranza scassatutto; fate le unioni civili ma per carità e pietà dei poveri bambini NON FATE ADOTTARE. Un bambino ha diritto a un padre e una MADRE.

Cheyenne

Sab, 23/01/2016 - 19:45

e come le istituzioni (il governo ) prendono posizione a favore così un governo regionale ha diritto a prendere posizione contro

zucca100

Sab, 23/01/2016 - 23:03

Aiuto semovente, posso dirti che sei pietoso?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 24/01/2016 - 01:58

Come si fa a chiamare benpensanti degli analfabeti ignoranti che non sanno distinguere il significato di famiglia, formata da un padre e una madre, da una coppia di omosessuali che non potranno mai essere né padre né madre? SE ANCHE UNA COPPIA DI LESBICHE GENERASSE UN FIGLIO NON POTREBBE CHIAMARSI FAMIGLIA POICHÉ LA FECONDAZIONE NON PROVERREBBE DALLA COMPAGNA LESBICA. Nessuno nega che le coppie omosessuali siano legate dall'amore. Rimarrebbero comunque una unione sterile quindi non equiparabili alle categorie assegnate al concetto di famiglia.